Repertorio P/P



Scaricare 2.18 Mb.
Pagina30/47
29.03.2019
Dimensione del file2.18 Mb.
1   ...   26   27   28   29   30   31   32   33   ...   47
Indicatori qualitativi

Qualità delle acque superficiali: classificazione SECA, SACA

Qualità delle acque sotterranee: stato chimico nitrati, fitofarmaci, stato ambientale SAAS, SCAS e SQUAS

Indicatori quantitativi.

Prelievi idrici per settore totali e per settore di attività (agricolo., industriale, civile)

Deficit idrico rispetto al D.M.V.


5.

Procedura di approvazione del Piano con particolare riferimento alle modalità e forme della partecipazione

La Provincia, in sede di Conferenza di Pianificazione, ha effettuato la concertazione con gli enti pubblici e con le associazioni socio-economiche, acquisendo valutazioni e proposte, nonché condivisione degli obiettivi e delle scelte sul Documento preliminare.

Successivamente ha acquisito le riserve regionali e le osservazioni sul il Piano adottato e pubblicato.

La Provincia ha dedotto sul Piano adottato tenendo conto delle riserve regionali e delle osservazioni

Attualmente il Piano non è ancora approvato definitivamente.

La Regione ha condotto l’istruttoria del Piano grazie ad un gruppo di lavoro tra Direzioni generali.

Per la predisposizione del Piano la Provincia si è avvalsa tra l’altro della collaborazione di ARPA, Servizio tecnico di bacino, Autorità di bacino, Consorzi di bonifica, nonchè del DISTART dell’Università di Bologna.



6.

Modalità e forme di partecipazione nella procedura di formazione, adozione e approvazione del P/P e nella gestione dello stesso

Invito alla Conferenza di pianificazione di tutti gli Enti previsti dall’art. 27 della LR 20/20000 e di altri portatori di interesse.

Pubblicizzazione degli atti: pubblicazione sul BUR e deposito presso la Provincia, la Regione, le Province contermini, i Comuni, le Comunità montane e gli Enti di gestione delle aree naturali protette della provincia.



7.

Definizione degli obiettivi generali e livello di integrazione con gli obiettivi esterni al P/P

Gli obiettivi principali perseguiti dal Piano attengono a:

  • risanamento dei corpi idrici inquinati

  • miglioramento della qualità delle acque e protezione di quelle destinate a particolari utilizzi di pregio

  • usi sostenibili e durevoli

  • potenziamento della capacità di autodepurazione dei corsi d’acqua, preservandone l’ecosistema, anche attraverso il rilascio del MDV.

Questi obiettivi sono meglio articolati in:

  • obiettivi di qualità ambientale dei corpi idrici superficiali e sotterranei

  • tutela integrata degli aspetti qualitativi e quantitativi nell’ambito di ciascun bacino idrografico

  • assegnazione e rispetto di valori limite agli scarichi di acque reflue e di drenaggio urbano

  • individuazione di misure per la prevenzione e la riduzione dell’inquinamento nelle zone vulnerabili e nelle aree sensibili

  • individuazione di misure per il risparmio, riutilizzo e riciclo della risorsa

Gli obiettivi sono integrati con quelli del PTA, del quale costituiscono approfondimento e potenziamento commisurato alle specificità e criticità territoriali provinciali.

Gli obiettivi sono inoltre integrati con quelli del Piano territoriale regionale e con quelli del Piano territoriale paesistico regionale.

Gli obiettivi sono integrati anche con quelli del Piano infraregionale delle attività estrattive, in particolare per l’uso come bacini ad uso plurimo delle cave dimesse e per il recupero naturalistico.

Gli obiettivi specifici sono integrati con gli altri obiettivi di tutela e di miglioramento disposti dal PTCP stesso ed in particolare con quelli attinenti la tutela dei soprassuoli vegetazionali e la costituzione ed il potenziamento della rete ecologica.



8.

Modalità di aggiornamento




II livello

10.

Processo di attuazione, modalità di verifica del P/P;

4. Modalità di riorientamento delle misure;



Per la verifica dell’efficacia delle azioni previste il Piano ha previsto nella VALSAT/VAS un sistema di monitoraggio al fine di contribuire alla verifica regionale delle misure previste dal PTA e per effettuare il monitoraggio a livello locale.


11.

Misure per l’attuazione degli obiettivi e modalità di riorientamento delle misure stesse


Strategie

- Tutela qualitativa dalle pressioni antropiche:

– tutela qualitativa attraverso interventi infrastrutturali per il trattamento degli scarichi puntuali e implementazione del collettamento degli scarichi

– contenimento degli impatti da fonti diffuse

– migliore gestione dei reflui provenienti dal comparto agro-zootecnico

– diminuzione delle pressioni antropiche nelle zone vulnerabili da nitrati e sistemi integrati per l’utilizzo agronomico dei reflui zootecnici

- Uso sostenibile e tutela quantitativa

- rilascio del MDV

- risparmio idrico nei settori civile, industriale, irriguo

- conservazione della risorsa attraverso Piani d’Ambito, Piani di conservazione e risparmio dei Consorzi di bonifica

- incremento dell’efficienza delle reti acquedottistiche e dei canali a scopo irriguo

- diffusione nell’edilizia civile dei sistemi di accumulo dell’acqua piovana e delle reti duali

- potenziamento delle interconnessioni tra le reti acquedottistiche

- uso della risorsa idrica per la produzione di energia ambientalmente sostenibile da fonte rinnovabile

- Incremento della disponibilità della risorsa ad uso plurimo

- realizzazione di bacini di accumulo a basso impatto ambientale per l’utilizzo a fini irrigui, per il mantenimento del DMV e per la creazione, ampliamento ed interconnessione di zone a pregio naturalistico- ambientale e di zone umide

- accumuli idrici per incrementare la ricarica delle falde

- Assetto sostenibile e compatibile del sistema insediativo

- ridurre il modello a tipo diffuso

- contenere l’ulteriore impermeabilizzazone del territorio

- definire indirizzi alla pianificazione comunale

- fornire indirizzi per l’inserimento di indicatori ambientali per le valutazioni ambientali (VAS) negli strumenti urbanistici comunali




elenco: download
download -> “L’arte degna di questo nome non rende il visibile : ma dissuggella gli occhi sull’invisibile” P
download -> Lineamenti di Storia della Scultura del Novecento 20 Astrattismo. Pevsner, Naum Gabo, Tatlin, Rodcenko, Vantongerloo, e altri comprimari. Wassily Kandinsky Primo acquerello astratto, 1910, Coll. Priv
download -> Ci hai fatti per Te e inquieto è IL nostro cuore finché non riposa in te
download -> Concesio, venerdì 24 settembre 2010 – XI colloquio internazionale di Studio dell’Istituto Paolo VI saluto del Vescovo mons. Luciano Monari
download -> La Preistoria La nostra Terra si è formata 5 miliardi di anni fa. Pian piano sulla Terra sono nate le prime forme di vita: all’inizio si trattava solo di organismi monocellulari
download -> Excursus sulla sociologia dei sensi
download -> Sören kierkegaard
download -> Dei bambini (0-6 anni) Pastorale battesimale. Schede operative a cura degli Uffici Pastorali Brescia 2014 Introduzione
download -> La gerusalemme liberata


Condividi con i tuoi amici:
1   ...   26   27   28   29   30   31   32   33   ...   47


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale