Responsabile del procedimento



Scaricare 1.05 Mb.
Pagina1/20
01.06.2018
Dimensione del file1.05 Mb.
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   20

COMUNE DI CAORSO

Provincia di Piacenza

Codice CIG: 164511797C

BANDO DI GARA

PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO NIDO D’INFANZIA E SERVIZIO “SOLO MENSA” DEL COMUNE DI CAORSO
In esecuzione della determinazione Serv. Soc. a contrattare n. 29 del 22/03/2011 esecutiva, é indetta procedura aperta per l'aggiudicazione del servizio in oggetto.
SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE
I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

Denominazione Stazione appaltante: Comune di Caorso

Sede Stazione appaltante: Piazza Rocca,1 –29012 Caorso (PC)

Responsabile del procedimento: Dr.ssa Repetti Samanta - Responsabile Servizi Sociali


Punti di contatto: Repetti Samanta- tel.0523/814729 fax 0523/814035 - e-mail: sociale.caorso@sintranet.it

sito internet: www.comune.caorso.pc.it.

Il capitolato d’oneri e il presente bando con i relativi allegati sono pubblicati sul sito internet della stazione appaltante e all’Albo Pretorio del Comune di Caorso; le richieste di chiarimenti potranno essere avanzate esclusivamente tramite posta ordinaria o fax.

Le offerte vanno inviate o consegnate a:

Comune di Caorso - Piazza Rocca, 1 - 29012 CAORSO (PC) - Ufficio Protocollo


SEZIONE II: OGGETTO DELL’APPALTO
II.1) DESCRIZIONE

II.1.1) Denominazione conferita all’appalto dall’amministrazione aggiudicatrice

Servizi educativi presso nido d’infanzia e servizio “solo mensa” del Comune di Caorso per gli a.s. 2011/2012 – 2012/2013-2013/2014.




II.1.2) Tipo di appalto e luogo di esecuzione

Servizi. Categoria di servizio: 25; CPC 93; CPV (Vocabolario comune per gli appalti) 85310000-5 (Servizi di assistenza sociale).

Trattandosi di servizio contemplato nell’Allegato IIB al D. Lgs. N. 163/2006, l’applicazione del D.Lgs. 163/2006 avverrà, a norma dell’art. 20 dello stesso, limitatamente agli articoli 65, 68 e 225. L’applicazione di altri articoli del D.Lgs. n. 163/2006 si intende limitata a quelli espressamente richiamati, oltre che nella determinazione Serv. Soc. a contrarre n. 29 del 22/03/2011, nel presente bando e nel capitolato d’appalto.

Luogo principale di esecuzione: nido d’infanzia del Comune di Caorso, mensa comunale; Ufficio Servizi Sociali dell’Ente appaltante (sede comunale).


II.1.3) Breve descrizione dell’appalto:

Il servizio per il quale è bandita la presente gara d’appalto consiste nella esecuzione di tutte le prestazioni indicate nel capitolato d’appalto, che sarà da considerarsi a tutti gli effetti parte integrante del contratto.

Ai fini di quanto disposto dall’art.37 comma 2 D.Lgs.163/2006, si precisa che il servizio di cui si tratta non è suscettibile di distinzione delle prestazioni in principali e secondarie. In caso di R.T.I. o consorzi a norma dell’art.37 D.Lgs.n.163/2006, gli offerenti dovranno specificare nell’offerta le parti del servizio che saranno eseguite dai singoli operatori economici e con quali modalità.
II.1.4) Divisione in lotti

Non ammessa. L’offerta deve riguardare la totalità delle prestazioni richieste. L’offerta parziale sarà motivo di esclusione dalla gara.


II.1.5) Varianti

Non ammesse.


II.1.6) Subappalto

Non ammesso.


II.1.7) Avvalimento

Ammesso nei limiti previsti dall’art.49 comma 7, come meglio specificato nella Sezione III.2.3.


II.2) ENTITÀ DELL’APPALTO, PRINCIPALI MODALITA’ DI FINANZIAMENTO E DI PAGAMENTO
II.2.1) Entità totale – Importo a base d’asta

L’importo complessivo presunto stimato del presente appalto è stabilito in € 277.124,07 (IVA di legge esclusa).

Gli importi a base d’asta sono i seguenti:


  1. il costo unitario orario dell’educatore comprensivo di oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso definito in € 22,43 (iva esclusa)– prezzo base d’asta € 22,23 (iva esclusa). Nel prezzo unitario si intendono interamente compensati la fornitura dei materiali necessari allo svolgimento del servizio (vestiario e quant’altro si renda necessario), le prestazioni del personale, le spese accessorie, gli obblighi e gli oneri previsti nel capitolato.

  2. il costo unitario orario dell’Addetto all’infanzia con funzioni non educative e dell’Assistente dei Servizi Tutelati comprensivo di oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso definito in € 19,57 (iva esclusa)– prezzo base d’asta € 19,37 (iva esclusa). Nel prezzo unitario si intendono interamente compensati la fornitura dei materiali necessari allo svolgimento del servizio (vestiario, quant’altro si renda necessario), le prestazioni del personale, le spese accessorie, gli obblighi e gli oneri previsti nel capitolato.


II.2.2) Opzioni

La stazione appaltante si riserva la facoltà di cui all’art. 57, comma 5, lett. b), del D. Lgs. n. 163/2006.


II.2.3) Principali modalita’ di finanziamento e di pagamento

Fondi propri del bilancio comunale.

I pagamenti saranno effettuati con le modalità indicate dal capitolato.
II.3) DURATA DELL’APPALTO

Periodo di svolgimento del servizio: a.s. 2011/2012 – a.s. 2012/2013 – a.s.2013/2014



SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO E TECNICO
III.1) CAUZIONE PROVVISORIA, CAUZIONE DEFINITIVA, VERSAMENTO ALL’AUTORITÀ PER LA

VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI
L’offerta dei concorrenti deve essere corredata, a pena di esclusione, da:


      • una garanzia, a titolo di cauzione provvisoria, costituita a norma dell’art. 75 del D. Lgs. 163/2006, pari all’l % (uno per cento) dell’importo d’appalto di cui al punto II.2.1) del presente bando, corrispondente ad € 2.771,24 (importo già ridotto del 50% in applicazione dell’art. 75, comma 7, del D. Lgs. n. 163/2006, in quanto la presente procedura di gara prevede tra i requisiti per la partecipazione il possesso della certificazione del sistema di qualità UNI EN ISO 9001:2000, come meglio specificato al punto III.2.3.3). Tale garanzia potrà essere costituita sotto forma di fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell’elenco speciale di cui all’art. 107 del D.Lgs. N. 385/1993 che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, valida almeno per 180 giorni dalla data stabilita per l’apertura delle offerte. In tal caso la garanzia dovrà essere accompagnata da una dichiarazione sostitutiva, a firma del funzionario responsabile dell’Istituto bancario o assicurativo o dell’intermediario finanziario emittente, recante l’indicazione dei dati anagrafici, della qualifica e degli estremi dell’atto di conferimento dei poteri di firma e di rappresentanza relativi al predetto funzionario. Tale dichiarazione dovrà essere corredata da fotocopia di un valido documento di identità del sottoscrittore. La fideiussione dovrà prevedere espressamente la rinuncia all’eccezione di cui all’art.1957, comma 2, del codice civile.



Non è ammessa la presentazione di assegni bancari, né di assegni circolari, né di denaro contante.
In caso di R.T.I. o consorzio ordinario non ancora formalmente costituiti, la cauzione provvisoria deve essere intestata a tutti i soggetti che intendono raggrupparsi o consorziarsi a pena di esclusione immediata.

La stazione appaltante provvederà, con tempestività e comunque non oltre 30 giorni dall’aggiudicazione, a svincolare ai non aggiudicatari detta garanzia, ai sensi dell’art.75, comma 9, del D.Lgs. n. 163/2006.




  1. impegno di un fideiussore a rilasciare la garanzia fideiussoria (cauzione definitiva) per l’esecuzione del contratto, di cui all’art. 113 del D. Lgs. n. 163/2006, qualora l’offerente risultasse aggiudicatario. In caso di R.T.I., tale impegno dovrà essere espressamente riferito a ciascuna impresa partecipante al raggruppamento.




  1. attestazione di avvenuto pagamento del contributo per la partecipazione alla procedura di gara, ai sensi della deliberazione del 15 febbraio 2010 dell’Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture. Il pagamento della somma di € 20,00 quale contributo a favore dell’Autorità di Vigilanza sui contratti Pubblici; secondo quanto stabilito dalla stessa Autorità, il pagamento del contributo può essere effettuato con le seguenti modalità:

  • online mediante carta di credito dei circuiti Visa, MasterCard, Diners, American Express. Per eseguire il pagamento sarà necessario collegarsi al “Servizio riscossione” e seguire le istruzioni a video oppure l’emandato manuale del servizio.




  • In contanti, muniti del modello di pagamento rilasciato dal Servizio di riscossione, presso tutti i punti vendita della rete dei tabaccai lottasti abilitati al pagamento di bollette e bollettini.

In caso di R.T.I. già costituita o non ancora costituita, il versamento è unico ed è effettuato dalla ditta qualificata come capogruppo.
Si ricorda che prima della stipula del contratto l’operatore economico aggiudicatario dovrà presentare:

  1. garanzia fideiussoria definitiva nella misura e nei modi previsti dall’art. 113 del D. Lgs. N. 163/2006 e successive modificazioni

  2. polizze assicurative indicate nel capitolato d’appalto.


III.2) REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE
III.2.1) Riservato ad una particolare professione: SI
III.2.2) Obbligo di menzionare le qualifiche del personale: SI
III.2.3) Soggetti ammessi – Requisiti per la partecipazione

Sono ammessi alla partecipazione alla gara i soggetti di cui all’art. 34, comma 1, del D.Lgs. n. 163/2006.

I raggruppamenti temporanei di imprese ed i consorzi ordinari di concorrenti di cui all’art.34 comma 1 lett. d) ed e) sono ammessi nei limiti e con le modalità di cui all’art.37 del D.Lgs. n. 163/2006.

E’ inoltre consentita la partecipazione di soggetti con sede in altri stati membri dell’Unione Europea alle condizioni di cui all’art. 47 del D.Lgs. n. 163/2006.

E’ ammesso l’avvalimento nei limiti di cui all’art.49 comma 7, come meglio specificato di seguito ai punti III.2.3.2. (requisiti economici) e III.2.3.3 (requisiti tecnici).

Sono esclusi dalla partecipazione i soggetti che si trovino in una delle condizioni di cui all’art.38 D.Lgs.163/2006.


III.2.3.1) Requisiti di ordine generale e di idoneità professionale

L’offerente dovrà, alla data di pubblicazione del bando, possedere a pena di esclusione i seguenti requisiti:



  1. iscrizione nel Registro delle Imprese per attività attinente all'oggetto dell'appalto. In caso di concorrente residente in altro Stato dell'Unione Europea: iscrizione in uno dei registri professionali o commerciali secondo le modalità vigenti nello Stato di appartenenza, con indicazione di: numero e data di iscrizione, forma giuridica, durata, nominativi, carica e qualifiche dei titolari/soci/direttori tecnici/amministratori con poteri di rappresentanza dell'impresa stessa ed attività esercitata conforme all’oggetto della gara.

  2. iscrizione, se cooperative, all’Albo delle società cooperative, istituito con D.M. 23/06/2004 (pubblicato sulla G.U.R.I. N. 162 del 13/06/2004);

  3. assenza delle cause di esclusione di cui all’art. 38 del D.Lgs. n. 163/2006 e successive modificazioni nonché insussistenza di qualsiasi altra situazione prevista dalla legge come causa di esclusione dalle gare d’appalto o come causa ostativa alla conclusione di contratti con la pubblica amministrazione, anche con riferimento alla Legge 575 del 31 maggio 1965 (“Disposizioni contro la mafia”) e succ. mod.;

  4. inesistenza dei piani individuali di emersione di cui all’art. 1-bis, comma 14, della Legge n. 383/2001 e successive modificazioni ovvero avvenuta conclusione del periodo di emersione;

  5. regolarità contributiva alla data di presentazione dell’offerta;

  6. assenza di situazioni di controllo di cui all’art. 2359 del codice civile con altre imprese partecipanti alla gara e inesistenza di unico centro decisionale, ai sensi art. 34, comma 2, D. Lgs. n. 163/2006;

Il concorrente attesta il possesso dei requisiti mediante dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, da redigersi in conformità ai modelli “ALLEGATO A” e “ALLEGATO B”, allegati al presente bando di gara, che formano parte integrante e sostanziale del bando medesimo.


In caso di R.T.I., i suddetti requisiti devono essere posseduti da ciascuna delle singole imprese partecipanti al R.T.I. stesso.

Anche i consorziati, relativamente ai quali i consorzi dichiarano di concorrere, devono possedere i requisiti generali per la partecipazione alle gare d’appalto e presentare le dichiarazioni di cui ai modelli “ALLEGATO A” e “ALLEGATO B” allegati al presente bando di gara.


OBBLIGO DI SOPRALLUOGO – Allo scopo di assicurare la piena conoscenza ai concorrenti del servizio di cui trattasi, si precisa che è obbligatoria, pena esclusione, l’effettuazione di sopralluogo, in presenza di personale del servizio sociale. Le ditte interessate dovranno recarsi nelle mattinate dei giorni di martedì 10 e mercoledì 11 maggio 2011 dalle 8,00 alle 13,00 , esclusivamente previo appuntamento telefonico (0523/814729 – 0523/814730) necessariamente accompagnate da personale del servizio sociale. Il personale indicato provvederà a rilasciare certificazione dell’avvenuto sopralluogo; detto certificato dovrà essere allegato alla documentazione amministrativa da presentarsi in sede di gara. Il sopralluogo dovrà essere effettuato dal Titolare o Rappresentante Legale dell’Impresa o da dipendente dell’Impresa interessata munito di procura o di delega, esclusivamente con l’assistenza del personale del servizio di cui sopra. Si precisa che chi interverrà al sopralluogo potrà farlo solo ed esclusivamente per un’unica ditta.
III.2.3.2) Requisiti di capacità economica e finanziaria

L’impresa concorrente dovrà, a pena di esclusione:



  1. possedere un fatturato globale d’impresa relativo agli ultimi tre esercizi (2008/2009/2010) mediamente non inferiore ad € 554.248,14 (il doppio dell’importo posto a base di gara); è ammesso l’avvalimento nella misura massima del 30% della somma suindicata;

  2. aver svolto negli ultimi tre anni (2008-2009-2010) servizi analoghi a quelli oggetto di gara per un importo non inferiore complessivamente all’entità totale posta a base d’asta di € 277.124,07; è ammesso l’avvalimento nella misura massima del 15% della somma indicata;

  3. non aver riportato perdite d’esercizio nell’ultimo triennio 2008-2009-2010.

In caso di Raggruppamenti Temporanei di Impresa:

- i requisiti di cui ai punti a) e b) dovranno essere posseduti nella misura minima del 60% da parte dell’impresa capogruppo e nella misura minima del 20% da parte di ciascuna mandante, fermo restando che il R.T.I. nel suo complesso dovrà soddisfare i requisiti in misura totale, come prescritto per il concorrente singolo;

- il requisito di cui al punto c) dovrà essere posseduto da tutte le imprese.


Controllo sul possesso dei requisiti nel corso della gara : Ai sensi dell’art.48 del D.lgs.vo del 12 aprile 2006, n.163 la Commissione di gara, prima di procedere all’apertura delle buste contenenti le offerte economiche, richiede ad un numero di offerenti non inferiore al 10% delle offerte presentate, arrotondate all’unità superiore, scelti con sorteggio pubblico, di comprovare entro otto giorni dalla data della richiesta medesima, il possesso dei requisiti di capacità economica finanziaria e tecnico organizzativa richiesti. Qualora tale prova non sia stata fornita ovvero non confermi le dichiarazioni contenute nell’offerta la stazione appaltante provvede all’escussione della cauzione provvisoria e agli adempimenti inerenti e conseguenti. Gli offerenti chiamati a comprovare i suddetti requisiti dovranno presentare la seguente documentazione a dimostrazione degli stessi, qualora essi non l’abbiano facoltativamente fatto in fase di ammissione alla gara:

  • Bilanci approvati e depositati negli ultimi tre anni, corredati dalla relativa nota e riclassificati in conformità alle direttive europee per i soggetti tenuti alla redazione degli stessi, ovvero per i soggetti non tenuti alla redazione del bilancio con idonea documentazione sempre relativa agli ultimi tre anni, quale dichiarazione annuale dei redditi e Modello Unico;

  • Certificati rilasciati e vistati dalle amministrazioni o dagli enti medesimi, se trattasi di servizi prestati a favore di amministrazioni o enti pubblici; se trattasi di servizi prestati a privati, l’effettuazione effettiva della prestazione è dichiarata da questi o, in mancanza, dallo stesso concorrente.


III.2.3.3) Requisiti di capacità tecnica

L’impresa concorrente dovrà, a pena di esclusione:



  1. possedere la certificazione di sistema di qualità UNI EN ISO 9001:2000, in corso di validità, rilasciata per la tipologia di servizio oggetto della presente gara da soggetti accreditati ai sensi delle norme europee della serie UNI CEI EN 45000 e della serie UNI CEI EN ISO/IEC 17000;

  2. aver svolto, nell’ultimo triennio (2008-2009-2010), almeno n.1 servizio di nido d’infanzia comprovato da certificazione rilasciata dall’Ente medesimo che indichi a pena di inammissibilità i seguenti elementi: l’oggetto del servizio svolto, la tipologia degli utenti destinatari, il periodo in cui esso è stato prestato, il numero di ore effettuate, l’attestazione del buon esito della prestazione del servizio;

SEZIONE IV: PROCEDURA
IV.1)NUMERO DI RIFERIMENTO ATTRIBUITO DALL’AVCP

CODICE IDENTIFICATIVO GARA (CIG): 164511797C


IV.2) TIPO DI PROCEDURA

L’appalto sarà affidato con procedura aperta ai sensi dell’art. 55, comma 5, del D.Lgs. N. 163/2006.

Si procederà anche in caso di una sola offerta ritenuta valida.

Nel caso in cui non venga presentata alcuna offerta o alcuna offerta appropriata, la stazione appaltante si riserva la facoltà di procedere a norma dell’art.57 del D.Lgs.163/2006.


IV.3) CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

Il criterio utilizzato per la valutazione delle offerte sarà quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa.


IV.3.1) Attribuzione dei punteggi

L’appalto sarà aggiudicato mediante procedura aperta, ai sensi dell’art. 3 comma 37 e art. 55 del D.Lgs. N.163/2006, con aggiudicazione a favore dell’offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell’art. 83 del D.LGS. 163/2006, valutata in base al punteggio attribuito dalla Commissione Giudicatrice che assegnerà i punteggi ad ogni offerta sulla base dei seguenti 2 elementi:



  • Offerta economica: massimo punti 30

  • Offerta tecnica: massimo punti 70

Il punteggio totale di ogni ditta partecipante, per un massimo complessivo di 100 punti, si otterrà sommando i punteggi relativi all’offerta economica e all’offerta tecnica. Sarà considerata pertanto vincitrice la ditta che avrà ottenuto il punteggio più alto.

Qualora un partecipante non raggiunga almeno 35 punti nell’offerta tecnica, lo stesso sarà escluso dal procedimento di aggiudicazione senza procedere all’apertura dell’offerta economica.
A) OFFERTA ECONOMICA max punti 30.

Il massimo punteggio verrà attribuito alla ditta che avrà offerto il minor corrispettivo, iva esclusa, rispetto ai costi unitari posti a base d’asta. L’offerta economica, espressa in un unico ribasso percentuale per ciascuno dei prezzi posti a base di gara, indicati sia in cifre sia in lettere, dovrà essere presentata secondo “Allegato C” in tutte le sue parti, a pena di inammissibilità dell’offerta economica.


L’attribuzione del punteggio all’offerta economica avverrà così come di seguito indicato:

1) costo orario educatore …………….…………………………………….…………………………………punti 20
2 ) costo orario Addetto all’infanzia con funzioni non educative e Assistente dei servizi tutelari …..…………………………..………………………………………………………….……………….…………..punti 10
Il punteggio massimo verrà assegnato all’offerta economica più bassa per ciascuna voce di costo.

Alle altre offerte si attribuiranno punteggi mediante la seguente proporzione:



1) PREZZO OFFERTO : PREZZO PIU’ BASSO = 20 : PUNTEGGIO DA ASSEGNARE

2) PREZZO OFFERTO : PREZZO PIU’ BASSO = 10 : PUNTEGGIO DA ASSEGNARE

B) OFFERTA TECNICA: max punti 70
Il punteggio relativo alla proposta tecnica è riferito alla qualità del servizio che la ditta è in grado di garantire ed è dato dalla somma dei punteggi attribuiti alle singole componenti di seguito indicate:
B.1 - Progetto PEDAGOGICO NIDO D’INFANZIA……………………………………Fino a punti 36

Il progetto dovrà evidenziare sotto il profilo pedagogico, presupposti teorici, finalità, linee di intervento e scelte metodologiche, con particolare riferimento al periodo di ambientamento dei bambini/e, modalità di lavoro degli operatori, modalità di documentazione delle attività, metodologie osservative, modalità di relazione con i bambini e partecipazione delle famiglie, valorizzazione delle differenze strategie di integrazione di bambini con deficit, modalità di rapporto con altre agenzie educative con particolare attenzione ai percorsi di continuità.




  • CARATTERISTICHE PROGETTO EDUCATIVO DIDATTTICO

I punteggi sono assegnati sulla base del seguente criterio: _________________punti massimi assegnabili 18

Progetto incompleto ____________________ punti 0

Progetto non esauriente__________________punti 3

Progetto sufficiente______________________punti 9

Progetto buono__________________________punti 12

Progetto ottimo__________________________punti 18


Approfondita descrizione delle linee progettuali che si intendono realizzare (metodo di lavoro previsto,uscite didattiche, attività proposte, rapporto con le famiglie, progetti educativi specifici) tenuto conto della complessità degli elementi progettuali presentati, del livello di innovazione pedagogica, del grado di miglioramento metodologico, rispetto agli standard indicati dalla normativa vigente.


  • CARATTERISTICHE DEL PROGETTO ORGANIZZATIVO

I punteggi sono assegnati sulla base del seguente criterio: _________________punti massimi assegnabili 18

Progetto incompleto ____________________ punti 0

Progetto non esauriente__________________punti 3

Progetto sufficiente______________________punti 9

Progetto buono__________________________punti 12

Progetto ottimo__________________________punti 18


Descrizione delle modalità operative che si intendono attuare per la gestione del servizio (numero, qualifica, funzione degli addetti presenti in ogni fase della giornata, modalità di gestione dell’accoglienza, modalità di gestione delle attività di cura e pulizia personale dei bambini, modalità di gestione delle fasi di addormentamento, modalità di gestione della riconsegna dei bambini, modalità ed orari di pulizia dei locali,degli arredi e dei materiali); per la valutazione del progetto organizzativo saranno considerati gli aspetti attinenti all’assistenza prestata ed alle condizioni di sicurezza per i bambini, oltre che l’articolazione proposta in relazione ad ogni aspetto operativo.


Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   20


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale