Un risarcimento di 18 miliardi per Lotto truccato



Scaricare 4.82 Kb.
02.06.2018
Dimensione del file4.82 Kb.

In Italia




Lombardia
Un risarcimento di 18 miliardi per Lotto truccato





  Milano Quasi 18 miliardi di risarcimento per la truffa delle palline lucide, una cifra pari al 10% del danno subito dal Lotto, quindi dal Ministero delle Finanze. E' questa la sentenza emessa dai giudici della sezione lombarda della Corte dei Conti nei confronti di cinque dipendenti pubblici imputati a Monza per la mega truffa sulla ruota di Milano. I cinque sono stati condannati a pagare anche 300 milioni per il risarcimento del danno all'immagine del Ministero delle Finanze. A dover versare 17 miliardi 800 milioni sono Giuseppe Aliberti, ex impiegato dell'intendenza di finanza di Milano e ideatore della truffa delle palline lucide, altri tre impiegati, Maddalena Vilella, Giorgio Raggi e Claudio Olmi e l'allora maresciallo della Guardia di Finanza Luigi Mauro. L'inchiesta «dea bendata» due anni fa portò in carcere 19 persone e si chiuse dopo un anno con il rinvio a giudizio di 64 imputati. Sotto processo ci sono oltre 30 persone. Il trucco delle palline lucide, escogitato e sfruttato impunemente per anni, consisteva nell'inserimento di sfere più lisce all'interno dei cestoni girevoli dell'estrazione del Lotto. Il bambino bendato riceveva quindi le istruzioni per estrarre solo le palline lisce, che riconosceva al tatto. I numeri che sarebbero usciti venivano comunicati ai giocatori del “giro”, che mettevano a segno le loro vincite.




©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale