Sublimazione dello iodio


Sintesi dell’aroma di banana



Scaricare 4.43 Mb.
Pagina58/88
29.03.2019
Dimensione del file4.43 Mb.
1   ...   54   55   56   57   58   59   60   61   ...   88
24. Sintesi dell’aroma di banana:

reazione di sintesi di un estere di acido carbossilico

Argomento:

Sintesi organica. Esterificazione.

Reagenti:

  • Alcool isoamilico (3,5 ml)

  • acido acetico glaciale (5 ml)

  • acido solforico concentrato (1 ml)

  • acqua

  • soluzione acquosa al 5% di bicarbonato di sodio (20 ml)

  • soluzione satura di cloruro di sodio (3 ml)

  • solfato di sodio

Strumenti:

Teoria:

I frutti hanno fragranze peculiari dovute a complesse miscele di centinaia di composti diversi in cui hanno un ruolo predominante gli esteri, conosciuti anche come esteri della frutta: nell’aroma di banana sono stati identificati ad esempio una trentina di composti.

Gli esteri sono derivati degli acidi carbossilici preparati attraverso vari metodi, tra cui il più comune è l’esterificazione di Fischer, utilizzato sia su scala industriale che per piccole quantità.

L’estere preparato in questo esperimento è l’acetato di isoamile, responsabile dell’aroma di banana.





Procedimento:

Prendere un pallone a due o tre colli da 25 ml, introdurvi una barretta magnetica e posizionarlo sopra ad una piastra riscaldante munita di bagno ad olio.

Versare poi nel pallone l’alcol isoamilico, l’acido acetico glaciale e molto cautamente l’acido solforico.

Dopo aver munito il pallone di un refrigerante a bolle, portare la miscela all’ebollizione; continuare l’ebollizione per circa 30 minuti.

Lasciar raffreddare a temperatura ambiente e versare quindi la miscela in un imbuto separatore aggiungendo con cautela 20 ml di acqua. Tappare e agitare vigorosamente l’imbuto diverse volte, sfiatando di tanto in tanto; separare quindi la fase acquosa inferiore (da scartare) da quella organica superiore (da lasciare nell’imbuto).

Aggiungere alla fase organica 15 ml di una soluzione acquosa al 5% di bicarbonato di sodio (Attenzione! Sviluppo di CO2) e agitare l’imbuto debolmente finché cessa lo sviluppo di anidride carbonica. Tappare quindi l’imbuto e agitarlo due o tre volte sfiatando ogni volta. Separare lo strato acquoso e ripetere l’operazione aggiungendo ulteriori 15 ml di soluzione acquosa al 5% di bicarbonato di sodio finché la soluzione acquosa di scarto diventa basica alla cartina tornasole. Lavare infine la soluzione organica con 25 ml di acqua e con 5 ml di una soluzione satura di cloruro di sodio agitando debolmente l’imbuto separatore. Separare la fase acquosa e versare la fase organica in una beuta.

Infine trattare la fase organica con solfato di sodio per eliminare le tracce di acqua e poi filtrare su filtro a pieghe. Il liquido ottenuto è l’aroma desiderato.

N.B.: in condizioni del tutto analoghe, cambiando l’acido carbossilico e/o l’alcol, è possibile ottenere molti altri aromi (ananas, kiwi, arancia, menta, ciliegia, mela, rhum, etc)



Sicurezza:




Indicazioni di Pericolo

Consigli di Prudenza




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   54   55   56   57   58   59   60   61   ...   88


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale