Repertorio P/P


PARCO REGIONALE VALLI DEL CEDRA E DEL PARMA



Scaricare 2.18 Mb.
Pagina40/47
29.03.2019
Dimensione del file2.18 Mb.
1   ...   36   37   38   39   40   41   42   43   ...   47

PARCO REGIONALE VALLI DEL CEDRA E DEL PARMA





DATI GENERALI































Atto istitutivo:










L.R. 24 aprile 1995, n. 46
















Superficie complessiva (ha):

9.236,0



















Superficie Parco (ha):

1.778,7



















Superficie Area contigua (ha):

7.457,2



















Superficie di proprietà pubblica (ha):

636,00

% superficie pubblica:




6,89%




Superficie demaniale:

432,00



















SIC/ZPS

IT4020020 - Crinale dell'Appennino Parmense parzialmente ricompreso (41,47%)











CONSORZIO DI GESTIONE






















Enti territorialmente interessati:

Amministrazione provinciale di Parma; Comunità Montana Appennino Parma Est; Comuni di Corniglio e Monchio delle Corti




altri Enti nel consorzio:

-




Sede:

Monchio delle Corti




Consiglio Consorziale:

data primo insediamento:

12/01/2005










Comitato Esecutivo:

data di nomina:

12/01/2005










Consulta:

data di nomina:

-










Comitato Tecnico Scientifico:

data di nomina:

14/09/2006











































STRUMENTI DI GESTIONE E PIANIFICAZIONE










Piano Territoriale del Parco:

no

fase iter PTP:

elaborazione
















Progetto di allargamento del Parco nei territori dei Comuni di Tizzano Val Parma, Corniglio e Monchio delle Corti:




Regolamento generale approvato:

no



















Regolamenti di settore approvati:

































pesca, attività venatoria




Statuto:










adeguato ai sensi L.R. 6/2005

Data:

18/04/2007




Programma di gestione e valorizzazione:

no




























nel 2004 redatto Programma di sviluppo, ma non adottato




Accordo agro-ambientale:

no


































DOTAZIONE ORGANICA






















Pianta organica:



Numero unità in Pianta organica:

5







Dipendenti a tempo indeterminato:

4



















Direttore: 1







Personale tecnico: 2

Personale amministrativo: 1




Personale vigilanza: 0




Personale manutenzione: 0


































Personale atipico (tempo determinato, co.co.co., ecc.)
















Totale personale atipico:

2



















Personale atipico a tempo pieno: 2

Personale atipico a tempo parziale: 0













Gestione associata:





















Funzioni condivise:

ufficio tecnico




Aree protette coinvolte:

Parco nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano e Parco regionale dell’Appennino modenese, Parco regionale di Montemarcello Magra, Parco nazionale delle 5 terre, Parco regionale delle Alpi Apuane (Progetto “Parchi di mare e d’Appennino”)




Progetto "Conservazione e gestione del Lupo" terminato nel 2005. Protocollo d’intesa con il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano ed il Parco Alto Appennino Modenese per attivare stabili forme di collaborazione fra i tre parchi: definizione di specifici progetti compartecipati, di convenzioni e organizzazione di forme di gestione associata di servizi, nell’ambito di diversi temi (conservazione della natura e della biodiversità, valorizzazione del patrimonio culturale, progettazione, gestione del territorio, sviluppo sostenibile, promozione del turismo; conservazione della natura, gestione faunistico venatoria, educazione ambientale, pareri e nulla osta, sviluppo rurale, gestione fauna ittica e pesca sportiva, politiche culturali e di conservazione del patrimonio storico con il Parco nazionale)




CARATTERISTICHE NATURALI







L’area protetta tutela il tratto orientale del crinale parmense non compreso nel Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano, le alte valli dei torrenti Cedra e Bratica e una parte del reticolo di valli formate dai vari rami del torrente

Parma.


L’alta valle del Cedra, con i suoi versanti modellati dalle glaciazioni quaternarie e rivestiti da boschi di faggio e praterie, ospita gli specchi d’acqua più ampi, come i laghi Verde e Ballano, collegati da condotte sotterranee e utilizzati per la produzione di energia elettrica già ai primi del ’900, e custodisce le torbiere di Prato Spilla e stazioni relitte di abete bianco, abete rosso e tasso. Salendo di quota compaiono vaccinieti e praterie impreziosite da rarità botaniche di derivazione alpina. Numerosi laghi e pozze temporanee si trovano sotto il crinale, dal quale si innalza la panoramica cima di monte Sillara (1.859 m), il maggior rilievo parmense. La dorsale montuosa che si stacca dal crinale in corrispondenza di monte Paitino separa l’alta valle del Cedra da quella del Parma, collegate attraverso il passo della Colla. A nord del passo si erge il monte Navert (1.653 m), che conserva importanti tracce delle glaciazioni terziarie. Querceti e castagneti rivestono la selvaggia valle del torrente Bratica, mentre nel settore più occidentale del parco spiccano alcuni rilievi ofiolitici.





































Altitudine:










min 620 m s.l.m.

max 1.859 m s.l.m.











































STATO DI CONSERVAZIONE DEL PATRIMONIO NATURALE
















Checklist flora:















anno Checklist:

2007






















numero totale specie flora:

105
















di interesse comunitario:

-
















di interesse nazionale:

-
















di interesse regionale LR 2/77:

-
















di interesse locale:

-

















































Checklist fauna:






anno Checklist:

2007






















numero totale specie fauna:

177
















fauna di interesse comunitario:

-
















fauna di interesse nazionale:

-
















fauna di interesse regionale:

-
















fauna di interesse locale:

-








































habitat di interesse comunitario:

20



















4060 Lande alpine e subalpine

5130 Formazioni di Juniperus communis su lande o prati calcarei

6170 Terreni erbosi calcarei alpini

6210* Formazioni erbose secche seminaturali e facies coperte da cespugli su substrato calcareo (Festuco



Brometalia)(*stupenda fioritura di orchidee)

6230* Formazioni erbose di Nardus, ricche di specie, su substrato siliceo delle zone montane(e delle zone

submontane dell'Europa continentale)

6410 Praterie in cui è presente la Molinia su terreni calcarei e argillosi (Eu-Molinion)

6430 Praterie di megaforbie eutrofiche

6520 Praterie montane da fieno (tipo britannico con Geranium sylvaticum)

7140 Torbiere di transizione e instabili

7230 Torbiere basse alcaline

8130 Ghiaioni del Mediterraneo occidentale e termofili delle Alpi

8210 Pareti rocciose con vegetazione casmofitica, sottotipi calcarei

8220 Pareti rocciose con vegetazione casmofitica, sottotipi silicicoli

8230 Rocce silicee con vegetazione pioniera del Sedo-Scleranthion o del Sedo albi-Veronicion dillenii

9110 Faggeti di Luzulo-Fagetum

9150 Faggeti calcicoli (Cephalanthero-Fagion)

91E0* Foreste alluvionali residue di Alnion glutinoso-incanae

9210* Faggeti degli Appennini di Taxus e di Ilex

9220* Faggeti degli Appennini Abies alba e faggeti di Abies nebrodensis

9260 Castagneti






Piano di gestione SIC/ZPS:

no


































STRUTTURE































Centri visita:

Monchio delle Corti (PR)




Punti informazioni:

Sedi di Monchio delle Corti e Corniglio, esercizi commerciali di Bosco di Corniglio (albergo Ghirardini), di Casarola (trattoria Tramaloni), rifugio di Lagdei; Castello di Torrechiara (Comune di Langhirano)




Strutture ricettive:

3 bivacchi in loc. Casarola, 4 bivacchi nella foresta demaniale del crinale (bivacco Schiaffino, Capanne di Badignana, Capanne Lago Scuro, bivacco Cagnin)




Altre strutture:

-





































VALUTAZIONE ATTIVITA' DI GESTIONE



















Anno 2006














































Entrate correnti (Euro)







Trasferimenti correnti (Euro)







contributo regionale:


elenco: download
download -> “L’arte degna di questo nome non rende il visibile : ma dissuggella gli occhi sull’invisibile” P
download -> Lineamenti di Storia della Scultura del Novecento 20 Astrattismo. Pevsner, Naum Gabo, Tatlin, Rodcenko, Vantongerloo, e altri comprimari. Wassily Kandinsky Primo acquerello astratto, 1910, Coll. Priv
download -> Ci hai fatti per Te e inquieto è IL nostro cuore finché non riposa in te
download -> Concesio, venerdì 24 settembre 2010 – XI colloquio internazionale di Studio dell’Istituto Paolo VI saluto del Vescovo mons. Luciano Monari
download -> La Preistoria La nostra Terra si è formata 5 miliardi di anni fa. Pian piano sulla Terra sono nate le prime forme di vita: all’inizio si trattava solo di organismi monocellulari
download -> Excursus sulla sociologia dei sensi
download -> Sören kierkegaard
download -> Dei bambini (0-6 anni) Pastorale battesimale. Schede operative a cura degli Uffici Pastorali Brescia 2014 Introduzione
download -> La gerusalemme liberata


Condividi con i tuoi amici:
1   ...   36   37   38   39   40   41   42   43   ...   47


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale