Verso la liberazione interiore



Scaricare 0.59 Mb.
Pagina25/48
28.03.2019
Dimensione del file0.59 Mb.
1   ...   21   22   23   24   25   26   27   28   ...   48

17 – Saanen, 19 Luglio 1966


Domanda: Il pensiero continua, continua tutto il tempo, senza tregua. Com’è possibile far sì che si arresti?

KRISHNAMURTI: Se dico: «Non lo so», che cosa farete? Non lo so davvero. Signore, ascolti attentamente ciò che viene detto. Sono stati provati tanti metodi – l’andare in un monastero, l’identificarsi con una qualche immagine, una qualche teoria, o un qualche concetto, mediante la disciplina, la meditazione, forzando, reprimendo – nel tentativo di porre fine al pensiero. L’uomo ha fatto tutto il possibile, ha torturato se stesso in mille modi diversi, perché si è reso conto che pensare è essere colmi di afflizione. Come si deve fare? Ciò comporta diverse cose. Nel momento in cui fate uno sforzo per fermarlo, allora diventa un problema. Si ha una contraddizione. Volete fermarlo, ed esso non fa che continuare. Proprio questa contraddizione causa il conflitto; ogni contraddizione genera conflitto. Che cosa avete fatto, dunque? Non avete posto fine al pensie­ro, bensì avete dato l’avvio a un nuovo problema, che è il con­flitto. Qualsiasi sforzo per arrestare il pensiero non fa che ali­mentarlo, conferirgli ulteriore energia. Sapete benissimo che dovete pensare. Dovete usare tutta l’energia che avete per pen­sare con chiarezza, con purezza, pensare sensatamente, razio­nalmente, logicamente. Sapete, tuttavia, che quel pensare sen­sato, razionale, logico non arresta il pensiero. Esso continua e continua.
Che cosa dovete fare? Sapete che qualsiasi forma di repressio­ne, qualsiasi forma di disciplina, di soppressione, di resistenza o di adattamento all’idea che dobbiate smettere di pensare è vana. Scartate tutto ciò. L’avete fatto? Se sì, allora che farete?

Non farete assolutamente nulla! Per prima cosa voi pensate al doverlo arrestare. Quella è un’idea, e dietro all’idea c’è un mo­tivo. Volete fermarlo, perché il pensiero non ha risolto il pro­blema. Può, quindi, la mente – non solo una parte, non un qualche frammento di essa, ma la sua totalità, in cui siano in­clusi i nervi, il cervello, i sensi, tutto – può la mente rendersi conto di non essere in grado di far nulla al riguardo? E allora esso continuerà? Constaterete che non continuerà.





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   21   22   23   24   25   26   27   28   ...   48


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale