Stili Carnevali



Scaricare 192.52 Kb.
Pagina5/5
14.11.2018
Dimensione del file192.52 Kb.
1   2   3   4   5
La moda dell’accusa del falso in bilancio nelle indagini delle Procure della Repubblica, cit., 722 ss.; Id., Il falso in bilancio e le oscillazioni del pendolo, in Riv. società, 2002, 421 ss.; e l’altro, fra i padri del diritto penale commerciale: A. Crespi, Il falso in bilancio e il pendolarismo delle coscienze, ivi, 2002, 449 ss.

26 G. Pecorella, Relatore per la maggioranza della II Commissione, seduta n. 29 del 2.8.2001.

27 S. Seminara, False comunicazioni sociali, falso in prospetto e nella revisione contabile e ostacolo alle funzioni delle autorità di vigilanza, cit., 681.

28 F. Giunta, La riforma dei reati societari ai blocchi di partenza. Prima lettura del d.lg. 11.4.2002, n. 61 (Prima parte), in Studium iuris, 2002, 700 ss.

29 A. Alessandri, Il ruolo del danno patrimoniale nei nuovi reati societari, cit., 809.

30 C.E. Paliero, Nasce il sistema delle soglie quantitative: pronto l’argine alle incriminazioni, in Guida dir., n. 16, 2002, 38.

31 M. Donini, Abolitio criminis e nuovo falso in bilancio. Struttura e offensività delle false comunicazioni sociali (artt. 2621 e 2622 c.c.) dopo il d.lg. 11.4.2002, n. 61, in Cass. pen., 2002, 1258.

32 D. Pulitanò, False comunicazioni sociali, in Il nuovo diritto penale delle società. D. lgs. 11.4.2002, n. 61, a cura di A. Alessandri, Milano, 2002, 145.

33 Cfr. Cass. pen., Sez. II, 16.11.2012, n. 3397, ove si afferma che l’ipotesi contravvenzionale è posta a tutela di interessi superindividuali, identificati nella veridicità, chiarezza e completezza delle informazioni relative all’esercizio dell’attività, in linea con la funzione attribuita al bilancio dai principi ispiratori della sua disciplina.

34 Cfr. M.N. Masullo, sub artt. 2621-2622, in Le fonti del diritto italiano. Leggi penali di udienza, a cura di T. Padovani, Milano, 2003, 1226.

35 L’allusione corre a Cass. pen., S.U., 26.3.2003, in Guida dir., 26, 2003, 60 ss.

36 In generale, per tutti A. Gullo, Il reato proprio, Milano, 200.

37 C. Pedrazzi, Gestione d’impresa e responsabilità penale, in Riv. società, 1962, 224 ss.; F. Mucciarelli, Responsabilità penale dell’amministratore di fatto, in Le società, 1989, 121 ss.

38 Per tutti, Di Giovine, L’estensione delle qualifiche soggettive, in I nuovi reati societari: diritto e processo, cit., 5 ss.

39 Così A. Rossi, Illeciti penali e amministrativi in materia societaria, in Trattato di diritto penale, Parte speciale, a cura di C.F. Grosso, T. Padovani, A. Pagliaro, Milano, 2012, 130.

40 Cfr. E. Musco, La società per azioni nella disciplina penalistica, cit., 259 ss.

41 Cfr. a tal proposito, G.E. Colombo, Olivieri, Il bilancio consolidato, in Trattato delle società per azioni, cit., VII, 1, Torino, 1994, 577 ss.

42 A. Bartulli, Riflessioni sulla tutela penale dell’informazione societaria: bilancio d’esercizio e bilancio consolidato, in Riv. società, 1996, 17 ss.

43 A. Crespi, False comunicazioni sociali e bilancio consolidato, in Studi di diritto penale societario, Milano, 2010, 310 ss.

44 A. Bartulli, Riflessioni sulla tutela penale dell’informazione societaria: bilancio d’esercizio e bilancio consolidato, cit., 21.

45 L. Conti, Responsabilità penali degli amministratori e politiche di gruppo, in Riv. trim. dir. pen. economia, 1995, 454. Altresì, v. P. Veneziani, Appunti in tema di profili penalistici del bilancio consolidato di gruppo ai sensi del d.lg. 9.4.1991, n. 127, in Riv. trim. dir. pen. economia, 1996, 238 ss.

46 Così G.G. Sandrelli, Delle falsità, in Reati societari, a cura di A. Rossi, Torino, 2005, 129 ss.

47 T. Avezzano, 16.9.2003, in Giur. di Merito, 2003, 2448.

48 Pertanto, insuscettibili di rientrare nel diverso veicolo «altre comunicazioni sociali la cui redazione sia obbligatoria per legge».

49 L. Foffani, sub artt. 2621-2641 c.c., in Commentario breve alle leggi penali complementari, a cura di F.C. Palazzo, C.E. Paliero, Padova, 2007, 2456.

50 C. Pedrazzi, Società commerciali (Disciplina penale), cit., 358 ss.; altresì E. Musco, La società per azioni nella disciplina penalistica, cit., 260 ss.

51 A. Alessandri, Diritto penale e attività economiche, cit., 279.

52 A. Rossi, Illeciti penali, cit., 153.

53 Espressione più specifica, questa, impiegata dal legislatore in relazione all’oggetto e all’ambito della condotta di omissione di informazioni la cui comunicazione sia imposta dalla legge.

54 L. Conti, Disposizioni penali in materia di società e consorzi, in Comm. Scialoja-Branca, a cura di F. Galgano, 4a ed. Bologna-Roma, 2004, 71.

55 Non manca chi in dottrina ha sottolineato come tali ultime comunicazioni, espunte dal novero di quelle rilevanti ex art. 2621 c.c., siano proprio quelle che costituiscono il tessuto quotidiano del rapporto informativo tra la società e il contesto in cui opera. In tal senso, G.G. Sandrelli, False comunicazioni sociali, bancarotta, infedeltà patrimoniale, Atti del convegno Euroconference di Verona 26.9.2002, Verona, 2002, 28 ss.

56 In giurisprudenza, per l’esclusione sia delle comunicazioni unipersonali, sia di quelle interorganiche, v. T. Pescara, 19.3.2002; T. Avezzano, 16.9.2003, cit.

57 V. T. Milano, 28.11.1987, in Giur. comm., 1989, II, 769 ss.; A. Milano, 13.6.1990, in Cass. pen., 1991, 2059 ss.; Cass. pen., 28.2.1991, in Cass. pen., 1991, 1849. Per la tesi dell’esclusione dalla sfera di tutela penale apprestata dal vecchio art. 2621, n. 1, c.c. delle comunicazioni dirette ad un unico destinatario, cfr. C. Pedrazzi, Un concetto controverso: le «comunicazioni sociali», in Riv. it. dir. e proc. pen., 1977, 1565 ss.; A. Crespi, La comunicazione societaria con un unico destinatario, in Riv. società, 1998, 1121 ss.

58 Così G.G. Sandrelli, Delle falsità, in Reati societari, cit., 145.

59 Cass. pen., 22.6.2010, n. 29176.

60 Per tutti, E. Musco, I nuovi reati, cit., 73.

61 F. Giunta, Lineamenti di diritto penale dell’economia, 2a ed., Torino, 2004, 192.

62 Cfr. G.G. Sandrelli, Delle falsità, cit., 149; L. Foffani, sub artt. 2621-2641 c.c., cit., 2458; A. Alessandri, Diritto penale, cit., 275 ss.; A. Rossi, Illeciti penali, cit., 155.

63 F. Giunta, Lineamenti, cit., 195 ss.

64 E. Musco, I nuovi reati societari, cit., 72.

65 Cfr. A. Rossi, Illeciti penali, cit., 157.

66 E. Musco, I nuovi reati societari, cit., 69.

67 V. Napoleoni, I fondamenti del nuovo diritto penale tributario, Milano, 2000, 101.

68 Com’è noto, la tesi è stata elaborata da A. Bartulli, Tecniche di redazione del bilancio e norme incriminatrici, e Le violazioni in materia di bilancio: aspetti penalistici, entrambi in Tre studi sulle falsità in bilancio e altri scritti di diritto penale societario, Milano, 1980, rispettivamente 122 ss., e 342 ss.; nella medesima direzione, E. Musco, La società per azioni nella disciplina penalistica, cit., 268 ss.; e, dopo la riforma, Id., I nuovi reati societari, cit., 71 ss.

69 A. Alessandri, Diritto penale, cit., 282.

70 A. Alessandri, Diritto penale e attività economica, cit., 275.

71 L’opinione prevalente attrae nella formula «imposte dalla legge» anche le comunicazioni di informazioni complementari e necessarie ad assicurare, a norma dell’art. 2423, 3° co., c.c., la rappresentazione veritiera, chiara e corretta dei dati di bilancio (Pulitanò, False comunicazioni sociali, in Il nuovo diritto penale delle società, a cura di A. Alessandri, cit., 154 ss.; problematico sul punto, A. Crespi, Le false comunicazioni sociali: una riforma faceta, in Riv. società, 2001, 1367). Di contro, dovranno essere escluse dal novero delle doverose informazioni le notizie afferenti al «segreto sociale» e quelle che, ove divulgate, comporterebbero un danno all’interesse sociale (trattasi, all’evidenza, di notizia «opposte» a quelle imposte dalla legge, la cui divulgazione è fonte di responsabilità anche penale).

72 Così, C. Pedrazzi, Società commerciali, cit., 358 ss.; nella medesima direzione, E. Musco, I nuovi reati societari, cit., 78 s.

73 A. Rossi, Illeciti penali, cit., 159.

74 T. Napoli, 16.1.2008; T. Torino, 13.1.2003, entrambe in Codice di diritto penale delle imprese e delle società, a cura di A. Di Amato, Milano, 2011, 1158.

75 E. Musco, La società per azioni nella disciplina penalistica, cit., 275 s.; A. Alessandri, Diritto penale e attività economiche, cit., 326 ss.

76 A. Alessandri, Diritto penale, cit., 281.

77 A. Alessandri, Il ruolo del danno patrimoniale nei nuovi reati societari, in Soc., 2002, 808.

78 R. Bricchetti, L. Pistorelli, Punibili solo le notizie verso il pubblico e i soci, in Guida dir., 2002, 16, 51 s.

79 A. Alessandri, Diritto penale e attività economiche, cit., 281.

80 A. Rossi, Illeciti penali, cit., 160.

81 In tal senso, cfr. Cass. pen., sez. V, 2.12.2011, n. 14759: con la citata pronunzia la Suprema Corte ha ritenuto sussistente il reato in esame nell’ipotesi di «omessa registrazione contabile di operazioni finanziarie aventi ad oggetto la stipula di contratti derivati ad alto rischio che si rifletta sulla veridicità del bilancio di una società quotata, determinando un deprezzamento delle azioni dei soci al momento in cui la relativa notizia venga divulgata a seguito degli accertamenti compiuti in proposito dalle autorità di controllo».

82 S. Seminara, False comunicazioni sociali, falso in prospetto, cit., 682.

83 E. Musco, I nuovi reati societari, cit., 84 s.

84 F. Giunta, La riforma dei reati societari ai blocchi di partenza (prima parte), in Studium iuris, 2002, 703 s.

85 S. Seminara, False comunicazioni sociali, falso in prospetto, cit., 682.

86 Con veemenza: G. Marinucci, «Depenalizzazione» del falso in bilancio con l’avallo della SEC: ma è proprio così?, cit., 137 ss.

87 Cass. pen., Sez. V, 15.6.2006, n. 26343, in Fisco, 2007, 4178 con nota di Caraccioli.

88 Caraccioli, Le nuove norme sui conti alterati limitano i comportamenti punibili, in Il Sole 24 ore, 29.3.2002.

89 Per ulteriori riflessioni critiche sulla validità e affidabilità dei parametri prescelti dal legislatore, v. A. Alessandri, Il ruolo del danno patrimoniale, cit., 804.

90 In tal senso, Musco, I nuovi reati, cit., 91.

91 Cfr. C. cost., 1.6.2004, n. 161, ove si afferma che «le soglie di punibilità contemplate dall’art. 2621 c.c. integrano requisiti essenziali della tipicità del fatto», trattandosi di elementi che esprimono «una valutazione legislativa in termini di meritevolezza ovvero di bisogno di pena, idonea a caratterizzare una precisa scelta politico criminale».

92 Sembra orientarsi in tal senso la giurisprudenza di legittimità: la Suprema Corte ha affermato che al giudice di merito resterebbe inibita l’affermazione di responsabilità per la fattispecie di false comunicazioni sociali, se gli risultasse non superata la soglia delle valutazioni estimative, che deve invece esserlo in ogni caso, sempre che in ragione del suo oggetto (valutazioni estimative), sia applicabile alla fattispecie concreta in discussione; cfr. Cass. pen., Sez. V, 14.12.2012, n. 3229.

93 F. Giunta, sub artt. 2621, 2622, 2623, 2624, cit., 24.

94 C.E. Paliero, La riforma della tutela penale del risparmio: continuità e fratture nella politica criminale in materia economica, in Corr. merito, 5, 2006, 617.

95 Cass. pen., Sez. V, 24.11.2010, n. 2784, in Cass. pen., 2012, 2, 673, che ha ritenuto sussistere siffatto dolo intenzionale con riguardo ai creditori nella rappresentazione tranquillizzante dello stato finanziario del novero societario facente capo all’imputato quando esso era, in realtà, sommerso da debiti e da impellenti ingiunzioni, costretto a ricorrere ad espedienti rischiosi pur di lucrare qualche garanzia ed allargamento di fido: «In tema di false comunicazioni sociali, la disposizione di cui all’art. 2622 c.c., come richiamata dall’art. 223, comma 2, n. 1, l. fall., richiede oltre al dolo generico (rappresentazione del mendacio) e al dolo specifico rispetto ai contenuti dell’offesa, qualificata da ingiusto profitto, il dolo intenzionale di inganno dei destinatari, previsto per escludere letture in chiave di dolo eventuale, ancorché compatibile con la presenza di concomitanti finalità».

96 Cfr. G.E. Colombo, La moda del falso in bilancio, cit.; Id., Il falso in bilancio e le oscillazioni del pendolo, cit.

97 Cfr. L. Foffani, La nuova disciplina delle false comunicazioni sociali, in I nuovi reati societari: diritto e processo, a cura di A. Giarda, S. Seminara, Padova 2002, 231 ss.; cfr. G. Giordanengo, False comunicazioni sociali – Reati societari, a cura di A. Rossi, Torino, 2005, 184 ss. Per una proposta atta a recuperare qualche spazio al dolo eventuale, D. Pulitanò, False comunicazioni sociali, cit., 141 ss.

98 In letteratura, per tutti A. Crespi, Note minime sulla posizione di garanzia dell’amministratore delegante nella riforma introdotta dal d.lg. n. 6/2003, ora in Studi di diritto penale societario, Milano, 2010, 107 ss., nonché sempre dello stesso Autore, La giustizia penale nei confronti dei membri degli organi collegiali, ivi, 31 ss.

99 Cass. pen., Sez. V, 5.11.2008, n. 45513, in CED Cass., rv. 241852.

100 F. Giunta, La riforma dei reati societari ai blocchi di partenza. Prima lettura del d.lg. 11.4.2002, n. 61 (Prima parte), cit., 700 ss.

101 L. Foffani, sub artt. 2621-2641, cit., 2461.

102 Cass. pen., Sez. V, 2.12.2011, n. 14759.

103 In proposito, si v. Onado, I risparmiatori e la Cirio: ovvero, pelati alla meta, in Mercato, concorrenza, regole, 2003, 499 ss.

104 C.E. Paliero, La riforma, cit., 619.

105 S. Seminara, Nuovi illeciti penali ed amministrativi nella legge sulla tutela del risparmio, in Dir. pen. e processo, 5, 2006, 522.

106 Cfr. Cass. pen., S.U., 25.10.2000, in Foro it., 2001, II, 141; Cass. pen., S.U., 13.12.2000, ivi, 2001, II, c. 141.

107 E. Musco, I nuovi reati, cit., 116; M. Donini, Abolitio criminis e nuovo falso in bilancio. Struttura e offensività delle false comunicazioni sociali (artt. 2621 e 2622 c.c.) dopo il d.lg. 11.4.2002, n. 61, cit., 1273 ss.; Id., Discontinuità del tipo di illecito e amnistia. Profili costituzionali, in Cass. pen., 2003, 2881; G. Lozzi, Successione di leggi penali e riforma dei diritti societari, in Riv. it. dir. e proc. pen., 2002, 974 ss.

108 T. Padovani, Il cammello e la cruna dell’ago. I problemi della successione di leggi penali relativi alle nuove fattispecie di false comunicazioni sociali, in Cass. pen., 2002, 1598 ss.; M. Romano, Irretroattività della legge penale e riforme legislative: reati tributari e false comunicazioni sociali, in Riv. it. dir. e proc. pen., 2002, 1270 ss.

109 Cfr. Cass. pen., S.U., 26.3.2003; v., inoltre, Cass. pen., sez. V, 22.1.2013 n. 19307; Cass. pen., sez. I, 22.04.2013, n. 42116. Ma già, nella medesima direzione della successione di leggi ex art. 2, 3° co., c.p.: Cass., Sez. V, 20.11.2002, in Foro it., 2003, II, 621; Cass. pen., Sez. V, 30.9.2002, in Riv. guardia di finanza, 2003, 327; Cass. pen., Sez. V, 21.5.2002, n. 6821.

110 A. Lecce, ord. 7-12.10.2002, in Cass. pen., 2003, 640 ss., alla quale si sono poi aggiunti T. Milano, Sez. I, ord. 26.10.2002, e T. Milano, Sez. IV, ord. 29.10.2002.

111 Con esemplare chiarezza, anche per gli ulteriori profili connessi al sindacato costituzionale su norme penali di favore nonché su vuoti di tutela e fenomeni di reviviscenza normativa: A. Crespi, Diritto comunitario e nuovo diritto penale societario, in Studi di diritto penale societario, cit., 155 ss..

112 Cfr. T. Milano, sez. II, ord. 12.2.2003.

113 Così, E. Musco, I nuovi reati, cit., 127.

114 Altresì v. A. Milano, sez. II, 12.9.2005, che ha respinto la richiesta di sollevare questione di legittimità costituzionale degli artt. 2621 e 2622 c.c. per violazione degli artt. 11 e 117 cost., in relazione all’art. 6 della prima direttiva CEE in materia societaria e dell’art. 5 Trattato istitutivo CEE.

115 Ordinanze del 20.2.2006, n. 70, e del 14.6.2007, n. 196.



Disposizioni penali in materia di società e di consorzi1



1   2   3   4   5


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale