Umberto Saba



Scaricare 23.7 Kb.
Pagina1/6
23.03.2019
Dimensione del file23.7 Kb.
  1   2   3   4   5   6

Umberto Saba

Umberto poli assume nel 1910 lo pseudonimo di Umberto Saba. Nasce a trieste nel 1883. Prima della sua nascita il padre Ugo Edoardo Poli abbandona la famiglia abiurando alla religione ebraica, nella quale era nato. Umberto lo conoscerà solo all’età di vent’anni. Umberto ne rifiuta il cognome e assume “Saba”, in omaggio alla madre e alla sua origine, anch’essa ebrea (era ebrea, saba=pane), felicita cohen.

La madre non lo tiene con sé e affida il bambino ad una balia-contadina slovena di religiosa cattolica. Nei primi anni in casa della balia sono per saba un vero paradiso e quando viene ricondotto nelle famiglia della madre (1887) la separazione è una ferita traumatica per lui.


Elementi che lasciano traccia nella vita del poeta. Saba diventa un adolescente piuttosto inquieto, interrompe gli studi ginnasiali. Lavora come praticante alla casa di commercio. Si imbarca come mozzo su una nave merantile.

Nel 1905 fa un breve soggiorno a firenze dove incontra intelletuali della rivista “la voce”

1908 presta servizio militare volontario

Torna a trieste e sposa Caterina Woelfler soprannominata Lina, dalla quale avrà una figlia, Linuccia.

Comincia a scrivere poesie. Partecipa alla grande guerra, nelle retrovie, a livello amministrativo. Alla fine della guerra si stabilisce a Trieste dove acquista una libreria antiquaria e per molti anni sarà il suo mestiere. Nel 21 pubblica la prima versione del libro che è il “canzioniere” (ed. definitiva 45). Peggioramento delle sue condizioni psichiche essendosi già da tempo manifestati in lui segni di una nevrosi. Nel 1929 si sottopone alle cure di Edoardo Weiss, allievo di Freud, primo in Italia. Opera a Trieste ambiente culturalmente vicino all’Austria terra di Freud. Le cure psicanalitiche non risolvono il suo problema, ma le cure gli offrono la chiave per capire l’origine del suo malessere, facendolo risalire all’infanzia e all’adolescenza.

Nel 1938 vengono divulgate le leggi razziali. Il poeta deve rifugiarsi per scappare, prima a Parigi, poi a Firenze. Vive in clandestinità, aiutato da Montale e altri intellettuali antifascisti. Vive lì fino alla liberazione.

Nel dopoguerra arrivano i primi riconoscimenti della sua poetica. Nel 45 viene emessa la seconda edizione del canzoniere. Nel 54 riceve la laurea “honoris causa” in letteratura all’università di Roma. Ricoveri frequenti in clinica a causa del suo male. Nel 56 dopo la morte della moglie si rinchiude in una clinica privata a Gorizia dove muore nel 57.


elenco: download -> italiano
download -> Ci hai fatti per Te e inquieto è IL nostro cuore finché non riposa in te
download -> Concesio, venerdì 24 settembre 2010 – XI colloquio internazionale di Studio dell’Istituto Paolo VI saluto del Vescovo mons. Luciano Monari
download -> La Preistoria La nostra Terra si è formata 5 miliardi di anni fa. Pian piano sulla Terra sono nate le prime forme di vita: all’inizio si trattava solo di organismi monocellulari
download -> Excursus sulla sociologia dei sensi
download -> Sören kierkegaard
download -> Dei bambini (0-6 anni) Pastorale battesimale. Schede operative a cura degli Uffici Pastorali Brescia 2014 Introduzione
download -> La gerusalemme liberata
italiano -> Naturalismo e Verismo (1850-1900)
italiano -> Le avanguardie p. 6, 157, 178, 183 Le avanguardie storiche del novecento
italiano -> Pittura raffigura la visione dell’uomo in un’epoca Immagini da 1865 e 1905


Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale