Repertorio P/P


Obiettivi definiti dalle Autorità di Bacino ai sensi dell’art. 44 del DLgs 152/99



Scaricare 2.18 Mb.
Pagina9/47
29.03.2019
Dimensione del file2.18 Mb.
1   ...   5   6   7   8   9   10   11   12   ...   47
Obiettivi definiti dalle Autorità di Bacino ai sensi dell’art. 44 del DLgs 152/99

Al fine di ottemperare a quanto stabilito dall’art. 44, le Autorità di Bacino del Po, del Reno, dei Bacini Regionali Romagnoli e del Marecchia-Conca, ricadenti nel territorio regionale, hanno definito obiettivi e priorità di interventi, per il bacino idrografico di competenza, deliberati dai rispettivi Comitati istituzionali.

La diversificazione fisica dei bacini idrografici ed il differente ordinamento istituzionale delle Autorità di bacino ha imposto di adottare differenti approcci analitici nell’individuazione delle criticità e nella definizione degli obiettivi a scala di bacino e delle priorità d’intervento.

La scelta è stata determinata, in primo luogo, dalle caratteristiche fisiche, dimensionali e antropiche del territorio, dall’importanza relativa dei fenomeni di degrado e dalla sensibilità sociale alle criticità riscontrate.

In secondo luogo, ha giocato un ruolo fondamentale la disponibilità o meno di utilizzare quale quadro conoscitivo di base gli studi propedeutici alla formazione di Piani stralcio di bacino riguardanti la tutela delle acque. Si deve, inoltre, considerare la differente articolazione amministrativa dei bacini idrografici, che possono comprendere i territori di più Regioni, come nel caso dell’Autorità di Bacino del fiume Po, fino a porzioni di territorio di un’unica Regione, come nel caso dell’Autorità dei Bacini Regionali Romagnoli.

L’analisi effettuata dalle Autorità di Bacino del Po, dei Bacini Regionali Romagnoli e del Marecchia-Conca ha evidenziato i fenomeni di inquinamento o di degrado che interessano i corpi idrici ricadenti sul territorio di interesse. L’Autorità di Bacino del Reno ha invece individuato le criticità con un maggiore grado di dettaglio territoriale, sulla base dei dati rilevati dalle reti regionali di monitoraggio, incentrando l’analisi sullo stato ambientale dei corpi idrici e sullo scostamento dagli obiettivi definiti dal D.Lgs. 152/99 e succ. mod.

L’Autorità di Bacino del Po ha definito obiettivi a scala di bacino, mentre le Autorità del Reno e del Marecchia-Conca hanno fissato obiettivi con un maggiore grado di dettaglio territoriale sia per i corpi idrici significativi che per i corpi idrici a specifica destinazione. L’Autorità dei Bacini Regionali Romagnoli ha effettuato una prima individuazione degli obiettivi a livello descrittivo.


elenco: download
download -> “L’arte degna di questo nome non rende il visibile : ma dissuggella gli occhi sull’invisibile” P
download -> Lineamenti di Storia della Scultura del Novecento 20 Astrattismo. Pevsner, Naum Gabo, Tatlin, Rodcenko, Vantongerloo, e altri comprimari. Wassily Kandinsky Primo acquerello astratto, 1910, Coll. Priv
download -> Ci hai fatti per Te e inquieto è IL nostro cuore finché non riposa in te
download -> Concesio, venerdì 24 settembre 2010 – XI colloquio internazionale di Studio dell’Istituto Paolo VI saluto del Vescovo mons. Luciano Monari
download -> La Preistoria La nostra Terra si è formata 5 miliardi di anni fa. Pian piano sulla Terra sono nate le prime forme di vita: all’inizio si trattava solo di organismi monocellulari
download -> Excursus sulla sociologia dei sensi
download -> Sören kierkegaard
download -> Dei bambini (0-6 anni) Pastorale battesimale. Schede operative a cura degli Uffici Pastorali Brescia 2014 Introduzione
download -> La gerusalemme liberata


Condividi con i tuoi amici:
1   ...   5   6   7   8   9   10   11   12   ...   47


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale