Spazio aperto



Scaricare 396.68 Kb.
Pagina1/31
20.11.2017
Dimensione del file396.68 Kb.
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   31

SPAZIO APERTO


ARCHIVIO INTERVENTI IN SPAZIO APERTO NELL'ANNO 2012
Archivio interventi ANNO 2003

Vigo Africano 17/06/2005 Archivio interventi in Spazio Aperto:
Archivio ANNO 2004
Archivio ANNO 2005
Archivio ANNO 2006
Archivio ANNO 2007
ANNO 2008 (Primi tre Trimestri)
Anno 2008 (4° Trimestre) - MARZO 2009
Archivio dal 19 Marzo al 31 Dicembre 2009.
ANNO 2010 - I° Semestre
ANNO 2010 - 2° Semestre
ANNO 2011 - I° Semestre
ANNO 2011 - 2° Semestre

scalzone roberto 01/01/2012 Tantissimi Auguri a tuttiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!

Frongillo giuseppe 01/01/2012 Un felicisimo 2012 a tutti,

Frongillo giuseppe 02/01/2012 PER L'ING. VIGO :
Non riesco piu a trovare le publicazioni di ROBERTO ARMANI sulla postura da adottare in pedana, potrebbe aiutarmi lei?
Ho intenzione di ritornare in pedana ma prima di farlo vorrei allenarmi un pò anche con la postura. grazie.

Rosa Rosa Gioacchino 02/01/2012 ELICA - Come promesso, girai a Giancarlo Benini quesiti ed idee apparse sul sito dopo il mio intervento del 19 dicembre scorso circa LA NUOVA FORMULA ELICA. Con la sua abituale cortesia Giancarlo mi rispose, ma in maniera sintetica dicendo letteralmente: °°appena definito l'avvenuta ratifica della nuova FORMULA ELICA, da parte della F.I.T.A.S.C.,concorderò con F.I.T.A.V., Luciano ON. ROSSI, una collegiale ove inviterò, TUTTI, Tiratori, Società ecc.
per divulgare quanto elaborato PER il °°MONDO ELICA°°. Mi è sembrato voler dire: aspettate e poi vedrete.
Gli ho comunque riproposto i quesiti e spero che trovi il tempo di risponderci. Ho colto però la occasione per far presente che essendo la Italia il paese di centrale rilevanza per la DISCIPLINA ELICA era forse il caso di accertarsi preventivamente del gradimento della NUOVA FORMULA ELICA da parte del MONDO ELICA ITALIANO.
Se l'Italia non dovesse gradire ed accettare la NUOVA FORMULA (non a caso il C.Italiano 2012 ed il Mondiale, sempre 2012, si svolgeranno a formula classica) essa NUOVA FORMULA potrebbe rischiare il FLOP o, quantomeno, UNA DOPPIA CORSIA che potrebbe addirittura essere controproducente con le intenzioni originarie promozionali dello Organo Internazionale. La NUOVA FORMULA, anche non tenendo conto delle resistenze dovute alla consolidata tradizione della disciplina, suscita delle concrete perplessità pratiche: Come si applicherebbe il sistema di handicap? E la protezione dal pericolo delle schegge sarà paragonabile a quello basso attuale o molto maggiore? Insomma ci toccherà aspettare e vedere.

Vigo Africano 02/01/2012 Caro Giuseppe sono fuori Napoli e sto lavorando con il portatile e con una chiavetta internet, quindi mi è estremamente difficile trovare quanto tu richiedi. Fra l'altro mi ricordo che tale discussione fu sulla postura in pedana per la Fossa Universale (Guarda anche negli interventi che ho archiviato proprio all'inizio della pagina del tema sulla Tecnica della F.U. e F.O.) e poi qualcosa è stato anche detto da Lavagetti nell'ultimo tema di questo FORUM.

Frongillo giuseppe 02/01/2012 Purtroppo nn riesco a trovare l'articolo che mi interessa, ma foerse Roberto ( ARMANI ) potrebbe ricordare la data e in quale pagina si trova.
L'articolo e quello che parla di come stare in pedana ,con il piede sinistro sull'asse delle due diagonali ricavate dai quattro angoli della pedana..... mi interessa molto perchè con quella postura ho sparato molto bene al campionato Italiano di conselica a settembre.

ricciardi silvio 03/01/2012 PEPPE FRONGILLO . - Un buon anno agonistico a te per ottenere i successi che meriti !! Leggere nella nostra pagina della tecnica l'articolo del massimo specialista SERGIO LAVAGETTI del 27 luglio 2011 !! E cosa vuoi di più sulla postura in pedana ??

Mellone Antonio 03/01/2012 Approfitto di questo spazio, Vigo mi perdonerà, per comunicare che il sito www.tavcolliano.it , è in rete con aggiornamenti, classifiche e gare che riguardano la nostra regione e non solo. Buon anno a tutti.

Vigo Africano 03/01/2012 Non posso che esserne felice. Sarei altrettanto felice se fosse così solerte anche il sito ufficiale FITAV - Campania

Vigo Africano 03/01/2012 Infatti, se apri il Sito ufficiale di cui sopra, non trovi le notizie che tu hai inserito: la gara di Zaino e l'incontro Ai tre Monelli delle Società con il Comitato Regionale.
Mi spiace dover aprire il nuovo Anno con un altro intervento critico nei confronti del nostro Comitato Regionale.

ricciardi silvio 04/01/2012 CAMPIONATO D'INVERNO 2012 . - Leggendo il regolamento delle prossime gare in Campania, non sono riuscito a trovare la disposizione già adottata lo scorso anno che prevedeva PER LA REGOLARITA' SPORTIVA DEI RISULTATI di far sparare - nei quadricampi - sulla stessa coppia di campi EGUALI CATEGORIE. Difficoltà non dovrebbero essercene: Ecc.Prima Seconde e Terze e Qualifiche sono pressapoco lo stesso numero ed i giorni di gara sono due,- o anche tre - si può quindi avere nell'anno olimpico una vera omogeneità di risultati e reali valori di classifica. Se non fosse per esclusivi motivi economici, varrebbe la pena di impegnare più campi di diverse associazioni dove convogliare i gruppi di categorie ed avere FINALMENTE dei risultati che rispecchiano il vero stato di forma attuale dei tiratori arrugginiti dall'inverno !!
* Repetita juvant * dicevano i latini, * peggior sordo è chi non vuol sentire * siamo costretti ha constatare ogni anno noi campani !!!

Salzano Giuseppe 04/01/2012 -Silvio-nome proprio di persona-Soggetto!Poichè in qualche caso, Qualcuno lo dimentica ,ricordo a me stesso,ciò.
-CAMPIONATO INVERNALE 2012.Ma siamo poprio convinti che non **GAREGGIANDO SULLA STESSA COPPIA DI CAMPI VIENE A MANCARE UNA VERA OMOGENEITA' DI RISULTATI E REALI VALORI DI CLASSIFICA?**Io ho una mia convinzione.E' vero che tutti coloro che tireranno sugli stessi campi, avranno le stesse difficoltà oggettive.Ma sappiamo anche che due campi saranno sempre simili e mai uguali, si avranno quindi le stesse difficoltà soggettive.Inoltre sono della idea che non dobbiamo radicare nella mente dei giovani, nostri pensieri che non sono regolamentati.Durante lo svolgimento di una Gara possono accadere eventi non previsti.Ad esempio:sovraffollamento di partecipanti e quindi costretti a ridurre le serie di Gara;ordine di tiro a scorre, il primo campo termina qualche tempo prima, quindi alcuni tireranno le due serie sullo stesso campo;stessa ragione per impraticabilità di un campo per qualsivoglia motivo.Sperando però,che il Coordinatore o il D.di Tiro abbiano l'autonoma capacità di applicare il Regolamento Federale in tal senso!
Lo scorso anno una di queste evenienze si verificò.....solo che non si ebbe alcuna decisione prevista dal Regolamento Federale.........IN TAL SENSO!!!Concludo con il dire *tutti i piattelli sono uguali,mettiamo in atto quello che sappiamo fare,focalizziamo con l'attenzione dovuta, nella tana dove dobbiamo attendere gli attimi giusti,altrimenti la preda va via indenne.Ciò starebbe a significare che qualcosa non lo abbiamo messo in atto*.Cordialità

Giugliano Tiro a volo 04/01/2012 Il Tav Giugliano Comunica Chè A Partire Da Oggi è Di Nuovo Disponibile Il Sito Tavgiugliano.it è L'associazione Ringrazia I Primi 100 Tesserati Della Stagione Agonistica 2012.

ricciardi silvio 04/01/2012 CAMPIONATO D'INVERNO . - Non ho intenzione di innescare nessuna inutile, ridicola polemica, ma voglio chiarire, a chi conosce il tiro e ne difende le regole, che per avere dei risultati SERI ED OMOGENEI tutti i tiratori dovranno sparare GLI STESSI PIATTELLI, NON SIMILI MA GLI STESSI, sui campi messi a disposizione con le UNICHE variabili possibili che sono IL GIORNO , L'ORARIO E LE CONDIZIONI METEREOLOGICHE del momento in cui si è chiamati in pedana.
Ogni altra filosofica, pseudoscientifica opinione ha un valore simile alla negazione della regolarità dei risultati sportivi. Infatti è come se si potessero accettare delle classifiche dei pari categorie facendo sparare metà di essi a Capua e metà a Marrandino questo perchè nessun quadricampo ha la possibilità di lanciare bersagli EGUALI E TALVOLTA NEANCHE SIMILI e dando la possibilità ai tiratori di iscriversi e tirare su quelli che, provati in precedenza, possono essere dagli stessi considerati i più facili.

Salzano Giuseppe 05/01/2012 CAMPIONATO INVERNALE.Se il regolamento Federale prevedesse quanto si sta asserendo,varrebbe a dire che molte gare si svolgono in difetto di applicazione di Regolamento.Ad esempio espongo solo tre Gare disputatesi quest'anno:Lonato,Gran Perazzi,2oo piattelli,dodici campi impegnati.I partecipanti hanno sparato,su due terzi dei campi,ovvero tutti non hanno tirato su quattro campi;Montecatini,Campionato CAS,i ragazzi non hanno sparato sugli stessi campi;Roma,Direttori di Tiro,50 piattelli,vale quanto riportato in precedenza.
-Ieri ho iniziato il mio intervento,con questo ho completato e chiuso l'argomento,lasciando cadere e rispedendo al mittente **ogni altra filosofica e pseudoscentifica opinione**.

ricciardi silvio 05/01/2012 CAMPIONATO INVERNALE . - Tutti dovrebbero sapere che IL REGOLAMENTO prevede che quando non è possibile far sparare GLI STESSI PIATTELLI - ripeto neanche simili - nelle gare societarie si fa come si vuole, ma per le gare di campionato, che devono assegnare titoli e qualificazioni alle finali, si procede il giorno prima alle iscrizioni e si organizza un REGOLARE SORTEGGIO.
Nelle gare a più giorni ed a scorrere di campionato non esistono regole diverse - salvo impreviste cause di forza maggiore - e convenienze organizzative.

Rosa Rosa Gioacchino 07/01/2012 PILLOLE DI AMARCORD PER SILVIO E NOSTRI COEVI NOSTALGICI. In settimana siamo andati con Mara dai Pola a Finale Emilia (pochi km da Cavezzo). I Pola, Eraldo ed Augusto hanno li da sempre una armeria ed un campo di tiro. Su quel campo si disputava una volta una gara molto sentita, il Piattello d'Oro. Eraldo era un buon tiratore, ma frequentava poco le gare essendo impegnato in negozio. Augusto era tiratore di livello nazionale e, con piacere, lo ricordo vincitore di un Gran Premio a Capua negli anni 70 con uno straordinario 198/200. Il suo 50/50 finale fu per me una angoscia. Alla vigilia avevo infatti invitato lui, Luciano Bellentani, Guido Morselli, Giovanni Lombardi, Silvano Basagni,Masiero Massai e Peppino Scalzone ad una gita in barca con relativa pantagruelica cena da Mariagrazia a Nerano. Andammo a letto alle tre di notte, ma quei maledetti, Augusto in testa, chiusero tutti la ultima giornata di gara con un magnifico 50/50.......All'arrivo in negozio dai Pola, trovammo Augusto e.......Gigi Bertelli, il farmacista di San Felice sul Panaro. Anche per Gigi gli anni son passati, ma non la sua simpatia e le sue FISSE!!!!!!!E chi può capire, capisca.......Rivederci è stata una festa, ma Gigi mi ha fatto un regalo: mi ha fatto parlare con Luciano Bellentani che, guarda caso, vive a pochi km da casa di Mara. Ho preso il suo indirizzo e gli ho promesso che andrò a trovarlo. Ieri sera raccontavo l'accaduto a Ennio Mattarelli il quale mi diceva che anche lui desidera rivedere Luciano. Può darsi che ci andremo insieme. Ennio, stranamente per chi lo considera un burbero, mi ha ripetuto che desidera fare una rimpatriata con alcuni amici di quell'epoca. Ho recentemente ricordato a Lamberto Chinaglia del suo impegno ad organizzare la cosa e mi ha riconfermato che a primavera la faremo. In mancanza ci proverò da solo e spero che saremo in tanti. Ieri ho anche messo in preavviso Franco Negrini che, tanto per non smentirsi, è stato l'unico a fare la serie in una giornata di vento forte e tagliente che metteva le eliche di 4a e 5a fuori rete prima ancora di pensare di spararle.

Rosa Rosa Gioacchino 07/01/2012 ELICA - Ieri a Casalecchio molti parlavano della osservazione da me riportata circa la possibile pericolosità della esposizione alle schegge nello sperimentale NEW DEAL dell'ELICA a 5 TIRATORI IN PEDANA. E francamente devo dire che i pareri sono concordi sulla preoccupazione per il rischio grave. Speriamo di avere presto notizie in merito.

ricciardi silvio 07/01/2012 INO . - Non sò se potrò, ma sarei felice se tu invitassi anche me a quella riunione. Morselli, Augusto, Luciano, Franco - quando non era un grande industriale ma soltanto un amico di Canossa sempre in giro in Emilia per sparare in gare piccole e grandi, - Bertelli che con la sua farmacia e la sua unica passione sai quanto viagra avrà consumato in questi anni, e Massai ed Alberini che sarebbe fantastico rivedere nei loro poetici assolo, ed Ennio, - che mi ha sempre dato l'appellativo amichevole di *marukkin* anche quando gli extra comunitari non erano ancora arrivati, - che rappresenta per me la massima intelligenza applicata al tiro, rappresenterebbero uno splendido tuffo nei ricordi di un passato che significava prima amicizia e poi agonismo.
Ci mancheranno tanto, gli Assenti - tra tutti il nostro *angelo* Peppino - ma sarà l'occasione per rinverdire i giorni trascorsi insieme, anche se forse non siamo in molti a considerare questi ricordi la unica *pillola* antisenilità come la migliore cura per affrontare lo scorrere troppo veloce di questi anni.

Vigo Africano 07/01/2012 Ino, mi auguro che, quando avverrà questo magnifico incontro di Campioni, vorrai fare per noi un bel resoconto documentato con foto da pubblicare nella Galleria dei Ricordi.
Ancora Auguri a Tutti di un ANNO 2012 denso di soddifazioni.

ricciardi silvio 07/01/2012 PER CONCLUDERE.... . - Domenica prossima 15.1.12, con la prima gara del campionato regionale d'inverno, inizia ufficialmente la stagione agonistica. Nel momento in cui verrà esplosa la prima cartuccia, tutte le *particolarità* - vero eufemismo che sta per reali irregolarità procedurali sull'applicazione del regolamento federale - saranno considerate non più modificabili. E' anche questo il motivo per cui la Fitav di Roma non darà alcun riscontro fino alla data in questione.
Ma per concludere voglio offrire ai lettori due chicche da valutare attentamente:
- un venticinquenne fucile *domiziano* di grande correttezza sportiva e civile, facente parte di una Famiglia di ottimi tiratori, con splendide possibilità per poter competere con successo nella Prima categoria - che gli apparteneva fino all'anno scorso - è stato riportato in Seconda, senza alcun rispetto per le regole in atto.
- della stessa associazione, un altro giovane e valentissimo tiratore facente parte della squadra leader della Campania del campionato estivo, ha subito la stessa inspiegabile sorte.
Coloro che si assumono la responsabilità nell'elargire particolari trattamenti, non pensano minimamente che compiendo tale atto danneggiano automaticamente i nuovi tiratori di Seconda che hanno meritato la promozione lottando ogni domenica e dovranno trovarsi di fronte dei giovani, validi, esperti, competitivi e già padroni delle pedane ??
Non dovrei io certo tentare di porre in rilievo questo inaccettabile modo di gestire le classifiche, ma dovrebbero essere i Presidenti delle altre Associazione Campane, a protezione dei propri tesserati, a ribellarsi.........a meno che non facciano tutti allo stesso modo !!!
Ho concluso: a tutti i tiratori, dalle Lady,agli Ecc.za, dagli Junior fino ai Master - definiti come ladri dei premi dei terza - vada il mio augurio per una stagione di tiro strapiena di successi individuali ed a squadre. Non ci sarò, ma, nonostante tutto, seguirò tutti voi con la massima nostalgia !!

Vigo Africano 07/01/2012 Sono circa 10 le retrocessioni irregolari dalla 1° Categoria alla 2° richieste dal Comitato Regionale Campania, rispetto a quanto stabilito dal presente Regolamento FITAV 2011 - 12.
Mi dispiace doverlo ancora una volta sottolineare, questo nostro ultimo Comitato Regionale, su cui avevamo posto tutta la nostra fiducia e le nostre speranze, si sta dimostrando forse anche peggiore di quelli che lo hanno preceduto. Continua il Sistema paternalistico e clientelare, senza alcuna trasparenza, evitando di pubblicare la Ranking List dell'Attività agonistica 2011 ( come richiesto dal su riportato Regolamento FITAV), che potesse giustificare il proprio operato. Comunque non è l'unico colpevole di queste irregolarità che mortificano il nostro Sport, infatti trova valido contributo per l'inefficiente controllo ed irregolare ratificazione da parte della Federazione centrale.

Rosa Rosa Gioacchino 08/01/2012 SILVIO, tu potrai e dovrai! Purtroppo dovremo fare a meno della presenza di Masiero e di Alterini......AFRI, se accadrà, non mancherò. Buon inizio di spari a voi tutti. Io ieri ho iniziato abbastanza bene con un 4° posto p.m.. Non male.

Cembalo Francesco 16/01/2012 Il Comitato Regionale FITAV Campania è addolarato per l'improvvisa e prematura scomparsa dell'amico LUIGI RUSSO, validissimo tiratore tesserato in Piemonte che ero solito ritornare in Campania per continue rimpatriate, come ha fatto anche durante le ultime vacanze di Natale. Luigi ci mancherai per la tua onestà, sportività ed attaccamento al tiro

Mellone Antonio 16/01/2012 Ricordo di Luigi Russo.
L’ho conosciuto da quando tiro e cioè da circa dieci anni. Persona seria e pacata, mai un gesto o una parola fuori luogo, ed un ottimo tiratore perché quando decideva di vincere una gara lo faceva di brutto. Infatti ha vinto un paio di gran premi di prima categoria con 122/125 e 123/125 ed il Trofeo Fanfarillo nel 2010 a Pastorano con 50/50 tirando proprio accanto a me in pedana. Ci vedevamo due volte l’anno , in estate per circa un mese, ed una o due settimane a cavallo del nuovo anno e la befana. Lo aspettavo con gioia perché sapeva e gli piaceva scherzare con me. Era per me, il suo arrivo, una gioia in quanto le nostre sfide iniziavano settimane prima con telefonate, sms e annunci su facebook e culminavano in battaglie fatte di gare e di pool che non premiavano mai lo stesso vincitore.
Gli dicevo Luigi porta il fucile, le cartucce e 10 euro.
Qualche settimana fa mi scrisse che scendeva per battermi visto che in Campania nessuno ci riusciva. E’ stato con noi proprio il 31 Dicembre scorso partecipando alla gara della Befana a Capua ed una pool a Pastorano nello stesso giorno. C’eravamo organizzati per il primo Gp Fitav di Eccellenza ad Uboldo dove lui mi avrebbe fatto gli onori di casa. Questo era lui per me. Un amico sincero e disinteressato con il quale condividevamo la stessa passione.
Mi manchi già amico mio, mi mancheranno quei momenti che non so descrivere e mi mancheranno le tue risate alle mie colorite dichiarazioni di guerra relative alle gare che ci stavamo accingendo a fare. In questo momento piango per te amico mio e almeno per questa volta aspettami tu, in paradiso se possibile, sempre con il tuo fucile, con le tue cartucce e con quella mia dieci euro che hai vinto e che Dio non mi ha dato la possibilità di recuperare.
Ti salutano Carlo, Romeo, Maurizio, Albino, Gianfranco, Ernesto, Gennaro, Giuseppe, Francesco, Gianni e tutte le persone che hanno avuto la fortuna di conoscerti. Ti ho sempre voluto bene e con te vola via una parte di me. Preparati che un giorno, quando meno te lo aspetti, ti manderò un sms e busserò alla tua porta e potremo continuare per sempre a ridere e sfidarci come abbiamo sempre fatto. Addio amico mio.

Raimondo Tommaso 16/01/2012 IL TAV RAIMONDO E' VICINO ALLA FAMIGLIA PER LA PERDITA DEL NOSTRO CARO AMICO LUIGI RUSSO

ricciardi silvio 16/01/2012 Africano, Gioacchino e Silvio, con tutti gli amici di Tiroavoloforum increduli, si stringono alla Famiglia Russo per l'immenso dolore che provano per la morte di Luigi. Mai avremmo potuto immaginare di vedere la vita sfuggire da un uomo tanto giovane, fortissimo tiratore, attaccato alla sua terra, con delle doti da tutti apprezzate ed invidiate: estrema correttezza, agonismo sempre controllato ed una simpatia della quale conserveremo un ricordo indelebile.

Cassandro Francesco 17/01/2012 Il tiro a volo falco, partecipa al dolore della famiglia Russo per la perdita del caro Luigi

Bacco Giuseppe 17/01/2012 Ma chi te l’ha detto.....Non è possibile…...
Non ci credo....

A Carisio arriviamo sempre dopo le tre, siamo piuttosto lontani. Luigi mi si avvicina col suo caratteristico passo lievemente incerto, un po’ caracollante. “ Quando me la dai la bindella del 2003 ? “ Ha appena fatto 25 col suo 2005. “ Ma vuoi tirare 26 ?” Sorride, col suo fare discreto.“ No, è che mi pare che con la bindella un pò più bassa….”“ Te la porto sabato” .


Passa Davide che gli appoggia sconsolato 10 €uro,” Di la ho fatto 23 e lui 24, di qui ho fatto 24 e lui 25”.

Lo stupore e l’incredulità lasciano purtroppo il posto nei nostri cuori, allo scoramento, alla tristezza, al dolore.


Una persona così, anche se la frequenti raramente, se la conosci occasionalmente, ti sembra di conoscerla da sempre. E’comunque un tuo grande amico. E’ la semplicità del suo fare, la serenità e l’equilibrio del suo porsi che l’avvicina a te e ti fa sentire il cuore lacerato per la sua partenza.
Spero che tu sia felice in cielo, ma certo qui hai lasciato un vuoto incolmabile.

zucchetti renzo 18/01/2012 ho appena saputo della morte di luigi russo...io lo vedevo quasi tutti i fine settimana e posso assicurare che in questo mondo di maestri era uno dei pochissimi che aveva sempre un sorriso anche quelle rare volte che la gara non andava come previsto...ciao e continua a sparare con il tuo bindellone...

ZUCCHETTI ROBERTO 18/01/2012 anch'io ho saputo solo adesso della scomparsa di Luigi Russo,faccio fatica a crederci,ci siamo visti poche settimane fà,e adesso questa brutta notizia...ti voglio ricordare cosi sempre felice sui campi di tiro,ciao Luigi sei stato un grande

Raimondo Tommaso 22/01/2012 IL TAV RAIMONDO E' VICINO ALLA FAMIGLIA PER LA PERDITA DEL CARO AMICO LUDOVICO ZAMPELLA

Papararo Giuseppe 23/01/2012 CAMPIONATO INVERNALE. RIFLESSIONI.
Sabato e domenica u.s., approfittando delle mie striminzite due ore di pausa lavoro e della vicinanza alla struttura tiravolistica, ho fatto visita al campo di tiro Marrandino, per seguire l'andamento della 2^ prova del campionato invernale. A parte i risultati complessivamente un po' inferiori alla media, ma comunque aderenti a questo periodo dell'anno, ciò che mi ha lasciato più stupito è stata la massiccia partecipazione di tiratori, non solo a questa, ma anche alle altre manifestazioni analoghe, sfidando intemperie e freddo gelido. Scambiando poi quattro chiacchiere col mio amico coordinatore Giuseppe Candilio, mi è stato riferito che altri numerosi tiratori avevano dovuto rinunciare alla partecipazione, poichè non vi era tempo sufficiente per inserire altre batterie.
Mi rendo conto che le mie conoscenze sono molto datate, ma ripercorrendo a ritroso la mia attività agonistica, ricordo che l'attività tiravolistica terminava grosso modo nel mese di ottobre per poi riprendere, tranne in qualche caso nel periodo natalizio con gare gastronomiche, nel mese di marzo. Il tempo intercorrente gli appassionati lo dedicavano soprattutto alla caccia.
Allora mi chiedo e vi chiedo: quale potrebbe essere il segreto di tanto successo? La formula indovinata? L'agonismo esasperato? La rivalità societaria? Il sogno della conquista di un titolo, anche se di minore importanza rispetto ad altri? L'anelito di scalare categorie federali? Mah.........Saluti a tutti voi. Peppino Papararo.

Cassandro Francesco 23/01/2012 Il tiro a volo falco, partecipa al dolore della famiglia Zampella per la perdita del caro Ludovico

Cassandro Francesco 23/01/2012 Ennio Falco e tutto il Tiro a Volo Falco esprimono profondo cordoglio alla famiglia Iermano per la dipartita dell'amico Salvatore

Marcoccio Agostino 23/01/2012 E' grande il dolore quando un caro amico ti lascia, di Salvatore non si possono solo ricordare le giornate di Skeet vissute a tutte le latitudini, ma il piacere di stare insieme, ad abbeverarsi ai suoi racconti di una vita passata in pedana mancherà a tutti coloro che lo hanno conosciuto e voluto bene. Ciao Sasà, guidaci ancora dall'alto.


Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   31


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale