Sandro pertini



Scaricare 1.64 Mb.
Pagina1/20
03.06.2018
Dimensione del file1.64 Mb.
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   20





Istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali e Turistici

con sezioni di operatore dei servizi sociali

SANDRO PERTINI”



Via Lombardia, 39 – 80021 – Afragola (NA)

Tel. 081 860 19 00 - 852 61 17 - telefax 081 852 13 66

Codice fiscale 93005450635

Codice Scuola - NARC14000 e-mail: ipsctaf@tin.it

Sito web www.istitutopertini.net



Ecco quello che io dico ai giovani, senza presunzione, quasi fossi un loro compagno di strada, tanto mi sta a cuore la loro sorte. Ed io li esorto ad andare avanti, a continuare per la loro strada, a cercare nella scuola cultura; ad ascoltare i loro docenti per adornare la loro mente di cognizioni necessarie quando saranno chiamati a svolgere un' attivita'. Voi giovani siete la futura classe dirigente del nostro paese, dovete quindi prepararvi per assolvere degnamente questo nobilissimo compito. Ebbene io, finche' vita sara' in me, staro' al vostro fianco nelle vostre lotte, giovani che mi ascoltate. Lottero' sempre con voi per la pace nel mondo, per la liberta' e per la giustizia sociale.

Sandro Pertini

(messaggio di fine anno)
P IANO

O FFERTA

FORMATIVA

anno scolastico 2009/2010



Si ringraziano tutti coloro che hanno contribuito alla stesura del POF - in particolare i componenti della Commissione POF - e quanti parteciperanno attivamente alla sua realizzazione.




Redazione: prof. Marro Antonia (F.S. Area 1 – Gestione del POF)




Il Piano dell’Offerta Formativa è lo strumento che assicura l’unitarietà degli interventi educativi,organizzativi, formativi e didattici, scolastici ed extrascolastici.

Il Collegio Docenti dell’I.P.S.S.C.T.. “S.Pertini” si propone di rendere esplicita la propria offerta formativa, che vede il coinvolgimento di tutti gli operatori scolastici a favore degli allievi e delle loro famiglie.

Il testo ha un carattere unitario, nel presentare: le scelte educative e didattiche, le attività curricolari ed extra-curricolari, i progetti, i criteri di attuazione e di verifica dei risultati; prevedendo cambiamenti e riprogettazioni qualora se ne ravvisino le necessità, nell’attenzione ai bisogni propri dell’utenza e del territori

La Costituzione italiana, accogliendo un principio già sancito dalla Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo (art.2) riconosce alla scuola, negli artt. 33/34, un ruolo primario per lo sviluppo del Paese per l’attuazione di una sostanziale uguaglianza fra tutti i cittadini. Assegnando allo Stato il compito di assicurare una scuola aperta a tutti, il Costituente ha posto le basi del diritto all’istruzione.

La scuola come luogo di formazione sociale anche per i meno abbienti è da considerarsi mezzo necessario e insostituibile per la formazione di cittadini moralmente consapevoli. Ogni istituzione scolastica, nell’ambito della propria autonomia (D.P.R. 8/3/99 n. 275 art. 21 legge 15/3/97 n. 59) tramite il Collegio dei docenti, individua e cura un proprio percorso culturale e formativo (Regolamento sull’autonomia Capo II art. 3) che assume nel territorio in cui la Scuola opera il valore di un’autentica dichiarazione di intenti.

Il Piano dell’Offerta Formativa (P.O.F.) è un Progetto educativo di istruzione e di formazione, finalizzato alla crescita e alla valorizzazione della persona umana nel rispetto dei ritmi dell’età evolutiva, delle differenze e dell’identità di ciascuno, nel quadro della cooperazione tra Scuola e genitori, in coerenza con le disposizioni in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche e secondo i principi sanciti dalla Costituzione e dalla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo.

La pianificazione delle attività scolastiche vuole assicurare a tutti pari opportunità di raggiungere elevati livelli culturali e di sviluppare le conoscenze, le capacità e le competenze, generali e di settore, coerenti con le attitudini e le scelte personali, adeguate all’inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro con un particolare riguardo per le specifiche realtà territoriali.
Il P.O.F. dell’I.P.S.C.T. S. PERTINI” è il risultato del lavoro di un gruppo di insegnanti individuati dal Collegio dei docenti, delle Funzioni Strumentali, del Dirigente scolastico, dei suoi Collaboratori, del Responsabile Amministrativo e della componente genitori.
Il documento presenta:

  • i principi fondamentali, le scelte curricolari, extracurricolari, educative e organizzative dell’Istituto come previsto dalla normativa vigente (D.M. 179 del 19/7/1999 sulla “Sperimentazione dell’Autonomia”e dal D.P.R. 275 dell’8/3/1999 sulla “Autonomia delle II.SS.).

  • i progetti curricolari ed extracurricolari da effettuare e le risorse finanziarie disponibili.


PRINCIPI FONDAMENTALI

I principi formativi della scuola hanno come riferimento fondamentale gli articoli 3, 30, 33 e 34 della Costituzione Italiana.

  • Ogni alunno, italiano o straniero, è accolto ed accettato e accompagnato nella sua crescita indipendentemente dalla sua condizione sociale, familiare, individuale.

  • Il principio dell'uguaglianza, inteso come offerta a tutti delle stesse opportunità formative, viene integrato e personalizzato mediante il principio di equità, inteso come offerta ciascuno delle opportunità formative adeguate alle proprie personali potenzialità.

  • Nell'erogazione del servizio scolastico non può essere compiuta alcuna discriminazione per motivi riguardanti sesso, razza, etnia, lingua, religione, condizioni psicofisiche o socio-economiche.

  • L’Istituto attraverso tutte le sue componenti e con l'impegno delle Istituzioni collegate garantisce la regolarità e la continuità del servizio e delle attività educative e, in caso di agitazioni sindacali, assicura la tempestiva informazione alle famiglie nel rispetto delle norme di legge e delle disposizioni contrattuali in materia.

  • L’Istituto s’impegna a favorire l’accoglienza, l’inserimento e l’integrazione degli alunni, con particolare attenzione nella fase d’ingresso alle classi iniziali e alle situazioni di necessità. Particolare impegno è volto alla soluzione delle problematiche relative agli studenti stranieri e a quelli in situazione di handicap. Il diritto all’apprendimento e la promozione delle potenzialità degli allievi vengono garantiti da tutti i docenti.

  • La programmazione didattico-educativa assicura il rispetto della libertà d’insegnamento, promuove la formazione dell’alunno, ne valorizza le potenzialità evolutive e contribuisce ad uno sviluppo armonico della sua personalità.

  • La continuità educativa tra i diversi ordini e gradi dell’istruzione viene assicurata.

  • Nella scelta dei libri e delle strumentazioni didattiche, l’Istituto assume come criteri di riferimento la validità culturale e l’aspetto economico.

  • Nell’assegnazione dei compiti da svolgere a casa, il docente tiene presente la necessità di rispettare razionali tempi di studio degli studenti.

  • L’aggiornamento professionale rappresenta un dovere per tutto il personale scolastico.

  • L’incolumità degli alunni durante le attività di laboratorio è attentamente tutelata, così come sono garantite le condizioni ambientali di igiene e sicurezza dell’Istituto.

  • L’Istituto si impegna a rendere note le sue scelte educative e organizzative attraverso il Piano dell’Offerta Formativa (P.O.F.) che viene redatto, discusso e approvato dal Collegio dei docenti all’inizio di ogni anno scolastico.

  • L’Istituto si impegna a lottare contro la dispersione scolastica e a limitare il tasso di abbandono nel rispetto della normativa vigente.

  • L’Istituto favorisce le attività che realizzano la funzione della scuola come centro di formazione culturale, sociale e civile, consentendo a richiesta e nel rispetto delle norme l’uso dell’edificio e delle attrezzature in orario extrascolastico.



MISSION

La mission è l'obiettivo generale che l’I.P.S.C.T. “S.Pertini” si pone nei confronti degli studenti, delle famiglie, del mondo del lavoro, del Ministero della pubblica istruzione e del territorio. Essa esprime la politica della scuola, coerentemente ai principi fondamentali, e ne definisce le finalità al fine di garantire una offerta formativa volta:



  • differenziare la proposta formativa adeguandola alle esigenze di ciascuno: a tutti gli alunni deve essere data la possibilità di sviluppare al meglio la propria identità e potenzialità, favorendo la valorizzazione delle diversità contro ogni forma d´emarginazione, discriminazione ed esclusione, affermando pari opportunità per tutti;




  • perseguire il diritto di ognuno ad apprendere, nel rispetto dei tempi e delle modalità proprie, progettando percorsi atti al superamento delle difficoltà, in un clima sereno e cooperativo, finalizzato allo star bene, educando all´autostima;




  • "emozionare" - promuovere intelligenza creativa – sviluppare competenze professionali per un rapido inserimento nel mondo del lavoro;




  • promuovere la libertà di pensiero e di espressione e la convivenza anche in contesti multietnici e pluriconfessionali;




  • valorizzare le molteplici risorse esistenti sul territorio (enti locali, associazioni, agenzie culturali e professionali, società sportive, gruppi di volontariato, ma anche organismi privati) allo scopo di realizzare un progetto educativo ricco e articolato affinché l´offerta formativa della scuola non si limiti alle sole attività curricolari e assuma un più ampio ruolo di promozione culturale e sociale capace di favorire processi di orientamento;




  • rendere chiare le ragioni delle scelte educativo-formative, favorendone la visibilità.

allo scopo di formare…




Giovani professionalità in una moderna cultura sociale , aziendale e turistica.

Chi siamo

Dati Anagrafici dell’Istituto:

Codice Istituto


NARC14000A

Intitolazione:

I.P.S.S.C.T. "S. Pertini"

Via:

Lombardia, 39

C.A.P., Città e (Prov.):

80021- Afragola (NA)

Telefono:

081/8601900-8526117

Fax:

081/8521366

Indirizzo e-mail:

ipsctaf@tin.it

Sito web:

www.ipsctpertini.it

Dirigente Scolastico:

Prof. Raffaele Cossentino

Dati relativi all’anno scolastico in corso:


N. sedi

1

N. totale allievi iscritti

855

N. docenti

67

N. personale ATA

26

N. classi

40


NOTE STORICHE
L'Istituto nasce come sede coordinata dell'Istituto Professionale di Stato per il Commercio "Don Minzoni" di Giugliano in Campania, per far fronte alle esigenze formative dei giovani di un ampio territorio collocato a Nord di Napoli, che, conseguito il diploma di licenza media, propendono per corsi di studio incentrati su percorsi formativi che più esaltano l'aspetto tecnico-pratico, comunque sostenuto da un'adeguata formazione umana e da una apprezzabile preparazione culturale di carattere generale.

Dal 1 settembre 1989, esso opera come Istituto Professionale di Stato per il Commercio e il Turismo di Afragola, a seguito dell'intervenuto decreto istitutivo di autonomia da parte del Ministero della Pubblica Istruzione - Direzione generale dell'Istruzione Professionale.

Dal marzo 2002 l’istituto ha assunto la denominazione I.P.S.S.C.T. “Sandro Pertini”.

Chi era Sandro Pertini

Sandro Pertini è stato un politico, avvocato e giornalista italiano, ma soprattutto un partigiano, insignito con la Medaglia d’Oro e quella d’Argento al Valor Militare, settimo Presidente della Repubblica .

A torto o a ragione viene ricordato da molti come il Presidente della Repubblica più amato dagli Italiani, anche da chi non condivideva le sue idee politiche.

Esponente del Partito Socialista Italiano fu, sin dalla presa del potere del Fascismo tra i più fervidi oppositori del regime e per questo fu condannato prima in esilio in Francia, e successivamente al carcere. Alla caduta del regime instaurato da divenne uno degli esponenti di primo piano della Resistenza Italiana e membro del Comitato di Liberazione Italiano .

Nell' Italia Repubblicana venne eletto deputato, ricoprendo per due volte consecutive la carica di Presidente della Camera dei Deputati per poi essere eletto Presidente della Repubblica. È considerato, unanimemente, il Presidente più popolare della storia repubblicana.

Alcune parole da un'intervista possono aiutare a comprendere il suo pensiero politico:

« Per me libertà e giustizia sociale, che poi sono le mete del socialismo, costituiscono un binomio inscindibile: non vi può essere vera libertà senza la giustizia sociale, come non vi può essere vera giustizia sociale senza libertà. Ecco, se a me socialista offrissero la realizzazione della riforma più radicale di carattere sociale, ma privandomi della libertà, io la rifiuterei, non la potrei accettare. Se il prezzo fosse la libertà, io questa riforma la respingerei. [...] Ma la libertà senza giustizia sociale può essere anche una conquista vana. Si può considerare veramente libero un uomo che ha fame, che è nella miseria, che non ha un lavoro, che è umiliato perché non sa come mantenere i suoi figli e educarli? Questo non è un uomo libero. [...] Questa non è la libertà che intendo io. »

LA STRUTTURA
L'Istituto Professionale di Stato per i Servizi commerciali e turistici “S. Pertini” di Afragola opera in una struttura concepita secondo le più moderne tecniche di ingegneria e di architettura scolastica. L'edificio presenta l'abbattimento delle barriere per i soggetti in situazione di handicap ed è dotato di ascensore e delle necessarie misure antincendio, nonché di uscite e scale di sicurezza a norma di legge.

Esso si disloca su tre piani: un primo ed un secondo piano su quello rialzato. Attualmente si contano 44 aule didattiche. Alle aule didattiche fanno da necessario supporto 8 aule speciali o laboratori, una sala riunione, un ampio auditorium, una biblioteca e una palestra coperta.



  • la palestra interna è integrata da un complesso di strutture esterne (campo da tennis, da attrezzature, spazio per il salto in lungo e per il lancio del peso). La palestra coperta vanta notevoli dimensioni. Dotata di adeguati arredi ginnico-sportivi e di adeguate rampe d’accesso riservate ai fruitori diversamente abili, si configura come un vero e proprio palazzetto dello sport

  • L'Auditorium è dotato di un palcoscenico e di un adeguato impianto microfonico e di diffusione sonora, l’ampiezza e la fruibilità degli spazi lo rendono, dunque, idoneo a varie attività di carattere aggregativo ivi comprese quelle relative ad eventuali progetti attinenti alla L.R. n°39/85.

  • La biblioteca è, al momento, adeguatamente fornita di testi di varia cultura, di riviste e di testi di cultura specifica e specializzata. Tuttavia necessita di un ulteriore arricchimento, sulla base di una programmazione mirata, che offra agli studenti e ai professori gli strumenti necessari per la ricerca, per l'ampliamento e l'approfondimento culturali e per l'aggiornamento professionale

  • Gli otto laboratori sono situati al secondo piano: uno linguistico, sei di informatica, uno adibito a simulazione di agenzia turistica.

  • La sala riunione è destinata, oltre che alle riunioni del Collegio dei Docenti, ad attività di aggiornamento, di formazione, a congressi o conferenze. Attrezzata con circa 150 comode postazioni di studio, essa presenta un impianto di amplificazione audio e la possibilità di effettuare proiezioni multimediali.

  • Un punto di ristoro sito in un locale appositamente adibito e che si trova al piano terra.



Sommativa in quanto permette, a fine quadrimestre,
L’accesso al sistema scolastico
Viaggi d’istruzione
Personale assistente amministrativo



Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   20


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale