Relazione tecnica



Scaricare 376.11 Kb.
Pagina1/14
01.06.2018
Dimensione del file376.11 Kb.
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   14

APPIA Energy S.r.l. - Massafra



Impianto di Produzione Energia Elettrica della potenza netta di 10 MW1 alimentato a CDR e biomasse

C.da Console - Massafra (TA)

RELAZIONE TECNICA

INDICE
  1. PREMESSA

  2. SITO

    1. Collegamenti e Accesso al Sito


    2. Inquadramento Urbanistico

    3. Dati Generali del Sito




  1. CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELL’IMPIANTO
    1. Modalità di Funzionamento


    2. Combustibili Utilizzati - Principali ed Ausiliari




  1. DESCRIZIONE DELL’IMPIANTO ESISTENTE = LINEA 1 =

    1. Dimensionamento e Descrizione del Ciclo Termico

    2. Sistema di Combustione e Generatore di Vapore

    3. Sistema di Trattamento Fumi

    4. Sistema di Raccolta, Stoccaggio ed Evacuazione delle Ceneri

    5. Ricevimento, Stoccaggio e Movimentazione Combustibile

    6. Sistema Elettrico

    7. Sistema di Automazione

    8. Sistemi Ausiliari

    9. Descrizione del Lay Out dell’Impianto




  1. IMPIANTO DI ADDENSAMENTO CDR (IN PROGETTO)



  1. DESCRIZIONE DELL’IMPIANTO IN PROGETTO = LINEA 2 =


    1. Generatore di Vapore e Sistema di Combustione

    2. Linea di Depurazione dei Fumi

    3. Reattore DENOx SCR
    4. Stoccaggio CDR


    5. Locale Deposito Oli, Grassi e Gas Tecnici

    6. Impianto Antincendio
    7. Interconnessione alla Rete Elettrica Nazionale





  1. CRITERI DI PROGETTO DEGLI IMPIANTI

    1. Protezione Ambientale

    2. Criteri di Protezione Antincendio



  1. CRITERI DI PROGETTO RELATIVI AI MALFUNZIONAMENTI ACCIDENTALI


    1. Rilasci Accidentali in Ambiente

    2. Deposito Oli Minerali

    3. Reagenti Chimici

    4. Impianti di Riduzione delle Emissioni

  2. GUASTI DI APPARECCHIATURE CHE POSSONO CAUSARE L’ARRESTO DELL’IMPIANTO

  3. PROVVEDIMENTI A PROTEZIONE DEL PERSONALE OPERATIVO

  4. ALLEGATI


1. PREMESSA

Il presente progetto riguarda la realizzazione della nuova linea di produzione di Energia Elettrica della Centrale Termoelettrica di Massafra (TA) alimentata a CDR e Biomasse.


L’impianto esistente è localizzato in località Console, nel comune di Massafra (Provincia di Taranto), e dista dal cui centro dista circa 2,7 km in direzione sud-est (Figura 1a). L’impianto inoltre è collocato da significativa distanza da frazioni minori del comune di Massafra (Campagna 1,5 km, Parco di Guerra 1,7 km, Masonchia 2,2 km).
Il sito confina:

  • a nord est con un’area agricola;

  • a nord ovest con una strada comunale;

  • a sud ovest con le vecchie discariche esaurite del Comune di Massafra e l’Impianto di Preselezione, Biostabilizzazione e produzione di CDR gestito dalla Soc. CISA S.p.A, concessionario del Comune di Massafra;

  • a sud est con un terreno incolto, di proprietà di Appia Energy, nel quale si sviluppa il progetto della seconda linea della centrale termoelettrica alimentata a CDR e Biomasse.

In prossimità dell’ingresso al sito, in direzione ovest si sviluppa la discarica di rifiuti solidi urbani del Comune di Massafra attualmente in esercizio. A sud del sito è inoltre presente la discarica di rifiuti solidi urbani del Comune di Statte.


Il sito, che occupa una superficie di circa 86.323 m2 (area di proprietà), risulta direttamente raggiungibile dalla S.S n.7 Via Appia, mediante la viabilità comunale di accesso sia alla discarica RSU che all’impianto di Preselezione, Biostabilizzazione e Produzione di CDR in esercizio.
Le premesse e le condizioni progettuali dell’impianto esistente e di quello in progetto sono del tutto analoghe, salvo dove diversamente specificato.
Alcune delle componenti ausiliarie e/o servizi saranno mantenuti comuni ai due impianti mentre saranno integralmente di nuova installazione tutte quelle componenti specifiche e/o dedicate a ciascun impianto di produzione energia.
Per linee architettoniche, per quanto possibile e compatibile con le nuove macchine, sono stati conservati i criteri costruttivi adottati per la linea esistente in modo da costituire un fronte senza soluzione di continuità particolarmente per quanto riguardai locali macchine e di controllo.
Negli allegati alla presente relazione sono mostrati gli stati di fatto attuale e l’assetto futuro dell’impianto.
Per quanto riguarda gli aspetti ambientali si rimanda integralmente alla sezione specifica dello Studio di Impatto Ambientale

Lo scopo dell’intervento è quello di raddoppiare la produzione di energia elettrica consentendo una maggiore capacità di smaltimento del CDR prodotto dagli impianti di cui al Piano Regionale dei Rifiuti e garantire una maggiore affidabilità del servizio.


La potenza finale dell’impianto con ambedue le linee di combustione e produzione di energia in condizioni di regime industriale sarà di 20 MW completamente scaricati sulla Rete di Trasmissione Nazionale (RTN).
Il collegamento delle due unità produttive avverrà tramite connessioni a 20/150kV tramite la Cabina Primaria (CP) di Massafra esistente.
La centrale attuale, ha potenza elettrica generata lorda nominale di12,25 MWe e termica nominale di circa 49,5 MWt ed è in esercizio dall’anno 2004 ed attualmente opera in forza della Determina Dirigenziale n. 6 del 18/01/2008 rilasciata dalla Provincia di Taranto - Settore Ecologia Ambiente.
Le opere presenti sono state edificate in virtù delle Concessioni Edilizie n. 60 del 17/03/2000, n. 37 del 19/02/2002 e n. 35 del 08/08/2003, della Delibera G.P. N. 224 del 06/08/2002, delle D.I.A. del 02/04/2004 prot n. 12997,del 28/06/2006 prot. n. 22046, del 15/05/2008 prot. n. 17628,del 22/07/2008 prot. n. 26311 e del 26/07/2009 prot.n.22834 e della comunicazione ai sensi degli artt.3 e 6 del D.P.R.n.380/2001 del 14/06/2010 prot.n.19673.
L’impianto esistente è costituito dalle seguenti componenti principali, di seguito analizzate e duplicate, dove necessario, per l’impianto futuro:

  • Sezione di Ricezione, Stoccaggio e Ripresa del Combustibile;

  • Sezione di Combustione e Generazione di Energia Elettrica;

  • Sistema di Trattamento Fumi;

  • Sistema di Evacuazione e Stoccaggio delle Ceneri provenienti dalla

    combustione;

Sono, inoltre, presenti in Centrale i seguenti sistemi ausiliari:



  • Raffreddamento in circuito chiuso;

  • Potabilizzazione e Produzione Acqua Demi;

  • Impianti di automazione;

  • Impianti Elettrici;

  • Biofiltro al servizio del locale di stoccaggio del CDR;

  • Impianto di estrazione polveri dal locale CDR.

In ALLEGATO 1 si riporta il lay-out della Centrale nell’assetto attuale, con indicazione delle sezioni di impianto precedentemente elencate, mentre nell’ALLEGATO 2 è riportato l’assetto futuro a progetto completato

La presente relazione descrive le caratteristiche principali dell’impianto di produzione di energia elettrica, utilizzante Combustibile Derivato da Rifiuti (CDR) e biomasse, realizzato nel Comune di Massafra in Provincia di Taranto, autorizzato, ai sensi dell’Art. 4 del DPR n° 53/98, nonché dell’Art. 17 del DPR 203/88, in virtù dei decreti del Ministero Industria Commercio ed Artigianato n. 021/2000 del 07/03/2000 e n. 019/2000 VL del 31/03/2000, sottoposto alle procedure semplificate per recupero energetico da rifiuti ai sensi degli Articoli 31 e 33 del D.Lgs 22/97 e sue successive modifiche ed integrazioni ed iscritto nel Registro delle Imprese della Provincia di Taranto che svolgono recupero energetico ai sensi dello stesso D.Lgs 22/97 con il numero 86, come da Determinazione del Dirigente Ecologia ed Ambiente della Provincia n.34 del 23/03/2002.

L’impianto, della potenza nominale netta di 10 MW, è ubicato a ca. 2,5 km dall’abitato di Massafra, nelle adiacenze del centro di smaltimento di rifiuti solidi urbani.






  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   14


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale