Retrospettiva Ray K. Metzker sarà presente all’inaugurazione sabato 25 ottobre 2008



Scaricare 55 Kb.
Pagina1/4
24.03.2019
Dimensione del file55 Kb.
  1   2   3   4



COMUNICATO STAMPA

RAY K. METZKER

Retrospettiva

Ray K. Metzker sarà presente all’inaugurazione

inaugurazione sabato 25 ottobre 2008

dalle ore 15.00 alle ore 20.00
cocktail dalle ore 17.00

in mostra dal 26 ottobre al 8 dicembre 2008

martedì, venerdì, sabato e domenica, ore 10.30 – 19.30

mercoledì e giovedì, ore 10.30 – 21.00

lunedì, ore 15.30 – 19.30


mostra curata dal museo dell’Elysée, Losanna



Galleria Carla Sozzani

corso Como 10 – 20154 Milano, Italia

tel. +39 02.653531 fax +39 02.29004080

press@galleriacarlasozzani.org



www.galleriacarlasozzani.org


RAY K. METZKER

Retrospettiva

Ray K. Metzker è considerato uno dei grandi maestri della fotografia Americana, un virtuoso che ha coltivato con passione l’arte della fotografia per più di 50 anni.

Fin dagli inizi, il lavoro di Metzker è caratterizzato dalla nozione di polarità del bianco e nero. Positivo e negativo, speranza e disperazione, intimità e astrazione, maschile e femminile, isolamento e sinergia, singolo e multiplo.

Metzker oscilla tra queste opposizioni, spesso inducendo lo spettatore a chiedersi cosa sia realmente ritratto in una foto.


Metzker appartiene alla tradizione del Bauhaus, nota per il suo approccio sperimentale e per le sue invenzioni formali. Mai contento di ritrarre soggetti semplicemente interessanti, Metzker reinventò una nozione di cornice che si potesse adattare alle sue esigenze visive e intellettuali. Attraverso il ritaglio, l’esposizione multipla, la sovraesposizione dei negativi, la giustapposizione di più immagini e altre tecniche inedite, Metzker ha sfidato il vocabolario tradizionale della fotografia.

Attento al paesaggio urbano per quasi tutta la sua carriera Metzker non ha mai smesso di provare a carpire e a svelare le sfumature, i ritmi, le sensazioni e le ironie della nostra esistenza cittadina. Per Metzker la strada ha sempre rappresentato uno spartito che chiedeva di essere composto. Tra le linee bianche dell’asfalto i passanti si trasformano in note musicali. Le forme che si ripetono diventano strumenti, e man mano che aumentano in complessità, le foto di Metzker assomigliano a concerti acustici o a melodie jazz.


Cresciuto come artista, Metzker ha successivamente spostato la sua attenzione dalle architetture ai sentimenti. Spaccando in due la scena di una strada con un intenso fascio di luce o uno spesso muro d’ombra, riesce ad evocare un sentimento di speranza o –viceversa- un situazione di pericolo. È proprio grazie all’incredibile equilibrio tra virtuosismo tecnico e valutazioni umane che i suoi lavori sono sempre interessanti a distanza di anni.
Dai primi scatti di Chicago agli esperimenti con sovrapposizione di due o tre cornici, dai Couplets ai Composites, fino ad arrivare alle ultime immagini fatte sulle strade di Filadelfia, l’inconfondibile firma dei lavori di Metzker è l’eleganza formale costruita su una grande sensibilità per l’uomo, la società e la natura.
Questa retrospettiva, organizzata in collaborazione con il Musée de l’Elysée, di Losanna rivela tutta la portata del lavoro e dell’entusiasmo di Metzker per la fotografia, che continua ad esplorare a pieno ritmo.

BIOGRAFIA
1931 nasce a Milwaukee, Wisconsin

1959 frequenta il Beloit College, Wisconsin, M.S.

1953 frequanta l’Institute of Design, Illinois Institute of Technology, B.A.

Attualmente vive e lavora a Philadelphia







Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale