Sublimazione dello iodio



Scaricare 4.43 Mb.
Pagina54/88
29.03.2019
Dimensione del file4.43 Mb.
1   ...   50   51   52   53   54   55   56   57   ...   88
P305 + P351 + P338 IN CASO DI CONTATTO CON GLI OCCHI: sciacquare accuratamente per parecchi minuti. Togliere le eventuali lenti a contatto se è agevole farlo. Continuare a sciacquare.

P370 + P378 In caso d’incendio: utilizzare polvere secca o sabbia secca per estinguere.

NaOH

ghs05

H290 Può essere corrosivo per i metalli.

H314 Provoca gravi ustioni cutanee e gravi lesioni oculari.

P280 Indossare guanti/ indumenti protettivi/ Proteggere gli occhi/ il viso.

P305 + P351 + P338 IN CASO DI CONTATTO CON GLI OCCHI: sciacquare accuratamente per parecchi minuti. Togliere le eventuali lenti a contatto se è agevole farlo. Continuare a sciacquare.

P310 Contattare immediatamente un CENTRO ANTIVELENI o un medico.

NH4OH

ghs05

H315 Provoca irritazione cutanea.

H318 Provoca gravi lesioni oculari.

H412 Nocivo per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata

P280 Proteggere gli occhi/ il viso.

P305 + P351 + P338 + P310 IN CASO DI CONTATTO CON GLI OCCHI: sciacquare accuratamente per parecchi minuti. Togliere le eventuali lenti a contatto se è agevole farlo. Continuare a sciacqua

Benzaldeide

ghs07

H302 + H312 Nocivo se ingerito o a contatto con la pelle

H315 Provoca irritazione cutanea.

P280 Proteggere gli occhi/ il viso

P301 + P312 + P330 IN CASO DI INGESTIONE accompagnata da malessere: Contattare un CENTRO ANTIVELENI/un medico in caso di malessere. Sciacquare la bocca

23. Riconoscimento di aldeidi e chetoni: saggio di Fehling

Il gruppo carbonilico C=O può essere primario, cioè ad un'estremità della catena di atomi di carbonio, oppure secondario, cioè legato ad altri due atomi di carbonio. Nel primo caso il composto è un'aldeide, nel secondo caso un chetone.

Il gruppo carbonilico delle aldeidi si ossida facilmente a gruppo carbossilico, mentre il gruppo carbonilico dei chetoni si ossida molto più difficilmente. In particolare, in ambiente basico il gruppo carbonilico delle aldeidi può ossidarsi riducendo gli ioni Cu2+ a ossido rameoso Cu2O, reazione che invece non avviene con un chetone.

https://lh5.googleusercontent.com/elaujtt2bp8zoboojzur6xa682j1sfu_-kmctfrfw3sqlxo34ldst6jgzlsyuttdoepodljir3l0jpmnfwdlmw3isn_ns_vdcrlrfv82imryumplgtunhqcaoqf3tn1kme8eaukx

Il saggio di Fehling si basa su questa reazione: poiché gli ioni Cu2+ hanno un colore azzurro, mentre l'ossido rameoso è un solido insolubile rosso mattone, un cambiamento di colore è indice della presenza di un gruppo carbonilico aldeidico.

Per evitare che in ambiente basico gli ioni Cu2+ precipitino sotto forma di idrossido rameico, insolubile, nella soluzione sono presenti ioni tartrato che complessano gli ioni Cu2+ mantenendoli in soluzione.

La maggior parte dei monosaccaridi nella loro forma aperta presentano un gruppo carbonilico: si tratta di aldeidi in grado di ridurre gli ioni rameici a ossido rameoso.



1   ...   50   51   52   53   54   55   56   57   ...   88


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale