Sociologia della comunicazione



Scaricare 204 Kb.
Pagina1/4
13.12.2017
Dimensione del file204 Kb.
  1   2   3   4

SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI (cod 103896)

Prof. Davide Sparti (sparti@unisi.it)



Orario


Mercoledì, 09:00 alle 11:00 AULA 450
Giovedì, 09:00 alle 11:00 AULA 356
Venerdì. 09:00 alle 11:00 AULA 356

Ricevimento:

fino a fine aprile, ogni MERCOLEDI’ dalle 13 alle 14, nel mio ufficio in S. Niccolò (stanza 320).


Informazioni varie

Il corso termina il 25 aprile


Gli schemi/lucidi utilizzati durante il corso sono scaricabili dal sito:
http://www.media.unisi.it/sparti
Si consultino anche le schede di sociologia (file powerpoint) reperibile sullo stesso link
Prove di valutazione scritte

Una prova inizio maggio (non ufficiale), una a giugno ed una a luglio



Bibliografia

  1. Bagnasco, Barbagli, Cavalli, Sociologia, vol. I, Mulino, 2001

  2. Bagnasco, Barbagli, Cavalli, Sociologia, vol. II, Mulino, 2001 - Non obbligatori i cap. I, II, IV, VII

  3. Sparti, D., Il corpo sonoro. Oralità e scrittura nel jazz, Mulino, 2007, non obbligatorio il cap, IV


Propedeuticità:

Non sono richiesti esami propedeutici. Il corso, combinando un parte teorico-sistematica con l’illustrazione di una serie di tematiche (cultura, identità, linguaggio, musica), dovrebbe rappresentare una base adeguata sia per i laureandi di primo livello, sia per gli studenti che intendano proseguire nei corsi di laurea di livello ulteriore.


Frequenza:

consigliata ma non obbligatoria


Metodi didattici:

Affinché il corso sia non solo occasione di apprendimento cognitivo, esso prevede alla fine di ciascuna lezione frontale, una sessione di domande e risposte.


Obiettivi:

Il corso si propone di introdurre gli studenti ai vari aspetti della sociologia dei processi culturali, con particolare riferimento alla formazione della società moderna, al tema della comunicazione, e della musica (jazz in particolare), focalizzandosi sia sui concetti base che sulla pratica della ricerca. Tale introduzione, combinando una parte teorico-sistematica con una parte applicativa, dovrebbe rappresentare una base adeguata sia per i laureandi di primo livello, sia per gli studenti che intendano proseguire nei corsi di laurea di livello ulteriore.



Calendario dei contenuti
I settimana:

Introduzione alla sociologia ed evoluzione della società umane

- Scopi del corso, presentazione dei contenuti, metodologia didattica; Concetti chiave e origini della sociologia;

- Evoluzione delle società umane


II settimana

Nascita della società moderna

- Il processo di civilizzazione secondo Norbert Elias

- L’origine del capitalismo secondo Max Weber


III settimana

Analisi critica della società contemporanea

- Consumo e consumismo: vite che non possiamo permetterci

- I critici della modernizzazione (Pasolini, Marcuse, Illich, Latouche, Pollan)

- La prospettiva della decrescita
IV settimana

I processi culturali

- Le diverse dimensioni della cultura: valori, norme, credenze

- Socializzazione primaria e secondaria

- La violazione delle norme: stigmatizzazione ed etichettamento
V settimana

Sociologia della comunicazione: gli aspetti micro

- Fondamenti di una teoria della comunicazione

- L’interazione faccia a faccia: Erving Goffman


VI settimana

Sociologia della comunicazion: gli aspetti macro

- Gli effetti sociali dei media

- La videosocializzazione


VII settimana

Sociologia della musica: Il jazz come campo di indagine sociologico

- Le origini e la caratteristiche chiave del jazz

- La messa in discorso del jazz: quattro rappresentazioni della musica afro-americana


VIII settimana :

La pratica dell’improvvisazione I

- L’improvvisazione nel jazz e nella vita quotidiana

- Ascolto di esempi musicali


IX settimana

La pratica dell’improvvisazione II

- L’emarginazione dell’improvvisazione e il ruolo del corpo

- Conclusione del modulo e indicazioni sulla prova scritta



PRESENTAZIONE DEL CORSO
Taglio, contenuti e modalità del corso
L’ambito di riferimento

tre assi


Corso panoramico con tre fuochi tematici

Sociologia = studio della vita sociale umana

PRIVATO E PUBBLICO

MAX WEBER E L’AGIRE SOCIALE (ES)




RIFLESSIVITA’ E STORIA ‘NOTTURNA’

DISCORSO EGEMONICO E CONTRONARRAZIONI DELLA MODERNITA’

ES rinascimento e Rivoluzione haitiana

Fred Wilson (biennale 2003)

Alessandro de medici

La nave di turner

RADICI E STORIA DELL’OCCIDENTE (IL MITO DELL’ORIGINE GRECA)

Le scienze sociali sono cugine (metodo interdisciplinare vs professionalizzazione della disciplina)

ES pratiche esotiche
Metodologia didattica e ruolo della discussione (lectio, disputatio)

le professioni impossibili


Aspetti organizzativi: frequenza ed esame

SLOW BOOKS e cattivi lettori

Mio profilo (doppia cittadinanza)

Professore, professare, professione
La vostra posizione rispetto al tema: esperti o profani?

Sociologi senza saperlo

ES INVITO A CENA

Conoscenza pratica implicita

Ostaggi della cultura

Un lavoro poco naturale

ES Lettere persiane (Montesquieu). Estraneamento (i nostri modi fanno differenza)

ES piercing



Cosa significa pensare sociologicamente ?


ES PERCHE’ SI VA A CENA FUORI

ES bere un caffè (rituale, droga, relazioni economiche)

LA NATURA DEI FATTI CULTURALI

Nascita, morte e vecchiaia non sono datità


Obiettivi

  • Riattivare la curiosità (CIT Saint-Exupery)

  • Acquisire un occhio sociologico

  • ARRICCHIRE IL VOCABOLARIO (LE PAROLE PER DIRLO)

PERCHE' LE SCIENZE SOCIALI?


1. parzialita’ della prospettiva (necessita’ di una genealogia)

ES cittadinO francese nel Settecento

ES criteri di bellezza

NON SONO SCELTE SOGGETTIVE

ES status del pugilato
2. Vocazione disvelatrice

ES Weber, Max (Erfurt, 1864 - Monaco, 1920), sociologo tedesco.


3. RIFLESSIONE SUL PRESENTE (MARX: LIQUEFAZIONE DELLA SOCIETà)

RIFLESSIONE CRITICA: RESPONSABILITà NELLA TRASMISSIONE DEL SAPERE; ABITUARSI A METTERE IN QUESTIONE/sfatare le interpretazioni ufficiali

ES flessibilita’, multiculturalismo, globalizzazione, precarieta‘ (es camera commercio)

ES Stermini nel Novecento, TAGLI AGLI STUDI UMANISTICI
La condizione dell’essere studenti

NASCITA DELLA SOCIOLOGIA

- RISPONDERE AL E Interpretare il mutamento (c’è qualcosa di nuovo da osservare)

ES rivoluzione francese e industriale


Filosofi greci

Quetelet = fisica sociale

Comte, Auguste (Montpellier, 1798 - Parigi, 1857), sociologo e filosofo francese, padre fondatore del movimento positivista (“positif”). Opere principali: Corso di filosofia positiva, 1830 - 1842.

Rifondazione del sapere, Fisica sociale per cogliere le leggi della dinamica


- Cosa tiene insieme la società?
- bIO-POLITICA E Controllo sociale

Governo delle popolazioni (disordini ed epidemie)

Istituzionalizzazione della sociologia
EVOLUZIONE DELLA SOCIETA' UMANA: UNA TIPOLOGIA INDICATIVA

Approcci (socio)biologici (i vincoli) ed i loro limiti

Non siamo solo prodotto dell’evoluzione (macchine riproduttive)




Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale