Universita’



Scaricare 0.54 Mb.
Pagina8/38
29.03.2019
Dimensione del file0.54 Mb.
1   ...   4   5   6   7   8   9   10   11   ...   38

2.2 Il protocollo IP


L’ Internet Protocol ( IP ) è un protocollo del livello di rete che fornisce i servizi di trasmissione di un datagram2 fra due host, funzioni di instradamento, frammentazione e riassemblaggio dei datagram. Una definizione formale di tale protocollo può essere trovata nel RFC 791 [9].

La figura 2.1 mostra l’header IP. La sua lunghezza è di 20 byte, se non sono presenti delle opzioni.




Figura 2.1 Header IP
Ogni header IP contiene i seguenti campi:


al momento la versione più usata è IPv4, ma è disponibile anche una nuova versione, IPv6.

  • Il campo Ihl contiene il numero di parole di 32 bit che compongono l’header IP.

Se l’header IP non contiene opzioni il suo valore è uguale a 5.

  • Il campo Type of Service può essere usato per specificare un tipo di servizio

  • Il campo Total Length specifica la lunghezza totale del datagram IP, intestazione IP inclusa.

Il protocollo IP utilizza tre campi dell’intestazione per controllare la frammentazione e il riassemblaggio dei datagram. Questi campi sono: identification, flag e fragment offset.



  • Il campo Identification serve all’host ricevente per identificare in modo univoco ogni singolo frammento di un datagram che proviene dal medesimo indirizzo.

  • Il campo Flags contiene i bit che specificano se il datagram può essere frammentato: in caso affermativo, uno dei bit viene impostato in modo tale da terminare se il frammento è l’ultimo del datagram.

  • Il campo Fragment Offset contiene un valore che specifica la posizione relativa del frammento nel datagram originale.




  • Il campo TTL serve per misurare il tempo di presenza di un datagram in rete. Questo serve per evitare che i pacchetti entrino in ciclo. Ogni router infatti, quando riceve un pacchetto controlla questo campo, se il valore è uguale a zero lo scarta; altrimenti prima di inoltrare di nuovo il pacchetto, decrementa il campo TTL.

  • Il campo Protocol serve per identificare il protocollo dello strato superiore che deve ricevere il pacchetto.

  • Il campo Checksum viene utilizzato per rilevare eventuali errori che si possono essere verificati nell’intestazione.

I due campi successivi sono il Source Address e il Destination Address , che corrispondono all’indirizzo IP del mittente e all’indirizzo IP del destinatario, rispettivamente.

Ci sono infine un campo Option di lunghezza variabile per le opzioni e un campo Padding per far si che il datagram IP risulti in ogni caso un multiplo di 32 bit.




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   4   5   6   7   8   9   10   11   ...   38


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale