Sono passati undici anni dal mio abschluss prufung a Essen, IL mio esame di diploma in buhnentanz, ‘danza di palcoscenico’ let



Scaricare 0.85 Mb.
Pagina24/37
28.03.2019
Dimensione del file0.85 Mb.
1   ...   20   21   22   23   24   25   26   27   ...   37

Malou Airaudo

Io ho studiato solo balletto classico e questa tecnica è profondamente.radicata nel mio corpo. Ma in questa scuola ci sono molti studenti che non hanno mai fatto classico o che hanno iniziato troppo tardi, per questo ho completamente cambiato il mio modo di vedere l’insegnamento[…]



La tecnica è certamente importante, ma io cerco di non dare un’impostazione tecnica all’inizio: da una semplice camminata o stando dritti con i piedi in posizione parallela gli studenti devono farmi sentire che hanno delle motivazioni, che sanno perché vogliono danzare. Esprimere la propria personalità con gesti semplici come stare dritti o fermi è molto più difficile che farlo con un adagio classico, con le gambe a centottanta gradi, ma secondo me è più vero e più interessante[…] Quello che cerchiamo dai nostri studenti è una certa qualità e che esprimano qualcosa di diverso ma che venga da loro stessi. Per noi è molto importante cercare di capire come sono veramente gli studenti, non vogliamo che siano tutti uguali, la diversità ci sembra molto stimolante. Questa qualità, questa differenza si trova nelle piccole cose, nei gesti minimi, ma per raggiungerla ci vogliono anni di lavoro” 78

Malou Airaudo ha studiato all’Opera di Marsiglia dove si è diplomata a sedici anni. Alla fine degli anni Sessanta ha lavorato negli Stati Uniti dove ha conosciuto Pina Bausch.


La prima volta che ho incontrato Pina Bausch è stato a New York. Avevo ventuno anni, ero molto giovane e spaesata. Paul Sanasardo ci disse che avremmo incontrato l’artista più bella e incredibile che avessimo mai visto: lei arrivò con molte borse, salutò ed entrò per sempre nella mia vita[…]

Grazie Pina per avermi fatto credere in me stessa, per avermi fatto credere di poter essere non solo una danzatrice ma anche un essere umano” 79
Malou ha danzato come protagonista in Iphigenie auf Tauris, Orpheus und Eurydike, Le Sacre du Printemps e Cafè Müller.

Nel 1983 lascia la compagnia insieme a Dominique Mercy, per partecipare a Parigi a un progetto coreografico di Carolin Carlson.

Dal 1984 è tornata in Germania e insegna moderno alla Folkwang Hochschule.

Mi ricordo delle lezioni di Malou le camminate in diagonale, semplici gesti ripetuti alla maniera delle passerelle tipiche degli spettacoli di Pina Bausch. Poi ci faceva avanzare con movimenti primordiali e potevamo usare la voce, liberare la rabbia o la paura, radicare il movimento nel corpo, motivarlo visceralmente.

Ci faceva domande simili a quelle di Pina Bausch, cose che riguardavano i nostri sentimenti, ricordi, speranze, sogni e potevamo rispondere con il movimento ma anche con la voce, con un gesto, una parola, una canzone, un’azione.

Altre volte per mesi studiavamo la tecnica, una dura sbarra a terra in cui dovevamo stendere piedi e gambe come nel balletto classico.

Malou è una specie di icona, un personaggio particolare, una donna danzatrice selvaggia e delicata allo stesso tempo. Vederla danzare per noi studenti era il più grande insegnamento, come anche la sua capacità di mettere in crisi le nostre certezze con le sue correzioni plateali, a volte smisurate, davanti a tutta la classe. Grazie a lei forse non ho più paura di essere messa in difficoltà davanti agli altri. Ho imparato che l’unica difesa possibile in teatro è la sincerità e semplicità più disarmante. Quando ci si nasconde dietro una presunta abilità, un virtuosismo, un atteggiamento esteriore, quando si usa come scudo il proprio talento o si fa sfoggio di tecnica si è perdenti di fronte al pubblico, non si riesce a dare né a ricevere nulla e non si vince così la paura di essere giudicati.

Se si mostra la propria vera essenza di esseri umani la paura svanisce e si fa un’esperienza profonda insieme al pubblico. Non è più spettacolo, intrattenimento, ma un pezzetto di vita che viene condiviso.





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   20   21   22   23   24   25   26   27   ...   37


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale