Xvii edizione



Scaricare 5.43 Mb.
Pagina29/48
29.03.2019
Dimensione del file5.43 Mb.
1   ...   25   26   27   28   29   30   31   32   ...   48
Shift ipsocromico.

Quando si osserva un aumento dell’ε dovuto ad un sostituente del cromoforo l’effetto si dice ipercromico.

Quando si osserva una diminuzione dell’ε dovuto ad un sostituente del cromoforo lpeffetto si dice ipocromico.

Se poi in un molecola sono presenti doppi legami coniugati, si verifica una delocalizzazione elettronica con conseguente diminuzione energetica tra un livello e l'altro: per effettuare transizioni occorreranno quindi radiazioni di minor energia, quali ad esempio quelle nel campo visibile


La coniugazione dei doppi legami presenti in una molecola possono essere messi in evidenza paragonando l’etilene, che ha un solo doppio legame, con una molecola come il Butadiene che possiede due doppi legami coniugati.

Sappiamo che l’assorbimento nell’UV e visibile di una molecola è dovuto a transizioni elettroniche da orbitali ad energia più bassa verso quelli ad energia più alta e nel butadiene i quattro orbitali p dei quattro atomi di carbono ibridi sp2 formano quattro orbitali π ad energia diversa.


La differenza di energia tra π2 e π3* è molto minore di quella tra π e π* nell’etilene.


La lunghezza d’onda di assorbimento è perciò maggiore, di quella dell’etilene e cade nel vicino UV.
Se la coniugazione è più estesa, come ad esempio nel betacarotene, si ha un massimo di assorbimento a λ ancora maggiori per cui si ha un effetto Batocromico .

Risposta corretta C





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   25   26   27   28   29   30   31   32   ...   48


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale