Sublimazione dello iodio


PARTE 2 (ESPERIENZA APPLICATA A GLUCOSIO E SACCAROSIO)



Scaricare 4.43 Mb.
Pagina56/88
29.03.2019
Dimensione del file4.43 Mb.
1   ...   52   53   54   55   56   57   58   59   ...   88
PARTE 2 (ESPERIENZA APPLICATA A GLUCOSIO E SACCAROSIO)

In alcuni disaccaridi (come il saccarosio) o polisaccaridi il gruppo carbonilico è invece stato modificato per formare il legame tra i monosaccaridi che compongono la molecola: in questo caso la molecola non sarà in grado di ridurre gli ioni rameici a ossido rameoso.

Gli zuccheri che danno risultato positivo al saggio di Fehling, cioè che sono in grado di ridurre gli ioni rameici a ossido rameoso, si dicono zuccheri riducenti, quelli che danno risultato negativo si dicono zuccheri non riducenti.

Argomento:

Riconoscimento di gruppi funzionali (aldeidi e chetoni). Distinzione tra zuccheri riducenti e non riducenti.

Materiale:


  • Sostanza da analizzare contenente un gruppo aldeidico: glucosio

  • Sostanza da analizzare contenente un gruppo chetonico: saccarosio

  • Reattivo di Fehling A

  • Reattivo di Fehling B

Procedimento:

Ripetere il procedimento descritto nella parte 1 applicandolo a glucosio e saccarosio.



Risultato:

Se la sostanza analizzata contiene gruppi aldeidici, si dovrebbe formare un precipitato rosso mattone di ossido rameoso. In caso contrario la soluzione dovrebbe rimanere blu scura e limpida.



Sicurezza:




Indicazioni di Pericolo

Consigli di Prudenza




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   52   53   54   55   56   57   58   59   ...   88


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale