Sono passati undici anni dal mio abschluss prufung a Essen, IL mio esame di diploma in buhnentanz, ‘danza di palcoscenico’ let


Modo, energia, tempo: i fattori di movimento per Jean Cebron



Scaricare 271.28 Kb.
Pagina8/37
28.03.2019
Dimensione del file271.28 Kb.
1   ...   4   5   6   7   8   9   10   11   ...   37

Modo, energia, tempo: i fattori di movimento per Jean Cebron

Farò qui riferimento allo studio di Caterina Inesi, già citato, per ciò che riguarda la classificazione dei fattori e delle qualità di movimento di Jean Cebron. Inoltre proverò ad approfondire il discorso, collegando e confrontando l’analisi di Cebron con gli elementi dello schema di Laban appena descritto.


I fattori che caratterizzano le differenti qualità del movimento sono per Cebron il modo (o carattere), l’energia (o intensità), il tempo (o velocità).
Il carattere o modo è il fattore che indica se il movimento è centrale o periferico, se parte dal centro del corpo o dalle estremità. Il modo è quindi un fattore di movimento che nello schema di Laban sarebbe relativo a Raum (spazio).

Nello schema di Laban le due qualità relative allo spazio, come si è visto, sono flexibel e direkt : flexibel asseconda il movimento nello spazio, direkt contrasta lo spazio. Per Cebron invece il modo o carattere indica la direzione del movimento nello spazio, non la qualità.

Se il movimento è centrale occorre poi distinguere in central in (movimenti che vanno verso il centro) e central out (movimenti che vanno verso la periferia).

Si noti inoltre che “I movimenti intellettuali sono periferici. Tutti i movimenti di relazione, a corte o in società, tutto ciò che ci viene insegnato attraverso l’educazione, appartiene a questa categoria. I movimenti spontanei e i movimenti accentuati dalle emozioni sono centrali” 27


L’intensità o energia caratterizza il movimento dal punto di vista dinamico: come per la musica si usano i termini piano e forte per indicare rispettivamente movimenti leggeri, rilassati, con poca forza, o movimenti di tensione, che richiedono un maggiore sforzo. L’energia è un fattore di movimento relativo a Schwerkraft (peso, forza di gravità), alla forza necessaria per assecondare (piano) o contrastare (forte) la forza di gravità. Nello schema di Laban sono indicati con zart (leggero) e fest (forte).
La velocità o tempo è un altro aspetto della dinamica del movimento ed è definito anch’esso in termini musicali: rapido o lento. La velocità è il fattore di movimento relativo a Zeit (tempo), contrasta o asseconda il tempo. In Laban plötzlich e allmähnlich.
Carattere, intensità e velocità del movimento sono strettamente correlati, interdipendenti: unendo insieme i tre fattori si ottengono le diverse qualità del movimento.


  • Gleiten (scivolare) ad esempio è un movimento leggero dal punto di vista dell’energia, il suo tempo è lento e il modo è centrale.

  • Schweben (sospendere) è leggero e lento come gleiten ma periferico dal punto di vista del modo.

  • Schlottern (tremare) è rapido, leggero e centrale.

  • Flattern (ondeggiare) è leggero, rapido, periferico.

  • Stossen (colpire) è forte, rapido e centrale.

  • Schlagen (battere) è forte, rapido, periferico.

  • Drücken (spingere) è forte, lento, centrale.

  • Ziehen (tirare) è forte, lento, periferico.

Ogni qualità, come i fattori che la caratterizzano, ha il suo opposto.



  • Schlagen (battere) ha come opposto gleiten (scivolare): se gleiten è leggero, lento e centrale il suo opposto, schlagen, sarà forte, rapido, periferico.

  • Stossen (colpire) che è forte, rapido e centrale è opposto schweben (sospendere), che è un movimento leggero, lento e periferico,.

  • Schlottern quindi è opposto a ziehen.

  • Flattern è opposto a drücken.

Le transizioni tra le qualità di movimento sono molto importanti.

Si può passare da una qualità a un’altra in maniera fluida o con un cambiamento improvviso. Si può inoltre passare da una qualità all’altra cambiando uno solo dei fattori: per esempio passando da gleiten (scivolare) a schweben (sospendere) cambia solo il modo, gleiten è centrale e schweben periferico, ma entrambe sono azioni leggere e lente. Oppure si possono cambiare due fattori: ad esempio da flattern (ondeggiare) a stossen (colpire) cambia il modo perché flattern è periferico mentre stossen è centrale, cambia l’energia perché flattern è leggero mentre stossen è forte ma sono entrambe azioni rapide dal punto di vista della velocità. Quando si cambiano tutti e tre i fattori si avrà la qualità opposta già descritta, ad esempio da flattern a drücken.

Nel corpo possono esistere simultaneamente diverse qualità. Quando tutti i movimenti del corpo possiedono la stessa qualità vi sarà una qualità detta unica. Quando invece nello stesso momento vi sono diverse qualità si parlerà di qualità simultanea.

Un singolare esempio di qualità simultanea è la double tension (doppia tensione): un movimento allo stesso tempo centrale e periferico che esprime un grande contrasto, il conflitto tra due forze contrapposte.




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   4   5   6   7   8   9   10   11   ...   37


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale