Relazione finale



Scaricare 134.96 Kb.
24.01.2018
Dimensione del file134.96 Kb.

RELAZIONE FINALE
Classe 5^ D. Materia: Storia dell’Arte. Corso Socio- Psico- Pedagogico.

Anno scolastico 2010- 2011
Docente: Lodovico Busson.
La classe, composta da 21 femmine. nell’arco dell’anno ha dimostrato un discreto interesse verso la materia evidenziando una accettabile disponibilità e partecipazione che ha consentito di raggiungere una preparazione sufficientemente adeguata. Gli/ le alunni sono in grado di conoscere, in maniera generale, il profilo culturale degli artisti presi in esame, analizzare il contesto storico e motivare i propri giudizi critici attraverso una discreta e autonoma capacità di sintesi.

Per quanto riguarda l’esposizione orale, appare sufficientemente consolidata, rispetto all’anno scorso, dall’acquisizione del lessico specifico.

L’esposizione scritta viceversa non presenta nel complesso, se non per alcuni casi, problemi particolari; se sono preparati la struttura argomentativa è ordinata e abbastanza articolata altrimenti!.

La maggior parte degli/ delle alunni ha lavorato con continuità conseguendo risultati accettabili, e talvolta buoni.

Il programma svolto durante l’anno 2010 ha ripreso e terminato quello previsto nell’anno2009 cercando di fare alcuni collegamenti anche con epoche precedenti ( 500 ) prima di addentrarci nel periodo moderno. Relativamente ai criteri didattici e le mete educative sono stati seguiti quelli concordati con la programmazione iniziale. Nell’arco dell’anno in corso il profitto medio ottenuto, e i criteri di valutazione adottati ho seguito le indicazioni concordate con la programmazione iniziale.

Per quanto riguarda il comportamento devo dire che è sempre stato corretto mentre i rapporti con le famiglie , ad eccezione di alcuni, si sono limitati ai soli incontri quadrimestrali. Il docente fa presente di aver avuto l’assegnazione della classe nell’anno scolastico 2009- 2010.


Obiettivi in termini di conoscenze, competenze e capacità attinenti il percorso formativo.

Conoscenze

Cogliere gli aspetti più significativi del percorso storico-artistico assimilando i concetti fondamentali di ogni singolo periodo unitamente alle opere di architettura, scultura e pittura.

Semplice acquisizione della capacità di organizzare, in un discorso complessivo, i concetti fondamentali della materia.

Argomentare un concetto attraverso un linguaggio idoneo a motivare e a chiarire i contenuti contestualizzandoli alla realtà storica e sociale.



Competenze

Acquisizione delle capacità di organizzare, in un discorso complessivo, i concetti fondamentali della materia.

Collegare in forma corretta le conoscenze in una prospettiva pluridisciplinare.

Contestualizzare e argomentare,in modo coerente, gli argomenti attraverso un linguaggio pertinente alla materia.



Capacità

Saper presentare, in forma organica e critica gli aspetti principali della storia dell’Arte nel suo complesso.

Orientarsi nella comprensione dei documenti in possesso, vedi opere d’arte, contestualizzandole con osservazioni originali e personali.

Valutazione

La valutazione delle verifiche, orali e scritte, ha considerato in generale i seguenti parametri:



  • uso appropriato di un linguaggio specifico;

  • capacità di creare collegamenti tra gli argomenti presi in esame;

  • capacità di integrare i dati con osservazioni pertinenti;

  • capacità di rielaborazione e riflessione.


Programma svolto nella classe 5^ sez. D.

Corso socio- PSICO- PEDAGOGICO a. s. 2010-2011


  • Concetti generali a completamento del programma dell’anno precedente relativo il periodo Neoclassico: XVII secolo;

  • Torino città capitale: cenni sulla poetica architettonica di Filippo Juvarra: “ La Basilica di Superga “;

  • Cenni e confronti di significati tra l’arte manierista del XVI secolo con il pensiero di Leonardo.Verrocchio e Bramante e l’architettura del XVIII secolo dello Juvarra;

  • Semplici confronti tra l’architettura dello Juvarra e la genialità del concetto di espansione spaziale del Bernini e il concetto di contrazione spaziale di Borromini;

  • Semplici costatazioni sul concetto di Classico e Romantico, di Sublime e Pittoresco. Concetti generali sulla poetica del teorico inglese Conzen. I paesaggi di Constable e Turner;

  • Cenni sulla poetica pittorica di Francisco Goya con l’opera “ La Fucilazione “; David con l’opera “ La morte di Marat “ e la poetica artistica di colui che chiuderà la pittura veneta ed Europea: Giovan Battista Tiepolo;

  • Cenni sulla poetica artistica di Antonio Canova con le opere a “ Clemente XIV “ e il monumento funebre dedicato a “ Maria Cristina d’ Austria;

  • Il sentire Romantico. Differenza concettuale tra valori Neoclassici e Romantici;

  • Cenni storici sul periodo denominato “ Realismo “;

  • Concetti generali sul movimento Divisionista e Macchiaiolo. Giovanni Fattori “ Il commesso viaggiatore della rivoluzione;

  • L’opera di Gericault e Delacroix con la lettura delle opere “ Le Radeau de la Meduse del 1818 e la Libertà che guida il popolo”. Concetto di libertà e patria;

  • Concetti generali sul periodo Storico Artistico individuato dalla letteratura come “ Dal Romanticismo al Futurismo “;

  • Il concetti di vita e morte legato alla concezione romantica dell’arte: (Rubens,Michelangelo);

  • Concetti generali sulla corrente Purista e il movimento dei Nazareni del 1810;

  • Cenni sulla poetica artistica di Francesco Hayez. La concezione degli artisti della Scapigliatura che anticiperanno, unitamente al movimento Macchiaiolo il modo di dipingere degli Impressionisti;

  • Concetti generali sul movimento Realista francese e la scuola di Barbizon;

  • Concetti generali sull’idea di paesaggio per Rosseau, anticipatore della pittura Naif;

  • Cenni sulla poetica pittorica di Ingres;

  • Il maggiore paesaggista dell’ottocento: Camille Corot;

  • La poetica artistica rivoluzionaria di Honore Daumier con l’opera“ Il vagone di terza classe”;

  • La questione sociale: cenni sull’opera artistica di Francois Millet dedicata al mondo contadino con l’opera “ L’Angelus “: confronti artistici con le opere di Daumier e Van Gohg;


  • Concetti generali sul realismo integrale do Courbet e il suo concetto di liberalizzazione totale della sensazione visiva da ogni esperienza che potesse pregiudicare l’immediatezza;

  • Il movimento Impressionista: la pittura En- Plein- Air. Concetti generali;

  • Concetti generali sull’anticipazione dell’Impressionismo: Eduard Manet con l’opera “ Colazione sull’erba “;

  • Concetti generali sul pittore della disperazione Van Gogh;

  • L’opera di Daumier a confronto con quella di Van Gogh: “ Il vagone di terza classe “ e “ I mangiatori di patate “;

  • Concetti generali sulla pittura di Cézanne e la sua nuova struttura percettiva che sarà alla radice del movimento avanguardista cubista;

  • La pittura di Van Gogh che tra azione, dilatazione e spessore cromatico sarà il precursore dell’arte Espressionista;

  • Significato letterale di Impressionismo ed Espressionismo;

  • Concetti generali sul Neoimpressionismo1884. La Poetica pittorica di Seurat e Sgnac;

  • Concetti generali sul Smbolismo inteso come movimento di incomunicabilità con la società;

  • Il Simbolismo inteso come anticipatore del movimento avanguardista Surrealista unitamente al Neoimpressionismo che sarà invece alla radice delle ricerche strutturali dei Fauves e del Cubismo;

  • L’architettura degli ingenieri: la torre Eiffel tipica architettura Plein- Eir. ( Impressionista nella forma, Lautrechiana del guizzo lineare );

  • Concetti generali sulla poetica pittorica di Paul Gauguin ricercatore del primitivo;

  • La tecnica Neoimpressionista- Le scoperte sull’ottica e le ricerche di Chevreul e Rood;

  • Cenni sulla poetica grafica e pittorica virtuosi sta di Toulose Lautrec;

  • Concetti generali sul movimento Espressionista. Inizio delle Avanguardie Storiche;

  • La crisi dell’arte come scienza europea, conflittualità tra Arte e società. I movimenti nati nel primo trentennio del novecento ( Le Avanguardie ): Futurismo, Espressionismo ( Fauves- Die Brucke, Cubismo, Der Blaue Reiter, Dadaismo, Metafisica, Surrealismo; e le tendenze nate dopo gli anni trenta che sono: l’Informale, Action Painting, Op- Art, Pop- Art e arte concettuale;

  • Pablo Picasso contrapposto ai Fauves: il periodo Blu e Rosa;

  • La poetica pittorica di Edvard Munch precursore dell’espressionismo con l’opera “ Bambina Malata del 1885/6 ;

  • I giovani pittori Berlinesi sulla scia della pittura di Munch. La nascita delle Secessioni. Berlino1889;

- Cenni sulle secessioni: Monaco, prima secessione 1892, Vienna 1897, Berlino 1898;

  • Concetti generali sull’era del Modernismo e il concretizzarsi delle Avanguardie storiche. La poetica di Antoni Gaudi e lettura dell’opera più significativa: “ La Sagrada Famiglia “;



Eventuale programma dopo il 15 Maggio 2011


  • Concetti generali sull’epoca del Funzionalismo: cenni sulla scuola della Bau- Haus;

  • La poetica pittorica di Joan Mirò intesa come arte ludica;

  • Il Futurismo italiano e il Der Blaue Reitter fondato da Kandinsky. 1911, la sua poetica pittorica;

  • La Metafisica di Giorgio De Chirico e il suo concetto dell’arte . Lettura dell’opera “ Le muse inquietanti “;

  • Il Dadaismo inteso come avanguardia negativa;

  • Il Surrealismo frutto della trasformazione del Dadaismo. La poetica di Salvator Dali con la lettura dell’opera “La persistenza della memoria “ 1931;

  • Le tendenze artistiche del secondi trentennio del XX secolo;

  • L’epoca dell’Informale;

  • Le poetiche artistiche di Alberto Giacometti, Giuseppe Capogrossi, Henry Moor.

Rovigo li 15- 05- 2011. Il docente

Prof. Lodovico Busson

I rappresentanti di classe:


Rossi Chiara e Daddato Erica

Programma svolto nella classe 3^ sez. D.

Corso socio- PSICO- PEDAGOGICO a. s. 2010-2011



  • Caratteristiche generali del periodo preistorico. L’evoluzione dell’uomo nel passaggio dalla vita nomade e cacciatore, ad una vita sedentaria di allevatore e lavoratore della terra:

  • Il periodo preistorico dal punto di vista figurativo- scultoreo e pittorico; cenni sulla Architettura. I Menhir i Dolmen e i Cromlech. Gli insediamenti Nuragici e le coperture a ( Pseudocupola ). L’arte come magia:

  • Egitto e Mesopotamia: due civiltà a confronto: cenni delle principali testimonianze artistiche:

  • Mesopotamia: sviluppo di una civiltà non unitaria: 300 a. C. Sumeri, 2500 a. C. Accadi, 2000 a. C. Babilonesi:

  • Il popolo babilonese e le città stato: concetti generali dei due imperi, quello di Hammurabi e di Nabuccodonosor:

  • Mesopotamia e città fortificate, costruzione di dighe e canali, le vie di comunicazione:

  • Il tempio mesopotamico: la Ziggurat. Cenni sulla posologia costruttiva;

  • I quattro regni dell’epoca egiziana: Regno antico, Regno medio, Regno nuovo e Bassa Epoca: concetti generali

  • Il concetto di morte per il popolo egizio: la Mastaba forma a tronco di piramide tomba dei faraoni poi ( regno antico ) poi sepolcri di alti funzionari: le Piramidi:

  • Concetti generali sulla civiltà Egea: civiltà cicladica:

  • L’arte cretese: testimonianze di reperti vascolari. Cenni sulla brocca di stile Kamares e di Gurnià. Semplice concetto del rapporto tra forma e decorazione:

  • L’architettura micenea:, la porta dei Leoni e semplice lettura della tomba di Atreo: concetto di Pseudocupola:

  • Concetti generali sulla civiltà e la nascita dell’arte greca: le origini risalenti alle popolazioni provenienti dai Balcani, gli Ioni, gli Eoli e i Dori :

  • I periodi dell’arte greca: Arcaio, Classico ed Ellenistico:

  • Cenni generali sulla Magna Grecia: presa coscienza della nascita dei templi:

  • Concetti generali sulla scultura Dorica, il Kleobis e il Biton, il Kouros di Milo: evoluzione e differenze formali.:

  • Concetti generali sull’inizio dell’età classica: le sculture dei frontoni del tempio di Aphaia ad Egina e del tempio di Zeus a Olimpia.

  • Concetto di composizione Paratattica e Sintattica:

  • Concetti generali sulle sculture a Tuttotondo: l’Auriga di Delfi e Zeus del Capo Artemision, il Discobolo di Murone e il Trono Ludovisi, il Doriforo e il Diadumeno di Policleto, i Bronzi di Riace e le sculture di Olimpia:

  • Il periodo classico: la scultura di Fidia, l’Acropoli di Atene, il Partenone:

  • Riflessioni sulla scultura e architettura del IV° secolo a.C.

  • Cenni sulle poetiche scultoree di Skopas, Prassitele e Lisippo:

  • Cenni sullo Studio del teatro greco :

  • Inizio dell’arte in Italia prima del dominio di Roma:

  • Concetti generali sulla nascita della civiltà Etrusca: la situazione storico artistica: il concetto della morte e dell’aldilà:

  • Concetti generali sul ’arte intesa come strumento per annullare gli effetti della morte:

  • Concetti generali sulla pittura Etrusca: le scene di costume poste all’interno delle tombe e la pittura vascolare: confronto e concetto di vita tra la civiltà Etrusca e quella Greca:

  • La scultura intesa come concezione dell’aldilà: le urne cinerarie, i Canopi e la loro interpretazione:

  • L’architettura etrusca: l’invenzione dell’arco:

  • Il tempio etrusco: cenni sulla sua strutturalità:

  • Cenni sulla nascita della civiltà romana, ciò che la caratterizza e le architetture che resero Roma un impero: vedi il teatro, l’anfiteatro Flavio, il foro, le terme, il concetto di Domus e di Villa, il Pantheon, la colonna Traiana e quella Aureliana, i quattro stili della pittura: Pompei ed Ercolano, l’arco di trionfo e la sua funzione, la Basilica:

  • Concetti generali sulla pittura parietale romana: i quattro stili:

  • Semplice lettura della colonna Traiana e quella Aureliana:

  • Concetti generali sui sarcofagi. Semplice lettura della statua equestre di Marco Aurelio in Campidolio a Roma. L’ Ara Pacis: semplici concetti:

  • La nascita del cristianesimo: le catacombe, concetti generali:

  • La basilica paleocristiana, cenni storici:

  • Cenni sull’architettura a Ravenna, esarcato di costantibopoli:

  • Semplice lettura del Sacello di Galla Placidia a Ravenna:

  • Semplice lettura del Mausoleo di Teodorico a Ravenna:

  • Lettura della chiesa di Sasn Vitale, Sant’ Apolinare Nuovo e sant’ Apolinare in Classe a Ravenna:

  • Concetti generali sul periodo Romanico ( XI- XII secolo ) La tecnologia romanica contrapposta a quella Bizantina:

  • Concetti generali sulla cattedrale romanica, gli elementi che la caratterizzano e la strutturalità degli spazi:

  • Cenni sulla cattedrale di Modena e la sua Storicità:

  • Cenni sulla cattedrale di Venezia, San Marco, e il ruolo storico che ebbe Venezia con la nascente cultura Gotica:

  • Cenni storici sul Battistero di San Giovanni a Firenze: la geometrizzazione intesa come concetto di razionalità:

  • Il decorativismo della chiesa di San Miniato al Monte a Firenze:

  • Concetti storici generali sul Campo dei Miracoli a Pisa. Le architetture che lo compongono, Cattedrale, la torre campanaria, il Battistero e il Cimitero, e il loro significato nella vita dell’uomo:

  • La poetica scultorea di Wiligelmo: cenni storico artistici: La genesi posta sul duomo di Modena:

  • Concetti generali sulla nascita del periodo Gotico :

  • Sintesi sull’opera di Benedetto Antelami:

  • Concetti generali sulla chiesa di Sant’ Antonio a Padova:

  • Concetti generali sulla Basilica di San Francesco ad Assisi: Basilica inferiore e superiore:

  • Concetti generali sulla Cattedrale di Siena e Orvieto:

  • Semplice lettura di: Santa Maria Novella, Santa Croce e Santa Maria del Fiore a Firenze:

  • Concetti generali sulla scultura pisana: i pulpiti di Nicola Pisano nel Battistero di Pisa e nel Battistero della Cattedrale di Siena in collaborazione con Giovanni Pisano e il collaboratore Arnolfo di Cambio:

  • Semplice lettura del pergamo di Giovanni Pisano a Pistoia e a quello nella Cattedrale di Pisa:

  • Concetto di circolarità per Nicola , Giovanni Pisano e Arnolfo di Cambio:

  • Concetti generali sulla pittura del XIII secolo: la poetica di Cimabue:

  • Cenni sulla presenza della scuola pittorica romana con Pietro Cavallini nella chiesa inferiore e nel transetto e sulla volta a crociera della chiesa superiore ad Assisi:

  • Cenni sulla pittura di Coppo di Marcovaldo: vedi Giudizio Universale nel battistero di San Giovanni a Firenze:

  • Semplice lettura dell’opera di Cimabue: “ La Madonna di Santa Trinità “:

  • Cenni sulla poetica pittorica Duccio di Buoninsegna e lettura dell’opera “ La Pala Rucellai del 1285 “ e la “ Madonna in Trono “ di Siena; opera dipinta d’ambo le parti. Nella parte anteriore è dipinta la Madonna in Trono, nella posteriore 14 formella sulla Passione:

  • La poetica pittorica di Giotto e lettura di alcune delle opere più significative quali: “ Il dono del mantello “, opera che segna la sua metrica spaziale,” La rinuncia dei beni “, “ Il miracolo della fonte “, “ La predica agli Uccelli “. Padova cappella Scrovegni con l’opera “ Il compianto sul Cristo morto “.




  • La poetica pittorica di Simone Martini:

  • Cenni storici sul periodo storico denominato Rinascimento.

Rovigo 09/ 06/ 2011 Il docente

Prof Lodovico Busson


I rappresentanti di classe:

_____________________________________________________



Programma svolto nella classe 3^ sez. C

Corso socio- PSICO- PEDAGOGICO a. s. 2010-2011



  • Caratteristiche generali del periodo preistorico. L’evoluzione dell’uomo nel passaggio dalla vita nomade e cacciatore, ad una vita sedentaria di allevatore e lavoratore della terra:

  • Il periodo preistorico dal punto di vista figurativo- scultoreo e pittorico; cenni sulla Architettura. I Menhir i Dolmen e i Cromlech. Gli insediamenti Nuragici e le coperture a ( Pseudocupola ). L’arte come magia:

  • Egitto e Mesopotamia: due civiltà a confronto: cenni delle principali testimonianze artistiche:

  • Mesopotamia: sviluppo di una civiltà non unitaria: 300 a. C. Sumeri, 2500 a. C. Accadi, 2000 a. C. Babilonesi:

  • Il popolo babilonese e le città stato: concetti generali dei due imperi, quello di Hammurabi e di Nabuccodonosor:

  • Mesopotamia e città fortificate, costruzione di dighe e canali, le vie di comunicazione:

  • Il tempio mesopotamico: la Ziggurat. Cenni sulla posologia costruttiva;

  • I quattro regni dell’epoca egiziana: Regno antico, Regno medio, Regno nuovo e Bassa Epoca: concetti generali

  • Il concetto di morte per il popolo egizio: la Mastaba forma a tronco di piramide tomba dei faraoni poi ( regno antico ) poi sepolcri di alti funzionari: le Piramidi:

  • Concetti generali sulla civiltà Egea: civiltà cicladica:

  • L’arte cretese: testimonianze di reperti vascolari. Cenni sulla brocca di stile Kamares e di Gurnià. Semplice concetto del rapporto tra forma e decorazione:

  • L’architettura micenea:, la porta dei Leoni e semplice lettura della tomba di Atreo: concetto di Pseudocupola:

  • Concetti generali sulla civiltà e la nascita dell’arte greca: le origini risalenti alle popolazioni provenienti dai Balcani, gli Ioni, gli Eoli e i Dori :

  • I periodi dell’arte greca: Arcaio, Classico ed Ellenistico:

  • Cenni generali sulla Magna Grecia: presa coscienza della nascita dei templi:

  • Concetti generali sulla scultura Dorica, il Kleobis e il Biton, il Kouros di Milo: evoluzione e differenze formali.:

  • Concetti generali sull’inizio dell’età classica: le sculture dei frontoni del tempio di Aphaia ad Egina e del tempio di Zeus a Olimpia.

  • Concetto di composizione Paratattica e Sintattica:

  • Concetti generali sulle sculture a Tuttotondo: l’Auriga di Delfi e Zeus del Capo Artemision, il Discobolo di Murone e il Trono Ludovisi, il Doriforo e il Diadumeno di Policleto, i Bronzi di Riace e le sculture di Olimpia:

  • Il periodo classico: la scultura di Fidia, l’Acropoli di Atene, il Partenone:

  • Riflessioni sulla scultura e architettura del IV° secolo a.C.

  • Cenni sulle poetiche scultoree di Skopas, Prassitele e Lisippo:

  • Cenni sullo Studio del teatro greco :

  • Inizio dell’arte in Italia prima del dominio di Roma:

  • Concetti generali sulla nascita della civiltà Etrusca: la situazione storico artistica: il concetto della morte e dell’aldilà:

  • Concetti generali sul ’arte intesa come strumento per annullare gli effetti della morte:

  • Concetti generali sulla pittura Etrusca: le scene di costume poste all’interno delle tombe e la pittura vascolare: confronto e concetto di vita tra la civiltà Etrusca e quella Greca:

  • La scultura intesa come concezione dell’aldilà: le urne cinerarie, i Canopi e la loro interpretazione:

  • L’architettura etrusca: l’invenzione dell’arco:

  • Il tempio etrusco: cenni sulla sua strutturalità:

  • Cenni sulla nascita della civiltà romana, ciò che la caratterizza e le architetture che resero Roma un impero: vedi il teatro, l’anfiteatro Flavio, il foro, le terme, il concetto di Domus e di Villa, il Pantheon, la colonna Traiana e quella Aureliana, i quattro stili della pittura: Pompei ed Ercolano, l’arco di trionfo e la sua funzione, la Basilica:

  • Concetti generali sulla pittura parietale romana: i quattro stili:

  • Semplice lettura della colonna Traiana e quella Aureliana:

  • Concetti generali sui sarcofagi. Semplice lettura della statua equestre di Marco Aurelio in Campidolio a Roma. L’ Ara Pacis: semplici concetti:

  • La nascita del cristianesimo: le catacombe, concetti generali:

  • La basilica paleocristiana, cenni storici:

  • Cenni sull’architettura a Ravenna, esarcato di costantibopoli:

  • Semplice lettura del Sacello di Galla Placidia a Ravenna:

  • Semplice lettura del Mausoleo di Teodorico a Ravenna:

  • Lettura della chiesa di Sasn Vitale, Sant’ Apolinare Nuovo e sant’ Apolinare in Classe a Ravenna:

  • Concetti generali sul periodo Romanico ( XI- XII secolo ) La tecnologia romanica contrapposta a quella Bizantina:

  • Concetti generali sulla cattedrale romanica, gli elementi che la caratterizzano e la strutturalità degli spazi:

  • Cenni sulla cattedrale di Modena e la sua Storicità:

  • Cenni sulla cattedrale di Venezia, San Marco, e il ruolo storico che ebbe Venezia con la nascente cultura Gotica:

  • Cenni storici sul Battistero di San Giovanni a Firenze: la geometrizzazione intesa come concetto di razionalità:

  • Il decorativismo della chiesa di San Miniato al Monte a Firenze:

  • Concetti storici generali sul Campo dei Miracoli a Pisa. Le architetture che lo compongono, Cattedrale, la torre campanaria, il Battistero e il Cimitero, e il loro significato nella vita dell’uomo:

  • La poetica scultorea di Wiligelmo: cenni storico artistici: La genesi posta sul duomo di Modena:

  • Concetti generali sulla nascita del periodo Gotico :

  • Sintesi sull’opera di Benedetto Antelami:

  • Concetti generali sulla chiesa di Sant’ Antonio a Padova:

  • Concetti generali sulla Basilica di San Francesco ad Assisi: Basilica inferiore e superiore:

  • Concetti generali sulla Cattedrale di Siena e Orvieto:

  • Semplice lettura di: Santa Maria Novella, Santa Croce e Santa Maria del Fiore a Firenze:

  • Concetti generali sulla scultura pisana: i pulpiti di Nicola Pisano nel Battistero di Pisa e nel Battistero della Cattedrale di Siena in collaborazione con Giovanni Pisano e il collaboratore Arnolfo di Cambio:

  • Semplice lettura del pergamo di Giovanni Pisano a Pistoia e a quello nella Cattedrale di Pisa:

  • Concetto di circolarità per Nicola , Giovanni Pisano e Arnolfo di Cambio:

  • Concetti generali sulla pittura del XIII secolo: la poetica di Cimabue:

  • Cenni sulla presenza della scuola pittorica romana con Pietro Cavallini nella chiesa inferiore e nel transetto e sulla volta a crociera della chiesa superiore ad Assisi:

  • Cenni sulla pittura di Coppo di Marcovaldo: vedi Giudizio Universale nel battistero di San Giovanni a Firenze:

  • Semplice lettura dell’opera di Cimabue: “ La Madonna di Santa Trinità “:

  • Cenni sulla poetica pittorica Duccio di Buoninsegna e lettura dell’opera “ La Pala Rucellai del 1285 “ e la “ Madonna in Trono “ di Siena; opera dipinta d’ambo le parti. Nella parte anteriore è dipinta la Madonna in Trono, nella posteriore 14 formella sulla Passione:

  • La poetica pittorica di Giotto e lettura di alcune delle opere più significative quali: “ Il dono del mantello “, opera che segna la sua metrica spaziale,” La rinuncia dei beni “, “ Il miracolo della fonte “, “ La predica agli Uccelli “. Padova cappella Scrovegni con l’opera “ Il compianto sul Cristo morto “.

  • La poetica pittorica di Simone Martini:

  • Semplice lettura dell’opera di Cimabue: “ La Madonna di Santa Trinità “:

  • Cenni storici sul periodo storico denominato Rinascimento.

Rovigo 09/ 06/ 2011 Il docente

Prof Lodovico Busson


I rappresentanti di classe:

_____________________________________________________



Programma svolto nella classe 4^ sez. D

Corso socio- PSICO- PEDAGOGICO a. s. 2010-2011


  • Concetti generali sul periodo storico- artistico denominato Manierismo ( 500 ):

  • Ultimo decennio del 400. Convergenza di interessi artistici tra la personalità di Bramante e di Leonardo da Vinci:

  • Sovvertimento degli aspetti più astratti della raffigurazione spaziale del primo rinascimento da parte di Bramante e Leonardo:

  • Il pensiero della monumentalità architettonica di Bramante coincidente con quella della figura umana:

  • Donato Bramante: Milano ricostruzione dell’antica chiesa di Santa Maria presso San Satiro e concetto spaziale centrale, attraverso affresco della zona altare:

  • Concetto di spazio per Bramante: non più struttura universale ma immagine della realtà:

  • Concetti generali sulla poetica pittorica di Leonardo: il disegno inteso come processo intellettuale:

  • Milano: lettura delle opere “ La Vergine delle rocce “ 1483. e il Furor dell’ “ Ultima Cena “ posta nel refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie 1495- 97:

  • Conoscenza da parte di Leonardo della pittura Fiamminga: Hugo Van Der Goes ( Firenze ):

  • Ermetismo e non Simbolismo nelle opere di Leonardo:

  • Concetti generali della poetica pittorica e scultorea di Michelangelo:

  • Lettura dell’alto rilievo della’opera intitolata “ Centauromacha “ ;

  • Michelangelo che riprende ed elabora l’antico: i sarcofagi tardo romani e la scultura di Giovanni Pisano e Donatello attraverso Bertoldo che fu allievo di Donatello:

  • Il concetto di troppo finito di Michelangelo attraverso le opere: “ Il Bacco e la Pietà di San Pietro “ inteso come l’opposto Matafisico del Fisico sfumato di Leonardo:

  • Il tema del desiderio con il Bacco contrapposto al tema del rimpianto della Pietà, evidente richiamo ai temi gotici- nordici della salma di Cristo adagiata in grembo alla Madonna:

  • Lettura dell’opera “ Il David “ del 1504 posto all’ingresso del palazzo della Signoria a Firenze:

  • Lettura della prima opera pittorica di Michelangelo: Il Tondo Doni e le opere di scultura e pittura più significative:

  • Contrapposizioni artistiche tra le poetiche di Michelangelo, Leonardo e Raffaello:

  • Confronti tra l’opera di Leonardo “ La Battaglia di Cascina “ e l’opera di Michelangelo “ La Battaglia di Anghiari “ vinte dai fiorentini e poste nella sala del Consiglio di Palazzo Vecchio a Firenze:

  • Lettura delle due Battaglie:

  • Opera esplicativa della poetica di Leonardo: “ La Gioconda “:

  • Raffaello allievo del Perugino; cenni storici:

  • Raffaello e “ Lo Sposalizio della Vergine “ 1504, contrapposto all’opera “ La consegna delle Chiavi “ del Perugino:

  • Concetto di Arte per Michelangelo e Raffaello: Creazione e Rivelazione:

  • Raffaello e lettura dell’opera “ Maddalena Doni “: la Ritrattistica:


  • Confronto tra il ritratto di Maddalena Doni di Raffaello e la Gioconda di Leonardo:

  • La poetica pittorica di Giorgione: la pittura veneta:

  • Lettura delle opere : I Tre Filosofi , La Madonna in Trono tra i santi Liberale e Francesco e La Tempesta:

  • Concetti generali sul periodo storico artistico denominato Barocco: il tema della “ Persuasione “:

  • Concetti generali sulla pittura di genere e i generi artistici: il ritratto, la natura morta, il paesaggio, le scene di vita quotidiana e di costume:

  • La poetica artistica dei cugini Carracci: Lodovico, Agostino e Annibale:

  • La poetica di Annibale e il suo legame con l’arte fiamminga:lettura dell’opera “ La Macelleria “

  • La poetica pittorica di Michelangelo Merisi da Caravaggio: il suo concetto di Realismo:

  • Lettura dell’opera “ Il Riposo in Egitto , la Vocazione di San Matteo e il concetto di dialogo, il Martirio di San Matteo, la Crocifissione di San Pietro, la Vocazione di San Paolo:

  • Caravaggio e il pensiero della Morte: “ la Natura Morta “ e la “ Morte della Madonna “, la “ Decollazione del Battista “:

  • Concetti generali della Scultura e dell’architettura barocca:

  • La poetica architettonica e scultorea di Gian Lorenzo Bernini:

  • L’opera artistica del Bernini e Roma intesa come città Immaginaria realizzata:

  • Il Classicismo di Bernini: lettura dell’opera; David e Apollo e Dafne:

  • Lettura del Ciborio posto sotto la Cupola di Michelangelo:

  • Il colonnato di Piazza San Pietro a Roma:

  • Lettura della statua di San Longino posta su un pilastro di San Pietro:

  • Lettura di Palazzo Barberini subentrato a Carlo Maderno:

  • L’acqua a Roma: le quattro fontane del Bernini:

  • Concetti generali sull’opera di Francesco Borromini:

  • Bernini e Borromini a Confronto: concetto di massima espansione spaziale e di contrazione:

  • Lettura dell’opera di Borromini “ San Carlo alle Quattro Fontane “e “ L’Oratorio dei Filippini “ e “ Sant’Ivo alla Sapienza a Roma:

  • La poetica di Baldassare Longhena e la lettura dell’opera “ La Chiesa della Salute “:

  • Concetti generali sulla poetica pittorica di Rubens:

  • Concetti generali sull’opera architettonica di Luigi Vanvitelli Con l’opera “ Reggia di Caserta “:

  • Il vedutismo di Canaletto con agganci con il vedutismo inglese: John Constable e William Turner:

Rovigo 09/ 06/ 2011 Il docente

Prof Lodovico Busson
I rappresentanti di classe:

_____________________________________________________




RELAZIONE FINALE
Classe 5^ F. Materia: Storia dell’Arte. Corso Artistico.

Anno scolastico 2010- 2011
Docente: Lodovico Busson.
La classe, composta da 11 femmine e 3 maschi, nell’arco dell’anno in corso ha dimostrato un discreto interesse verso la materia evidenziando una accettabile disponibilità e partecipazione che ha consentito di raggiungere una preparazione sufficientemente adeguata per alcuni, buona per altri. Gli/ le alunni sono in grado di conoscere, in maniera abbastanza approfondita, il profilo culturale di opere ed artisti presi in esame, analizzarne il contesto storico e motivare i propri giudizi critici attraverso una discreta e autonoma capacità di sintesi.

Per quanto riguarda l’esposizione orale, appare sufficientemente consolidata rispetto all’anno scorso, nell’acquisizione di un lessico più specifico.

L’esposizione scritta viceversa non presenta, nel complesso, se non per alcuni casi, problemi particolari: se sono preparati la struttura argomentativa è ordinata e abbastanza articolata altrimenti i concetti diventano disarticolati e criptici e la forma diventa penalizzante a livello di profitto.

La maggior parte degli/delle alunni ha lavorato con continuità conseguendo risultati accettabili, e talvolta buoni.

Il programma svolto durante l’anno scolastico 2010/ 011 ha ripreso e terminato quello previsto nella programmazione dell’anno 2009. Relativamente ai criteri didattici e le mete educative sono stati seguiti quelli concordati con la programmazione iniziale. Nell’arco dell’anno in corso il profitto medio ottenuto, e i criteri di valutazione adottati ho seguito le indicazioni concordate con la programmazione iniziale.

Per quanto riguarda il comportamento devo dire che è sempre stato corretto mentre i rapporti con le famiglie , ad eccezione di alcuni, si sono limitati ai soli incontri quadrimestrali.



Obiettivi in termini di conoscenze, competenze e capacità attinenti il percorso formativo.
Conoscenze

Cogliere gli aspetti più significativi del percorso storico-artistico assimilando i concetti fondamentali di ogni singolo periodo unitamente alle opere di architettura, scultura e pittura.

Semplice acquisizione della capacità di organizzare, in un discorso complessivo, i concetti fondamentali della materia.

Argomentare un concetto attraverso un linguaggio idoneo a motivare e a chiarire i contenuti contestualizzandoli alla realtà storica e sociale.



Competenze

Acquisizione delle capacità di organizzare, in un discorso complessivo, i concetti fondamentali della materia.

Collegare in forma corretta le conoscenze in una prospettiva pluridisciplinare.

Contestualizzare e argomentare,in modo coerente, gli argomenti attraverso un linguaggio pertinente alla materia.


Capacità

Saper presentare, in forma organica e critica gli aspetti principali della storia dell’Arte nel suo complesso.

Orientarsi nella comprensione dei documenti in possesso, vedi opere d’arte, contestualizzandole con osservazioni originali e personali.
Valutazione

La valutazione delle verifiche, orali e scritte, ha considerato in generale i seguenti parametri:



  • uso appropriato di un linguaggio specifico;

  • capacità di creare collegamenti tra gli argomenti presi in esame;

  • capacità di integrare i dati con osservazioni pertinenti;

  • capacità di rielaborazione e riflessione.

Il docente

Prof. Lodovico Busson



Programma svolto nella classe 5^ sez. F.

Corso artistico a. s. 2010-2011

  • Verismo e realtà sociale: approfondimenti storico-artistici. Il Naturalismo francese di Gustave Courbet;

  • La pittura realista: il movimento Macchiaiolo e Divisionista. La poetica pittorica do Honoré Daumier con l’opera “ Il Vagone di terza classe “, Il pensiero artistico di colui che si definiva “ Il commesso viaggiatore della rivoluzione “, Giovanni Fattori;

  • Le teorie sull’ottica di Chevreul e Rood: preludio per la nascita dell’Impressionismo e del Neoinpressionismo;

  • Il Divisionismo e il Simbolismo di Giuseppe Pellizza da Volpedo con l’opera “ Il Quarto Stato “ ex “ Fiumana “;

  • La poetica pittorica di Delacroix , massimo esponente del Romanticismo, con l’ opera “ La libertà che guida il Popolo “;

  • La poetica pittorica di Gericault, artista che chiuderà l’epoca napoleonica, con l’opera “ La zattera della medusa “;

  • Le opere più conosciute di Gericault e Delacroix a confronto;

  • Il maggior paesaggista francese dell’ottocento: Camille Corot, e il concetto del sentimento inteso come comunicazione della realtà interiore;

  • Dal Romanticismo al Futurismo con le seguenti problematiche: il tentativo da parte del neoclassicismo di condizionare l’arte a una Filosofia dell’arte ( 1750 ); valori e punti di riferimento tra neoclassicismo e romanticismo; concetto do romanticismo inteso come esperienza da vivere; concetto di Vita e Morte termini fondanti della concezione romantica dell’arte: spostamento del baricentro artistico dall’Italia alla Francia: il rientro dell’Italia con il Futurismo;

  • 1810 nascita del movimento Purista e del gruppo tedesco dei Nazareni;

  • La poetica pittorica di Francesco Hayez e lettura dell’opera “ Il Bacio “;

  • Cenni sulla pittura della Scapigliatura romantica lombarda, il loro colorismo luminoso avvicinabile all’Impressionismo;

  • Cenni sulla corrente realista francese dei pittori di Barbizon;

  • La poetica pittorica di Dominique Ingres;

  • Viaggio storico- artistico verso l’ Impressionismo;

  • La questione sociale: la poetica pittorica di Francois Millet e il mondo contadino a cui era legato. Per la prima volta i contadini diventano i protagonisti delle opere d’arte. Le teorie di Courbet sulla liberalizzazione della sensazione visiva da ogni esperienza acquisita e da qualsiasi cosa che ne potesse pregiudicare l’immediatezza;



  • La poetica pittorica del precursore dell’Impressionismo: Eduard Manet con la lettura dell’opera “ Colazione sull’erba “;

  • Il pessimismo e l’angoscia: la personalità e la poetica artistica di Van Gogh. Il legame con la pittura deformante di Daumier con l’opera “ I mangiatori di patate “ Il successivo cromatismo violento dei modi espressevi che determineranno l’appartenenza all’ Espressionismo.

  • Significato letterale di Impressionismo ed Espressionismo;

  • La poetica pittorica di Paul Cézanne: lettura dell’opera “ La casa dell’impiccato “ e “ Montagna Sante Victoire “;

  • 1839, La nascita della Fotografia. Courbet e il suo rapporto con l’immagine fotografica;

  • 1884, Il Neoimpressionismo di Seurat e Degas: radice delle ricerche strutturali dei Fauves e del Cubismo;

  • Il Simbolismo inteso come pura visività impressionista e anticipatore della concezione surrealista del sogno;

  • L’architettura degli Ingegnieri. Le costruzioni in ferro e l’avvento del calcestruzzo;

  • La costruzione della torre Eiffel a Parigi per l’esposizione del1889. La torre simbolo di Parigi. Struttura lineare che non interrompe la continuità dello spazio e quindi tipica architettura Plein- Air;

  • La poetica e l’opera di Paul Gauguin e la sua ricerca del primitivo;

  • Approfondimenti sulla poetica Neoimpressionista di Georges Seurat e Paul Signac;

  • La poetica dell’anticipatore della pittura Naif: Henri Rousseau;

  • La poetica pittorica di Toulose Lautrec e il suo virtuosismo lineare;

  • La crisi dell’arte come scienza europea: le difficoltà del rapporto tra Arte e Società. La dialettica tra le varie correnti dopo la prima guerra mondiale. Individuazione dei movimenti avanguardisti e delle linee di ricerca come l’ Informale;

  • L’ arte come Espressione: Impressionismo ed Espressionismo intesi come movimenti realisti in cui la realtà andrà al di là dei limiti dell’esperienza umana. Espressionismo inteso come comunicazione con la società diversamente dal Simbolismo il cui rapporto con la società è assente;

  • Contrasto dialettico tra Fauves e il decorativismo dell’Art Nouveau;

  • Pablo Picasso contrapposto ai Fauves: il periodo Blu e Rosa;

  • La poetica pittorica di Edvard Munch precursore dell’espressionismo con l’opera “ Bambina Malata del 1885/6 ;

  • Confronto tra l’opera di Munch “ Pubertà “ e l’opera di Kirchner “ Marcella “. Kirchner e Derain con l’opera “ Donna in camicia “ a confronto;

  • Munch: concetto della donna attraverso l’opera “ il Bacio “;

  • I giovani pittori Berlinesi sulla scia della pittura di Munch. La nascita delle Secessioni. Berlino1889;

  • Le secessioni: Monaco, prima secessione 1892, Vienna 1897, Berlino 1898




  • L’era del Modernismo e il concretizzarsi delle Avanguardie storiche. La poetica di Antoni Gaudi e lettura dell’opera più significativa: “ La Sagrada Famiglia “;

  • L’epoca del Funzionalismo: concetti generali sulla scuola della Bau- Haus;

  • La poetica pittorica di Joan Mirò intesa come arte ludica;

  • Il Futurismo italiano e i Der Blaue Reitter fondato da Kandinsky. 1911, la sua poetica pittorica;

  • La Metafisica di Giorgio De Chirico e il suo concetto dell’arte . Lettura dell’opera “ Le muse inquietanti “;

  • Il Dadaismo inteso come un’avanguardia negativa;

  • Il Surrealismo frutto della trasformazione del Dadaismo. La poetica di Salvator Dali con la lettura dell’opera “La persistenza della memoria “ 1931;



Eventuale programma dopo il 15-05-2011


  • Le tendenze artistiche del secondi trentennio del XX secolo;

  • L’epoca dell’Informale;

  • Le poetiche artistiche di Alberto Giacometti, Giuseppe Capogrossi, Henry Moor.

Rovigo li 15- 05- 2011. Il docente

Prof. Lodovico Busson



I rappresentanti di classe:
Benazzo Anna______________________________
Squarzanti Elena_____________________________

Programma svolto nella classe 3^ sez. F.

Corso Artistico a. s. 2010-2011


  • Inizio periodo rinascimentale :

  • Trapasso tra una civiltà eminentemente urbana ad una civiltà operosa: la città ideale di Pienza di Bernardo Rossellino:

  • Il concorso del 1401 sul tema “ Il sacrificio di Isacco “ per la realizzazione della formella da inserire nella seconda porta del battistero di San Giovanni a Firenze:

  • Filippo Brunelleschi e Lorenzo Ghiberti: lettura delle due formelle quadrilobe per la porta del battistero di Firenze:

  • Il concorso del 1418 per la realizzazione dell’incupolamento di Santa Maria del Fiore a Firenze:

  • Lettura della cupola realizzata da Filippo Brunelleschi per Santa Maria del Fiore:

  • Lettura delle due chiese realizzate da Filippo Brunelleschi: San Lorenzo e Santo Spirito a Firenze

  • La poetica pittorica di Masaccio e lettura di: “ Madonna e Sant’Anna e Madonna col bambino “ “ La crocifissione di Napoli e la Trinità di Firenze:

  • La Sagrestia vecchia e la Cappella de’ Pazzi: lettura della strutturalità:

  • Gli affreschi della cappella Brancacci a Firenze presso la chiesa del Carmine , opere di Masaccio:

  • I miracoli di San Pietro: lettura del “ Tributo della moneta “:

  • La poetica scultorea di Donatello: lettura del crocifisso ligneo di Santa Croce contrapposto a quello di Filippo Brunelleschi. Concetto di realismo e idealismo:

  • Donatello: lettura delle opere: David imberbe in bronzo, il David marmoreo, il San Giorgio marmoreo, l’Abacuc e Geremia opere a tuttotondo; il Banchetto di Erode a bassorilievo con la tecnica dello schiacciato:

  • Donatello: lettura dell’annunciazione posta in Santa Croce a Firenze e la Cantoria del 1429 contrapposta a quella di Luca della Robbia del 1440 in Santa Maria del Fiore:

  • L’invenzione della ceramica invetriata di Luca della Robbia:

  • Le sculture e i bassorilievi posti in Sant’Antonio a Padova: Il rilievo della Sepoltura, i miracoli di sant’Antonio e dell’Asina, la Madonna col Bambino:

  • Il Classicismo di Donatello attraverso la statua equestre del Gattamelata a Padova contrapposta a quella di Marco Aurelio in Campidoglio a Roma:

  • La poetica scultore di Jacopo della Quercia: Il monumento funebre dedicato a Ilaria del Carretto a Lucca nella chiesa di San Martino: il Portale di San Petronio a Bologna e le formelle deella Fonte Gaia a Siena:

  • Concetto di Bello nella cacciata di Adamo ed Eva di Masaccio e Adamo ed Eva di Masolino opere poste nella cappella Brancacci a Firenze:



  • La poetica architettonica di Leon Battista Alberti: la decorazione della facciata di Santa Maria Novella a Firenze, il tempio Malatestiano a Rimini, Palazzo Rucellai a Firenze e la chiesa di Sant’Andrea a Mantova:

  • La poetica e la personalità scultore a di Lorenzo Ghiberti : realizzazione e lettura delle formelle della terza porta del Battistero di San Giovanni denominate “ Le porte del Paradiso:

  • La poetica architettonica di Michelozzo: la biblioteca di San Marco a Firenze:

  • La poetica scultorea di Luca della Robbia:

  • La poetica scultorea di Bernardo Rossellino con il monumento funebre dedicato a Leonardo Bruni: lettura delle simbologie:

  • La poetica pittorica di Beato Angelico: lettura dell’Annunciazione, il Tabernacolo dei Linaioli:

  • La poetica pittorica e l’empirismo di Filippo Lippi: lettura “ la Madonna Corneto Tarquigna, concetto di spazio teorico e spazio empirico:

  • La poetica di Piero della Francesca: lettura dell’opera Il Battesimo di Cristo, il Sogno di Costantino e la storia della Croce in San Francesco ad Arezzo:

  • La poetica architettonica di Lucian Laurana e l’ambiente urbinate: Palazzo ducale:

  • La poetica pittorica del Pollaiolo contrapposto alla personalità artistica del periodo contemporaneo:

  • La poetica scultorea di Andrea del Verrocchio: lettura dell’opera “ La tomba di Giovanni e Piero de’ Medici in San Lorenzo a Firenze, la donna con il Mazzolino, l’incredulità di San Tommaso ( la gestualità ) , il monumento equestre di Bartolomeo Corleoni “:

  • Periodo storico denominato “ Manierismo “ : l’ermetismo pittorico di Sandro Botticelli ultimo artista rinascimentale:

  • Lettura delle opere: “ Giuditta “ messa in contrapposizione con l’ultimo periodo artistico di Filippo Lippi con il “ Banchetto di Erode “: la Primavera e la nascita di Venere:

  • La poetica pittorica di Andrea Mantegna, Pietro Perugino, Giovanni Bellini e Antonello da Messina:

  • Antonello da Messina: San Gerolamo, San Sebastiano:

  • Andrea Mantegna: Trittico di San Zeno, San Gerolamo condotto al supplizio, il Cristo morto:

  • Il periodo manierista. Concetti storico artistici generali:

  • Leonardo e Bramante personalità in contrapposizione:

  • Leonardo : lettura dell’opera “ la Vergine delle rocce “ e i suoi significati ermetici e “ L’Ultima Cena “:

  • Contrapposizione tra le poetiche artistiche di Leonardo, Michelangelo e Raffaello:

  • Le opere più significative di Raffaello:

  • La poetica del Giorgione e lettura delle opere; I tre Filosofi, la Tempesta, la Pala di Castelfranco:

  • La poetica scultorea di Michelangelo: lettura della “ Centauromachia “, il pensiero continuativo di una forma:



  • Esempi scultorei di troppo finito: il Bacco e la Pietà di San Pietro:

  • Michelangelo Pittore: lettura dell’opera “ il Tondo Doni “, “ La Battaglia di Cascina a confronto con la battaglia di Anghiari “ di Leonardo: la Volta della Cappella Sistina e in particolare la Creazione di Adamo: il progetto per la tomba di Giulio II: il Giudizio Universale:

  • Progetto per la Facciata di San Lorenzo a Firenze ad opera di Michelangelo,la cappella medicea con le tombe di Giuliano e Lorenzo de’ Medici: la piazza del Campidolio:

  • Le ultime pietà di Michelangelo e il concetto di non finito: pietà Bandini, Palestrina e Rondanini:

Il docente

Rovigo 09- 04- 2011 prof Lodovico Busson

I rappresentanti di classi:


___________________________________________
___________________________________________

Programma svolto nella classe 1^ sez. F.

Corso Artistico a. s. 2010-2011


  • Il periodo preistorico dal punto di vista figurativo- scultoreo e pittorico; analizzazione delle prime forme di architettura. I Menhir i Dolmen e i Cromlech. Il Nuraghe e i Trulli intesi come costruzioni autoportanti ( Pseudocupola ). L’arte come magia:

  • Egitto e Mesopotamia: due civiltà a confronto: studio delle principali testimonianze artistiche:

  • Mesopotamia: sviluppo di una civiltà non unitaria: 300 a. C. Sumeri, 2500 a. C. Accadi, 2000 a. C. Babilonesi:

  • Il popolo babilonese e le città stato: i due imperi quello di Hammurabi e quello di Nabuccodonosor:

  • Mesopotamia e città fortificate, costruzione di dighe e canali, le vie di comunicazione:

  • Il tempio mesopotamico: la Ziggurat. Cenni sulla posologia costruttiva;

  • I quattro regni dell’epoca egiziana: regno antico, regno medio, regno nuovo e bassa epoca:

  • Il concetto di morte per il popolo egizio: la Mastaba forma a tronco di piramide tomba dei faraoni poi ( regno antico ) poi sepolcri di alti funzionari: le Piramidi:

  • Approfondimenti sulla civiltà Egea: civiltà cicladica:

  • L’arte cretese: lettura testimonianze di reperti vascolari. La brocca di stile Kamares e quella di Gurnià. Rapporto tra forma e decorazione:

  • Il periodo Neopalaziale: il palazzo di Cnosso:

  • L’arte micenea: le mura di Tirinto, la porta dei Leoni e lettura della tomba di Atreo: concetto di Pseudocupola:

  • La civiltà e nascita dell’arte greca: le origini risalenti alle popolazioni provenienti dai Balcani, gli Ioni, gli Eoli e i Dori :

  • I periodi dell’arte greca: Arcaio, Classico ed Ellenistico:

  • Cenni sullo stile geometrico, la pittura vascolare e la Magna Grecia: studio e lettura della scultura e dell’architettura: i vari tipi di templi:


  • Le prime testimonianze scultoree della civiltà greca: le Xoane lignee. La scultura Dorica, il Kleobis e il Biton, il Kouros di Milo: evoluzione e differenze formali. Lettura dell’ Hera di Samo: approfondimenti sulla scultura Ionica:

  • Il tardo arcaismo e l’inizio dell’età classica: le sculture del frontone del tempio di Aphaia ad Egina: lettura delle due fasi della lotta dei greci contro Troia. Lettura delle sculture del tempio di Zeus a Olimpia.

  • Concetto di composizione Paratattica e Sintattica:

  • Lettura delle sculture a Tuttotondo: l’Auriga di Delfi e Zeus del Capo Artemision, il Discobolo di Murone e il Trono Ludovisi, il Doriforo e il Diadumeno di Policleto, i Bronzi di Riace e le sculture di Olimpia:

  • La pittura vascolare greca: caratteri generali:

  • Il periodo classico: la scultura di Fidia, l’Acropoli di Atene, il Partenone:

  • Riflessi dell’arte fidiaca: l’opera di Paionios:

  • Riflessioni sulla scultura e architettura del IV° secolo a.C.

  • La poetica scultorea di Skopa: testa di guerriero e le Menade:

  • La poetica scultorea di Prassitele: Afrodite di Cnido, gara tra Apollo e Marsia, l’Ermes con Dionisio:

  • La poetica scultorea di Lisippo con lettura dell’opera Apoxyomenos:

  • Studio del teatro greco :

  • L’Ellenismo: l’Acropoli di Pergamo, il Galata che si uccide, l’Ara di Zeus, la Nike di Samotracia :

  • Inizio dell’arte in Italia prima del dominio di Roma:

  • La nascita della civiltà Etrusca: approfondimenti storico_ artistici: il concetto della morte e dell’aldilà:

  • L’arte intesa come strumento per annullare gli effetti della morte:

  • La pittura Etrusca: lettura delle scene di costume poste all’interno delle tombe e la pittura vascolare: confronto e concetto di vita tra la civiltà Etrusca e quella Greca:



  • La scultura intesa come concezione dell’aldilà: le urne cinerarie, i Canopi e la loro interpretazione:

  • Lettura dei sarcofagi: il sarcofago degli Sposi:

  • Lettura della scultura fittile: l’Apollo di Veio di Vulca:

  • La scultura bronzea: la Lupa Capitolina, la Chimera d’Arezzo e L’arringatore Aulo Metello:

  • L’architettura etrusca: l’invenzione dell’arco:

  • Il tempio etrusco: studio della strutturalità:


Da approfondire:

  • Cenni sulla nascita della civiltà romana, ciò che la caratterizza e le architetture che resero Roma un impero: vedi il teatro, l’anfiteatro Flavio, il foro, le terme, il concetto di Domus e di Villa, il Pantheon, la colonna Traiana e quella Aureliana, i quattro stili della pittura: Pompei ed Ercolano, l’arco di trionfo e la sua funzione, la Basilica:

  • La nascita del cristianesimo: le catacombe, concetti generali:

  • La basilica paleocristiana, cenni storici:

  • Cenni sull’architettura a Ravenna, esarcato di costantibopoli:

  • Concetti generali sull’arte Romanica.

Rovigo 09- 06- 2011 il docente

Prof Lodovico Busson

______________________________

I rappresentanti:

________________________________________



________________________________________

Programma svolto nella classe 3^ sez. B.

Corso Scienze Umane a. s. 2010-2011


  • Ripasso degli aspetti più significativi del periodo Gotico:

  • Cenni sul periodo storico artistico del primo rinascimento: il 400: periodo considerato di gestazione in quanto passaggio dall’età Eroica all’età Borghese. Cenni sugli studi della città ideale; Pienza di Bernardo Rossellino progettata per conto di PioII Piccolomini e Ferrara con Biagio Rossetti:

  • Cenni sul concorso ( 1401 ) per la realizzazione delle formelle per la seconda porta del Battistero di San Giovanni a Firenze: titolo del concorso ( Il sacrificio di Isacco ):

  • Lettura della formella di Filippo Brunelleschi contrapposta a quella di Lorenzo Ghiberti:

  • Concorso ( 1418 ) per la realizzazione dell’incupolamento della chiesa di Santa Maria del Fiore a Firenze, progetto di Arnolfo di Cambio, vinto da Filippo Brunelleschi:

  • Risoluzione da parte di Brunelleschi degli aspetti Tecnico, Estetico e Ideologico- Urbanistico:

  • Cenni stilistici sulla chiesa di San Lorenzo di Filippo Brunelleschi:

  • Lettura della chiesa di Santo Spirito e L’ospedale degli Innocenti a Firenze progetto di Filippo Brunelleschi:

  • Cenni sulla poetica artistica di Masaccio: lettura degli aspetti essenziali del Tributo della Moneta nella cappella Brancacci a Firenze e della Trinità in Santa Maria Novella :

  • Cenni sulla poetica scultorea di Donatello e il suo realismo:

  • Il bassorilievo di Donatello e la tecnica dello schiacciato: cenni su alcune opere più significative:

  • Donatello a Padova: cenni sulle sculture di Sant’ Antonio a Padova:

  • Cenni sulla poetica scultorea di Jacopo della Quercia:

  • Cenni sulla poetica architettonica di Leon Battista Alberti:

  • La poetica artistica di Beato Angelico:

  • Beato Angelico contrapposto alla cultura artistica di Masaccio e Gentile da Fabriano:

  • La poetica architettonica di Michelozzo:

  • Lettura dell’opera di Michelozzo: la Biblioteca di San Marco a Firenze;

  • L’opera artistica di Luca della Robbia e L’invenzione della ceramica invetriata:

  • Luca della Robbia scultore contrapposto a Filippo Brunelleschi: le Cantorie di Santa Maria del Fiore:

  • Cenni sulla scultura di Bernardo Rossellino:

  • Cenni sulla poetica pittorica di Filippo Lippi:

  • Cenni sulla poetica scultorea di Paolo Uccello:

  • Cenni sulla poetica pittorica di Andrea del Castagno:



  • Cenni sulla poetica pittorica di Piero della Francesca: le opere: Il Battesimo di Cristo e le Storie della Croce in San Francesco ad Arezzo:

  • Cenni sulla poetica architettonica di Luciano Laurana e il Palazzo dei Montefeltro a Urbino:

  • La poetica pittorica di Andrea Mantegna:

  • Cenni sulla poetica scultorea di Andrea del Verrocchio:

  • Cenni sull’ultimo pittore del quattrocento: Sandro Botticelli:

  • Lettura delle opere La “ Primavera “ “ La Nascita di Venere “:

  • Cenni storico artisti del periodo denominato Manierismo:

  • Cenni sulla poetica pittorica del primo grande artista del 500: Leonardo da Vinci:

  • Semplici concetti sulla lettura dell’opera:” La Vergine delle Rocce “:

  • Semplici concetti sulla poetica e sulla personalità di Michelangelo:

  • Concetto di troppo finito e non finito:

  • I tratti maggiormente caratterizzanti delle maggiori opere michelangiolesche:

Rovigo 09- 06- 2011 il docente

Prof Lodovico Busson

______________________________

I rappresentanti:



Cortese Chiara e Zeminian Jessica



©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale