Sezione quarta – L’organo giudiziario e gli atti processuali cap. 1 – IL giudice: indipendenza, costituzione, responsabilità civile


la parte necessaria non risulta dalla domanda attrice



Scaricare 377 Kb.
Pagina22/29
22.10.2019
Dimensione del file377 Kb.
1   ...   18   19   20   21   22   23   24   25   ...   29
la parte necessaria non risulta dalla domanda attrice: una terza ipotesi, più frequente, è quella in cui l’attore nella domanda ha individuato come bilaterale un rapporto che in realtà è plurilaterale. Se a seguito delle difese del convenuto il giudice rileva che la situazione sostanziale dedotta in giudizio è plurisoggettiva, egli non sarà vincolato alle affermazioni dell’attore, ma dovrà disporre l’integrazione del contraddittorio ex art. 102, di modo che la sentenza decida sulla posizione di tutti gli asseriti contitolari del rapporto giuridico azionato; ad es. ove il terzo con cui è integrato il contraddittorio effettivamente risulti a sua volta coerede, il giudice procederà a dividere la massa ereditaria tenendo conto anche delle sue pretese sulla stessa. Qualora invece il giudice non constati tale plurilateralità e statuisca ugualmente, la pronuncia sarà del tutto priva di effetti verso i terzi rimasti estranei al processo e anche nei confronti delle parti. Il terzo potrà far valere tale inefficacia sia con l’opposizione ordinaria sia con una nuova azione di accertamento e di divisione.

Nei casi di litisconsorzio necessario, secondo parte della dottrina, la sentenza non sarebbe sempre e comunque inutiliter data, ma produrrebbe qualche effetto almeno tra le parti presenti nel processo.

Ad esempio, nel caso di divisione ereditaria, la sentenza potrebbe forse avere un’efficacia di tipo obbligatorio diversa da quella reale di scioglimento della comunione, ma ciò secondo l’autore non è corretto perché in realtà l’oggetto della causa era proprio lo scioglimento della comunione, e non quello di far nascere obblighi di far godere di singoli beni.

Per tale motivo, sembra potersi condividere la tesi di chi afferma che la sentenza pronunciata a contraddittorio non integro sia inidonea ad esplicare effetto alcuno, almeno nelle ipotesi in cui la necessità del litisconsorzio discende dal modo in cui sono strutturati i rapporti sostanziali oggetto di un processo costitutivo, vale a dire quando vi è un unico rapporto plurilaterale da costituire, modificare o estinguere o una coppia di rapporti bilaterali strettamente connessi, ad es. perché convergenti nello status di filiazione legittima, tanto che la variazione dell’uno si ripercuote sull’altro e viceversa.

Vediamo ora la differenza fra azioni costitutive e azioni dichiarative.





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   18   19   20   21   22   23   24   25   ...   29


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale