Sublimazione dello iodio


H225 Liquido e vapori facilmente infiammabili. H319



Scaricare 4.43 Mb.
Pagina84/88
29.03.2019
Dimensione del file4.43 Mb.
1   ...   80   81   82   83   84   85   86   87   88
H225 Liquido e vapori facilmente infiammabili.

H319 Provoca grave irritazione oculare.

P210 Tenere lontano da fonti di calore, superfici calde, scintille, fiamme libere o altre fonti di accensione. Non fumare.

P280 Proteggere gli occhi/ il viso.

P305 + P351 + P338 IN CASO DI CONTATTO CON GLI OCCHI: sciacquare accuratamente per parecchi minuti. Togliere le eventuali lenti a contatto se è agevole farlo. Continuare a sciacquare.

P337 + P313 Se l'irritazione degli occhi persiste, consultare un medico.

P403 + P235 Conservare in luogo fresco e ben ventilato.

32. Decolorazione dello zucchero bruno
Argomento:

Tecniche di purificazione di composti organici. Ricristallizzazione.
Materiale:

  • zucchero bruno

  • acqua distillata

  • etanolo

  • carbone attivo

Strumenti:

Scopo:

Purificazione di un composto organico dalle impurezze.
Procedimento:

5 g di zucchero grezzo vengono posti in una provetta con 20 gocce di acqua distillata. La provetta viene quindi immersa in un bagnomaria e si prosegue con l’aggiunta di acqua distillata goccia a goccia fino a completa dissoluzione del solido. Una volta ottenuta una soluzione limpida, si aggiunge 1 ml di etanolo e si agita; questa operazione viene ripetuta 5 volte, fino ad un totale di 5 ml di etanolo aggiunti. Le impurezze colorate insolubili nella miscela acqua/etanolo precipitano sotto forma di solido gommoso. La miscela tiepida viene quindi filtrata su cotone. (Se la soluzione rimane gialla, ripetere la filtrazione a caldo).

Se nonostante il trattamento precedente non si ottiene una soluzione incolore, è opportuno utilizzare come decolorante una sostanza adsorbente, il carbone attivo.

La soluzione viene riportata all’ebollizione a bagnomaria e viene introdotta una punta di spatola di carbone attivo; si agita e si filtra nuovamente a caldo su cotone. La soluzione filtrata viene raffreddata lentamente e per favorire la cristallizzazione si strofina sulle pareti della provetta con uno specillo di vetro. Si chiude la provetta e dopo 24 ore si osservano i cristalli.



Sicurezza:





Indicazioni di Pericolo

Consigli di Prudenza

Etanolo

ghs02

ghs07




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   80   81   82   83   84   85   86   87   88


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale