Tutor uberto Pagotto



Scaricare 0.8 Mb.
12.11.2018
Dimensione del file0.8 Mb.

logo sc


Allegato 1

TUTOR

Uberto Pagotto




TITOLO DEL PROGETTO

FENOTIPIZZAZIONE ORMONALE DI SOGGETTI OBESI O SOVRAPPESO DIPENDENTI E NON-DIPENDENTI DA CIBO

ABSTRACT DEL PROGETTO (tra 250 e 300 parole)

Il progetto si inserisce in un pregresso studio che vuole valutare il ruolo del sistema degli endocannabinoidi circolanti e di alcuni ormoni plasmatici, in particolare leptina, ghrelina e adiponectina, nella determinazione del fenotipo di sovrappeso e/o di obesità in due differenti gruppi di soggetti, suddivisi in base al questionario YALE in “dipendenti” e “non dipendenti” dal cibo. Il progetto verterà sulla misurazione di endocannabinoidi circolanti mediante spettrometria di massa tandem accoppiata ad HPLC nei pazienti inseriti nello studio europeo NEUROFAST, e sulla quantificazione dei tre peptidi sopracitati mediante l’utilizzo di appositi kit commerciali. I prelievi ematici eseguiti presso strutture cliniche, dovranno essere affidati al candidato che dovrà effettuarne un’adeguata processazione al fine di preservare gli analiti di interesse da misurare dalla degradazione o alterazione, per poi procedere alla loro quantificazione mediante spettrometria di massa accoppiata ad HPLC. I valori ottenuti dovranno poi essere inseriti in appositi data-base e analizzati alla luce di altri parametri raccolti in corso di studio quali misurazioni antropometriche, parametri metabolici, valutazioni psicometriche ottenute mediante questionari e dati derivati dall’analisi delle immagini PET, effettuate dai soggetti prima e dopo essere stati sottoposti a regime dietetico ipocalorico. I dati ottenuti saranno quindi valutati mediante analisi di associazione, al fine di determinare se le variazioni eventualmente riscontrate negli analiti oggetto dello studio, permettano di ottenere una migliore caratterizzazione di soggetti sovrappeso od obesi, definiti dal questionario Yale come “dipendenti” dal cibo rispetto ad una popolazione di soggetti obesi o sovrappeso definiti con il medesimo questionario “non dipendenti” da cibo.


PIANO DELLE ATTIVITÀ DELL’ASSEGNISTA (tra 250 e 300 parole)

Le attività che l’assegnista dovrà svolgere comprendono la presa in carico dei campioni ematici al momento del loro prelievo, al fine di provvedere alla loro corretta processazione secondo protocolli che prevengano la degradazione degli analiti di interesse e dovrà provvedere ad aliquotare e stoccare i campioni stessi. A seguito della fase di processazione l’assegnista procederà ad eseguire le necessarie procedure pre-analitiche quali estrazione, purificazione e separazione, per poi procedere alla successiva determinazione dei livelli dei principali endocannabinoidi circolanti tramite l’utilizzo di uno spettrometro di massa accoppiato ad HPLC. Aliquote degli stessi campioni saranno poi utilizzate per effettuare la determinazione di tre importanti ormoni peptidici quali Leptina, Ghrelina e Adiponectina. Anche in questo caso l’assegnista provvederà ad eseguire sia una eventuale fase pre-analitica, che la successiva quantificazione tramite l’utilizzo di specifici kit immunoenzimatici commerciali. Parallelamente all’esecuzione delle analisi, l’assegnista provvederà ad inserire i risultati ottenuti in appositi database già esistenti, mantenendoli regolarmente e correttamente aggiornati. Dovrà in oltre analizzare da un punto di vista statistico i risultati ottenuti, per valutare se vi siano differenze statisticamente significative nei diversi gruppi sperimentali individuati ed in particolare se si possono identificare correlazioni significative tra le variazioni eventualmente riscontrate negli analiti in esame, ed i diversi parametri che caratterizzano i soggetti appartenenti ai gruppi “dipendenti” e “non-dipendenti” dal cibo, con lo scopo di migliorarne la fenotipizzazione.



Allegato 2


PIANO DELLE ATTIVITÀ ASSISTENZIALI DELL’ASSEGNISTA

ATTIVITÀ

N. ORE SETTIMANA










































Si ricorda che, come previsto dagli Accordi sull’impiego nell’attività assistenziale dei Titolari di assegni di ricerca, sottoscritti tra l’Università di Bologna e le Aziende Ospedaliere di riferimento, una volta stipulato il contratto con il vincitore della selezione, il tutor deve consegnare alla Direzione Medica Ospedaliera la relativa modulistica, nella quale andranno riportate le attività qui segnalate.




ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

SEDE AMMINISTRATIVA C/O AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA – POLICLINICO S. ORSOLA–MALPIGHI

Via MASSARENTI 9, PADIGLIONE 11 - 40138 Bologna - Italia



Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale