Xvii edizione


Ε = 0,634 / 1,95 x 10-3 = 3,251 cm-1 M-1



Scaricare 5.43 Mb.
Pagina28/48
29.03.2019
Dimensione del file5.43 Mb.
1   ...   24   25   26   27   28   29   30   31   ...   48
Ε = 0,634 / 1,95 x 10-3 = 3,251 cm-1 M-1

Risposta corretta C


[ 24 ] La proteina che trasporta il ferro nel sangue si chiama transferrina : quando non è legata agli ioni ferro si chiama apotransferrina, ed ha un coefficiente di assorbimento molare di 8,83 · 104 cm−1M−1 a 280 nm . Qual è la concentrazione di una soluzione di apotransferrina se l'assorbanza è 0,244

in una celletta da 0,100 cm ?

A) 2,76 · 10−5 M

B) 2,76 · 10−6 M

C) 2,15 · 10−3 M

D) 2,15 · 10−4 M

soluzione
sappiamo che quindi 0,244 = 8,83 x 104 x 0,1 x M
M= 0,244 / 8,83 x 103 = 0,0276 x 10 -3 = 2,76 x 10 -5 M
La risposta corretta è A


[ 25 ] L'assorbimento nel visibile del β-carotene , molecola contenente molti doppi legami coniugati, è dovuto a :


  1. effetto ipsocromico

  2. effetto auxocromico

  3. effetto batocromico

  4. effetto ipercromico

L’assorbimento di una molecola nell’UV e nel visibile riguarda transizioni elettroniche degli elettroni di legame.Il campo di lunghezze d’onda è il seguente:
Visibile: λ = 380-780 nm
Vicino UV: λ = 190-380 nm
Lontano UV: λ < 190 nm (Il lontano UV non può essere analizzato con I normali spettrometri UV).
L’assorbimento segue la legge di Lambert e Beer A= ε l M

Dove ε è il coefficiente di estinzione molare ; l è la lunghezza della cella in cui si trova il campione ed M la concentrazione.


La parte della molecola responsabile dell’assorbimento UV (per esempio, un carbonile α,β – insaturo) viene detta CROMOFORO. L’ assorbimento di un cromoforo può essere modificato sia nell’ intensità che nella λ da parte di gruppi che si trovano vicini al CROMOFORO e vengono chiamati gruppi AUXOCROMI e l’effetto vien detto auxocromico

Solitamente I cromofori assorbono a lunghezze d’onda ben precise, tuttavia, queste, come abbiamo visto, possono essere influenzate da atomi o gruppi atomici vicini al cromoforo .

Quando si osserva uno spostamento di un assorbimento UV verso lunghezze d’onda maggiori si dice che si ha uno Shift batocromico.

Quando si osserva uno spostamento di un assorbimento UV verso lunghezze d’onda minori si dice che si ha uno






Condividi con i tuoi amici:
1   ...   24   25   26   27   28   29   30   31   ...   48


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale