Ufficio scolastico regionale per IL lazio


AREA DI MAGGIORE CARENZA (difficoltà rilevate)



Scaricare 46.35 Kb.
Pagina3/3
28.03.2019
Dimensione del file46.35 Kb.
1   2   3
AREA DI MAGGIORE CARENZA (difficoltà rilevate)

  • AREA PSICOMOTORIA

  • AREA AFFETTIVO-RELAZIONALE

  • AREA COGNITIVA

  • AREA LINGUISTICO-ESPRESSIVA

  • AREA LOGICO-MATEMATICA

PROPOSTA DIDATTICO-EDUCATIVA

OBIETTIVI RELATIVI ALLE AREE PRECEDENTI


COMPETENZE



















































































































MODALITA’ DELL’ INTERVENTO DIDATTICO

La programmazione dell’ alunno sarà la stessa della classe:

differenziata per:


  • Obiettivi

  • Metodologia

  • Contenuti

  • Strategie

  • Spazi

  • Tempi

La differenziazione è caratterizzata da:

  • Semplificazioni

  • Sostituzioni

  • Integrazioni

  • Riduzioni

Differenziata per discipline:

  • -------------------------------

  • -------------------------------

  • -------------------------------

  • -------------------------------

  • -------------------------------

FORMULAZIONE DELL’IPOTESI OPERATIVA

INTERVENTI:



STRATEGIE DIDATTICHE

  • Guida dell’insegnante

  • Lezione frontale

  • In autonomia

  • Apprendimento cooperativo

  • Tutoring con compagno

MEZZI E STRUMENTI

  • Schede strutturate

  • Materiale iconografico

  • Immagini-stimolo

  • Sequenze organizzate

  • Schemi semplificati

  • Mappe concettuali

  • Diagrammi di flusso

  • Domande guida/stimolo

  • Software didattici

  • Uso della tavola pitagorica

  • Uso di tabelle per mettere in colonna

  • Individuazione di parole-chiave nel problema

  • Riconoscimento dei dati del problema con colori diversi

  • Giochi metalinguistici

  • Questionario a risposta chiusa

  • Altro----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

ALUNNO AVENTE DIRITTO AL SERVIZIO DI AEC

--------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------

CRITERI E MODALITA’ DI VERIFICHE E VALUTAZIONE

Le verifiche saranno svolte sia in itinere che finali e adattate agli

obiettivi stabiliti per l’alunno, queste tenderanno a valutare l’ade-

guatezza degli interventi disposti dal PEI.

Tali obiettivi sono traguardi aperti a nuove possibilità di sviluppo e

maturazione,pertanto, si valuterà il progresso dell’ alunno in rap-

porto alle sue potenzialità, alle sue abilità e ai suoi bisogni nonché

ai suoi livelli di partenza iniziali.



I DOCENTI


Condividi con i tuoi amici:
1   2   3


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale