Storia della pena e nascita della prigione: cenni


provvedimento di differimento



Scaricare 151 Kb.
Pagina14/19
28.03.2019
Dimensione del file151 Kb.
1   ...   11   12   13   14   15   16   17   18   19
provvedimento di differimento può essere disposto dal G.I.P. ed è eccezionale e motivato, cioè in esso devono essere indicati i motivi della sua disposizione, che devono essere di natura eccezionale, e la sua durata, che non può superare i 5 giorni (prima il limite massimo era di 7 giorni). Quindi anche se i giorni di differimento non sono indicati nel provvedimento oppure superano il massimo previsto il provvedimento decade automaticamente dopo 5 giorni. Inoltre il provvedimento deve essere notificato al detenuto e al suo difensore.

Ogni persona indagata o detenuta ha la possibilità di avere due difensori per ogni procedimento in corso. Il colloquio tra il detenuto e il suo difensore si svolge in sale appositamente previste e, proprio perché non può esserci alcuna limitazione al diritto alla difesa, il difensore può venire in qualunque momento a fare colloquio col suo assistito, nel rispetto però dell’orario di accesso previsto dal regolamento dell’istituto, salvo che egli non dimostri l’urgenza di incontrare il suo assistito. Nel caso del provvedimento di differimento, come del resto anche in quello delle perquisizioni, si ha uno scontro tra un diritto del singolo e un interesse della collettività, ambedue sanciti e protetti costituzionalmente, che si risolve in un compromesso consistente nel fatto che il primo si piega al secondo.

Il provvedimento di differimento rappresenta, accanto all’isolamento giudiziario, uno strumento per evitare l’inquinamento delle prove in fase di giudizio.

Passiamo ora al




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   11   12   13   14   15   16   17   18   19


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale