Relazione finale


L’ontologia: materia, anima, vicissitudine



Scaricare 229 Kb.
Pagina14/38
22.12.2019
Dimensione del file229 Kb.
1   ...   10   11   12   13   14   15   16   17   ...   38
2. L’ontologia: materia, anima, vicissitudine
La definizione della sostanza dell’universo

Nella Cena e nel De l’infinito il problema di determinare la sostanza che costi­tuisce l’universo e dalla quale hanno origine gli individui e i mondi innumere­voli rimane sullo sfondo. Per illustrare i fondamenti ontologici che sono alla ba­se della sua cosmologia, Bruno scrive il De la causa, principio e! uno, il più den­so, complesso e difficile dei dialoghi italiani. Qui il filosofo affronta in modo spe­cifico la questione di quale sia il fondamento della vita di tutti gli enti, di quale sia la sostanza prima e universale

Una duplice strategia definitoria

E lo fa seguendo una duplice strategia:

1) in primo luogo, lascia sfumare il problema tradizionale di Dio e della causa prima — estranei all’orizzonte speculativo dell’uomo —, per prendere invece in esame i caratteri dell’universo, interpretato come «ombra», ritratto, explicatio (in senso cusaniano)della divinità

2) in secondo luogo, questa analisi si sviluppa attraverso un confronto serrato con la tradizione, soprattutto aristotelica, facendo ricorso a termini come «mate­ria» e «forma», «potenza» e «atto», «principio» e «causa», «sostanza» e «ac­cidente», ma modificandone in profondità il significato, fino a trasfigurarlo






Condividi con i tuoi amici:
1   ...   10   11   12   13   14   15   16   17   ...   38


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale